karate wiki kombatnet

Karate

Karate

Il Karate (karate-dō, 空手道), è una disciplina marziale di origine giapponese nata nell’isola di Okinawa.

L’etimologia del termine Karate è discussa: tuttavia è noto che originariamente venisse scritto come “Mano Cinese“( 唐手, letteralmente “mano della dinastia Tang“) in Kanji: è stato poi cambiato in un omofono “mano vuota” (空手) nel 1935. La dinastia Tang finì nel 907 ma il Kanji che la rappresentava rimase in uso nella lingua giapponese come riferimento alla Cina in senso lato. Di qui la parola “karate” fu originariamente un modo di riferirsi alla “arte marziale dalla Cina“.


Nasce dall’unione tra i metodi di combattimento locali, chiamati te (? lett. “mano”), e il quanfa cinese grazie alle commistioni socioeconomiche tra gli abitanti dell’isola ed i commercianti provenienti dalla Cina.


ISCRIVITI AL GRUPPO
“PASSIONE KARATE”
SU KOMBATNET!

CLICCA QUI

Letteralmente il termine “karate-do” significa “via della mano vuota“, implicando l’assenza di armi nella sua pratica marziale: questo è vero solo in parte.

Quando Okinawa venne dichiarata prefettura del Giappone il Karate ed il Kobudo (termine cappello con il quale si indicavano le discipline marziali giapponesi dell’epoca) vennero ufficializzate come sistemi di combattimento ed i maestri proposero una disciplina che comprendeva anche l’utilizzo delle armi.


Le armi utilizzate erano  il Bo (bastone lungo), i Tonfa (dei bastoni con maniglia), i Nunchaku, Eku, Sai, Kama,  Nunti-bo, Kuruman-bo, Rokushaku-gama, Sansetsukon, Suruchin, Kuwa, Tunkuwa, Tinbei, Nunti, Tekko e Tecchu.


Esistono numerosi stili di Karate:

  • Shotokan
  • Wado ryu
  • Zendokai
  • Goju ryu
  • Uechi ryu
  • Kyokushinkai
  • Daido Juku
  • Isshin-ryū
  • Sanshinkai
  • Shidokan
  • Nanbudo
  • Shōrei ryū
  • Fudokan
  • Kansuiryu
  • Koryu Uchinadi

Secondo Web Japan, sponsorizzato dal Ministero Giapponese degli Affari Esteri il karate può contare su 50 milioni di praticanti in tutto il mondo, mentre la World Karate Federation sostiene che ce ne possano essere addirittura 100 milioni.


Il Karate può essere praticato come un’arte (budō), per autodifesa o come sport da combattimento.

Kihon

Kihon significa “le basi” e costituisce la base per ogni altra cosa nello stile, dalla posizione di guardia, ai calci, pugni, parate. Ogni stile pone moltissima importanza allo studio del Kihon.


Kumite

Il kumite (組手) è una delle tre componenti fondamentali nello studio del karate, assieme a kata e kihon, e consiste nella simulazione di un combattimento con un altro praticante.


Il termine giapponese kumite viene tradotto con la parola combattimento, però tale termine è incompleto, cioè privo degli elementi compresi nel concetto di kumite. La parola Kumite si compone della parola kumi, ossia “mettere insieme”, e della sillaba te, che significa “mano”. Per kumite si intende quindi l'”unione di più mani“, ossia l’allenamento con un avversario. É assimilabile alla pratica dello sparring in altre discipline.

Kata

Kata (型:かた) significa letteralmente “forma” o “modello“. Il Kata è una sequenza formalizzata di movimenti di attacco e difesa, che sintetizza la struttura di un combattimento reale. La dimostrazione pratica delle tecniche del Kata, applicate in un combattimento reale viene detta Bunkai.

Per avanzare di grado il karateka deve dimostrare di essere in grado di eseguire correttamente uno specifico Kata per ogni livello: i criteri richiesti per l’esame di passaggio variano da scuola a scuola.



Nel Karate-Do Kyohan, Funakoshi cita riprendendo dal Sutra del Cuore, centrale nel Buddismo Shingon: “La forma è vuoto, il vuoto è la forma stessa” (shiki zokuze kū kū zokuze shiki). Funakoshi interpreta il “kara” del Karate-dō come il “purificarsi dai pensieri egoistici e malvagi… poiché solo con una mente e una coscienza chiare il praticante può comprendere la conoscenza che riceve“. Funakoshi sosteneva che si dovesse essere “interiormente umili ed esteriormente gentili“. Solo comportandosi umilmente si può essere aperti ai molti insegnamenti offerti dal Karate e questo avviene solo ascoltando ed essendo ricettivi alle critiche. Funakoshi considerava fondamentale la cortesia: “il karate viene applicato correttamente solo in quelle rare situazioni in cui uno deve davvero abbattere un altro o essere abbattuto da lui“. Funakoshi sosteneva che l’utilizzo del Karate in un vero confronto fisico non dovesse avvenire più di una volta nella vita. Era un fermo oppositore delle risse, anche perché era ben consapevole che un colpo di un vero esperto poteva portare alla morte dell’avversario e reputava disonorevole l’abuso di tale potere.

Dōjō Kun

Nel bushidō il dōjō kun costituisce una serie di regole guida che il karateka deve seguire. Queste linee guida si applicano sia nel dōjō (il luogo dove ci si allena) sia nella vita di tutti i giorni.

Il condizionamento

Il karate di Okinawa include un tipo di allenamento chiamato hojo undo che prevede il condizionamento dell’atleta sotto il profilo muscolare, osseo e psicologico per aumentare la resistenza al dolore, alla stanchezza, allo stress e migliorare potenza, agilità, flessibilità e resistenza aerobica ed anaerobica. Tra gli attrezzi utilizzati si ricordano il makiwara, un colpitore ed il nigiri game, un vaso utilizzato per migliorare la presa delle mani.



Vedi anche:

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Duilio Loi pugile - Kombatnet Wiki

Duilio Loi

Duilio Loi è stato un pugile italiano, inserito nella International Boxing Hall of Fame assieme a Nino Benvenuti nella lista dei più grandi pugili di sempre. In 14 anni di carriera come pugile professionista è stato campione d'Italia, campione d'Europa e campione del mondo. Nato a Trieste il 19 aprile 1929 da padre sardo proveniente da Cagliari, capo macchinista di navi mercantili, e madre di Trieste, Loi ha trascorso la sua vita fino all'adolescenza a Genova ed a 16 anni ha cominciato a frequentare la palestra di Dario Bensi. Leggi tutto l'articolo...
Andy Ruiz Jr campione pesi massimi pugilato - Kombatnet News

Andy Ruiz Jr.

Andrés Ponce Ruiz Jr. è un pugile professionista americano, già campione indiscusso dei pesi massimi avendo sconfitto Anthony Joshua e avendo vinto i titoli WBA (Super), IBF, WBO ed IBO nel 2019 diventando il primo pugile maschio di origini messicane a vincere un campionato del mondo dei pesi massimi. A ottobre 2021 era considerato il quinto peso massimo migliore del mondo da ESPN, il sesto secondo la Transnational Boxing Rankings Board e BoxRec, il settimo da The Ring magazine. Leggi tutto l'articolo...
Ernesto Hoost kickboxing K-1 kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost è un ex kickboxer olandese, 4 volte campione del mondo di K-1. È considerato uno dei più grandi kickboxer di tutti i tempi. Ha debuttato nel 1993 al K-1 World Grand Prix arrivando secondo. Si è ritirato 13 anni dopo, il 2 dicembre 2006 dopo la finale del K-1 World Grand Prix al Tokyo Dome, in Giappone per poi tornare nel 2014 con due vittorie incredibili a 48 anni. Hoost ha battuto giganti del combattimento com'è Peter Aerts,  Francisco Filho, Sam Greco, Jérôme Le Banner, Mark Hunt, Mirko Cro Cop, Andy Hug, Ray Sefo, Musashi, Mike Bernardo, Stefan Leko. Leggi tutto l'articolo...
Francisco Filho Karate Kickboxing K-1 - Kombatnet Wiki

Francisco Filho

Francisco "Chiquinho" Alves Filho è un karateka e kickboxer brasiliano considerato tra i più grandi fighter del pianeta. Ha battuto campioni di livello mondiale come Andy Hug, Sam Greco, Stefan Leko, Ernesto Hoost, Peter Aerts e Remy Bonjasky. Leggi tutto l'articolo...
Andy Hug karate kickboxing kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Andy Hug

Andreas "Andy" Hug è stato un karateka e kickboxer svizzero, considerato uno dei più grandi pesi massimi di sempre. Hug era rinomato per la sua abilità ed agilità nel calciare, difficilmente riscontrabile nei pesi massimi ad alti livelli. Ha affrontato numerose volte degli avversari molto più pesanti e alti di lui: con un peso di poco meno di un quintale ed alto "solo" 1.80 m ha sopperito con velocità e preparazione atletica alla massa mancante. Andy Hug era mancino e questo spesso causava problemi ai suoi avversari, che subivano uno dei suoi tipici calci ad ascia, tra i quali si ricorda il suo marchio di fabbrica chiamato "Hug Tornado" che consisteva in un calcio girato basso dove il tallone colpiva la coscia. Leggi tutto l'articolo...
Ippon Judo Karate Jiujitsu Kendo Kumite - Kombatnet Wiki

Ippon

Ippon (一本, letteralmente "Un punto pieno") è il punteggio più alto che un combattente possa ottenere nei contest di arti marziali giapponesi basate sul punteggio (Ippon/Waza-ari), solitamente Kendo, Judo, Karate o Jiujitsu. Nello Judo, un Ippon può essere ottenuto per un atterramento perfetto o per l'immobilizzazione a terra con o senza sottomissione. Per le proiezioni, i quattro criteri per garantire un Ippon sono forza, velocità, atterramento sulla schiena e controllo tecnico del movimento fino all'atterraggio. Leggi tutto l'articolo...
Il Gouren lotta tradizionale bretone - Kombatnet Wiki

Gouren

Il Gouren è uno stile di lotta popolare francese molto diffuso in Bretagna soprattutto all'inizio del ventesimo secolo e che gode oggi di un revival internazionale. Oggi il Gouren è presieduto dalla Fédération de Gouren che ha un accordo con la Fédération Française de Lutte (French Wrestling Federation): viene inoltre praticato in incontri internazionali organizzati dalla FILC (Fédération Internationale des Luttes Celtiques) in Cornovaglia, in Scozia ed in New Orleans (USA). In Francia è possibile ottenere tramite la Federazione Gouren un Diploma Statale per facilitatori sportivi e dal 1998 è consentito portare il Gouren come disciplina facoltativa al diploma di maturità. Leggi tutto l'articolo...
Sherlock Holmes Bartitsu arte marziale autodifesa Barton-Wright - Kombatnet Wiki

Bartitsu

Il Bartitsu è un metodo di autodifesa ed arte marziale sviluppato in Inghilterra tra il 1898 ed il 1902 che combina elementi di pugilato, Jujutsu, combattimento con il bastone e Savate (boxe francese). Nel 1903 è stata resa nota come "Baritsu" da Sir Arthur Conan Doyle, autore dei racconti su Sherlock Holmes. Sostanzialmente scomparsa lungo tutto il ventesimo secolo, il Bartitsu sta conoscendo un revival dal 2001 circa. Nel 1898, Edward William Barton-Wright, un ingegnere inglese che aveva trascorso i tre anni precedenti in Giappone, tornò in Inghilterra e annunciò la creazione di una "Nuova Arte dell'Autodifesa". Questa arte, sosteneva, combinava i migliori elementi di una gamma di stili di combattimento in un insieme unificato, da lui chiamato Bartitsu. Leggi tutto l'articolo...
Young Corbett III Ralph Giordano Raffale Giordano - Kombatnet Wiki

Young Corbett III

Ralph Giordano (nato Raffaele Giordano, 27 maggio 1905 - 15 luglio 1993), meglio conosciuto come Young Corbett III, fu un pugile italo-americano che conquistò la cintura di campione del mondo dei pesi welter nel 1933 e divenne campione del mondo dei pesi medi NYSAC nel 1938. Mancino, non aveva "il colpo del KO" ma era noto per la sua grande velocità e determinazione sul ring. Corbett è considerato uno dei più grandi mancini di tutta la storia del pugilato ed uno dei più grandi "counterpunchers". Verrà inserito nella Fresno County Athletic Hall of Fame nel 1959, nella Italian American Sports Hall of Fame nel 1982 e nella International Boxing Hall of Fame nel 2004. Leggi tutto l'articolo...
Irma Testa pugilato femminile italiano Italia boxe campionessa Olimpiadi europei - Kombatnet Wiki

Irma Testa

Irma Testa è una campionessa di pugilato italiana di Torre Annunziata, Napoli, che combatte nei pesi leggeri. Soprannominata "Butterfly" per la sua agilità ed eleganza in combattimento, è stata la prima atleta italiana a partecipare ad un'Olimpiade nel pugilato ai Giochi di Rio de Janeiro 2016, e la prima a guadagnare una medaglia nel pugilato femminile aggiudicandosi il bronzo ai Giochi di Tokyo 2020. È stata campionessa europea 2019 nei pesi piuma. Irma Testa è considerata tra le pugili under 20 più forti del mondo. Leggi tutto l'articolo...