Deontay Wilder pugile boxe boxing peso massimo - Kombatnet Wiki

Deontay Wilder

Deontay Wilder

Deontay Wilder (n. 22 ottobre 1985) è un pugile statunitense, detentore del titolo dei pesi massimi dal 2015 al 2020.


Deontay Wilder ha registrato un peso di 108 kg all’ultimo match contro Tyson Fury per un’altezza di 201 cm.

Wilder ha iniziato a combattere relativamente tardi, attorno ai 20 anni, guadagnando una medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici che gli è valsa il soprannome di “The Bronze Bomber“.


Wilder è noto per la sua eccezionale potenza nei colpi che gli ha regalato una delle percentuali di KO più alta nella storia del pugilato.

Wilder ha iniziato a tirare di boxe nell’ottobre 2005, quando è entrato nella palestra  “Skyy Boxing Gym” a Northport, Alabama, e ha iniziato ad allenarti sotto Jay Deas.


Nel 2007, ha battuto tutti i favoriti vincendo sia i National Golden Gloves che i campionati statunitensi nella categoria 201 libbre (91 kg).


Ai Golden Gloves, ha sconfitto in finale il cadetto campione del mondo e favorito Isiah Thomas, un mancino di Detroit, e David Thompson, di Brooklyn. Al campionato degli Stati Uniti ha sconfitto Quantis Graves e ha vinto la finale 31-15 sul mancino James Zimmerman di San Jose, California.

Alle selezioni per le Olimpiadi, ha battuto Graves altre due volte e ha vinto selezioni in soli 21 match. All’inizio del 2008 ha ottenuto la sua migliore vittoria in carriera battendo la medaglia d’argento del campionato mondiale e futuro campione olimpico Rakhim Chakhiyev in Russia. Si è qualificato per le Olimpiadi battendo Deivis Julio 6:5, Jorge Quinones dall’Ecuador in un doppio spareggio e il brasiliano Rafael Lima 6:5 alle qualificazioni.

In un doppio match Russia-USA il 29 febbraio 2008, a Novosibirsk, Wilder è stato eliminato da Evgenyi Romanov.


Wilder ha poi partecipato come peso massimo alle Olimpiadi del 2008, sconfiggendo l’algerino Abdelaziz Touilbini e Mohamed Arjaoui del Marocco prima di perdere in semifinale contro l’italiano Clemente Russo ed ottenere la medaglia di bronzo.


Wilder ha fatto il suo debutto professionale all’età di 23 anni il 15 novembre 2008, al Vanderbilt University Memorial Gymnasium di Nashville, nel Tennessee.

Ha affrontato Ethan Cox (2-2-1), vincendo per ko tecnico al secondo round dopo averlo atterrato tre volte. Wilder ha combattuto sette volte nel 2009, vincendo tutti i match al primo round.


Nell’ottobre 2012, Wilder ha collezionato una serie di 25 vittorie consecutive, vincendo tutte per KO e tutte entro il quarto round. Tra le vittime illustri tre sfidanti al titolo dei pesi massimi: per la WBA Owen Beck, e per la WBO DeAndrey Abron e Damon Reed.

Wilder ha vinto il suo primo titolo da professionista contro il trentasettenne Kelvin Price al Memorial Sports Arena di Los Angeles, il 15 dicembre 2012.

Il 3 aprile 2013 la Golden Boy Promotions ha annunciato che Wilder avrebbe combattuto contro l’ex campione europeo dei pesi massimi e medaglia d’oro olimpica del 2000 Audley Harrison alla Motorpoint Arena di Sheffield il 27 aprile. Sarebbe stato il debutto nel Regno Unito per Wilder, mentre Harrison era talmente sicuro di vincere da affermare che si sarebbe ritirato se avesse perso. Wilder lo mandò KO al primo round, dopo appena 49 secondi di combattimento. Harrison tentò di rialzarsi usando le corde al conteggio dell’arbitro Terry O’Connor, ma questo dichiarò l’incontro finito a 1:22. Quattro giorni dopo il match Harrison dichiarò il suo ritiro, all’età di 41 anni.


Il 9 maggio Frank Warren ha annunciato la card di un evento che si sarebbe tenuto alla Wembley Arena di Londra il 15 giugno 2013, che avrebbe visto Wilder contro il pugile britannico Derek Chisora come main event. L’evento venne annullato dopo che Wilder fu arrestato a maggio a seguito di un’aggressione domestica a Las Vegas, in Nevada. Pochi giorni dopo Wilder assunse Al Haymon come suo nuovo manager.


A giugno 2013 venne annunciata la card dello Showtime presso il Fantasy Springs Casino di Indio, in California: Wilder avrebbe affrontato l’ex campione dei pesi massimi WBO Siarhei Liakhovich il 9 agosto 2013 sui 10 round. Liakhovich non combatteva da quasi un anno e mezzo e venne messo KO al primo round con un destro terribile: si appoggiò alle corde poi cadde e cominciò ad avere delle convulsioni. L’arbitro ha decretato la fine del match senza nemmeno iniziare il conteggio e Liakhovich è rimasto per un po’ di tempo sdraiato a terra, prima di essere aiutato a sedersi su uno sgabello. Giorni dopo il combattimento, Liakhovich ha presentato un ricorso per cambiare il risultato come “no contest” sostenendo che Wilder lo avesse colpito con pugni illegali dietro la nuca (la famosa “fascia del mohicano“).


Leggi anche:

  • Il canale Telegram di Kombatnet
    Vi siete iscritti al canale Telegram di Kombatnet? È il modo più semplice per rimanere sempre aggiornati su tutte le notizie del network, con news dal mondo dei fighter! Un canale, a differenza di un gruppo, è […]
  • La dieta dei combattenti nell’epoca greco romana
    La dieta dei gladiatori, degli atleti e dei combattenti nell’epoca greco romana Gli atleti di oggi sono spesso seguiti da nutrizionisti, dietologi, medici e preparatori che ne curano in maniera metodica e sistematica l’alimentazione per garantire il […]
  • Primi su Google grazie a Kombatnet!
    Primi su Google grazie a Kombatnet! Da oggi i vostri profili sono perfettamente indicizzati su Google! Abbiamo infatti migliorato tantissimo la SEO dei vostri profili Kombatnet apportando numerose modifiche al codice ed altre migliorie arriveranno nei prossimi giorni.  Condividi […]
  • Quanto guadagna un fighter?
    Quanto guadagna un fighter? Quanto si può guadagnare con gli sport da combattimento e le arti marziali in Italia e nel mondo? Un fighter in Italia può guadagnare cifre che vanno da rimborsi spese di 50-100 euro […]
  • Arti marziali e sport da combattimento: due facce di una stessa medaglia?
    Arti marziali e sport da combattimento: due facce di una stessa medaglia? Su Quora, noto social network dove gli utenti possono chiedere risposte a persone competenti in materia, mi hanno chiesto di rispondere alla seguente domanda: Perché […]
  • Tecnica vs forza bruta: chi vince?
    Tecnica vs forza bruta: chi vince? Su Quora, noto social network improntato su domande e risposte, è stata fatta da un utente la seguente domanda: “Nelle arti marziali, è vero che la tecnica può battere i muscoli?” […]
  • Le differenze tra Muay Thai, Kickboxing, K1
    Le differenze tra Muay Thai, Kickboxing, K1 La Muay Thai, o Boxe Thailandese è una disciplina molto diversa dalla Kickboxing: analizziamone insieme differenze e strategie di combattimento utilizzate dagli atleti sul ring e durante la preparazione in […]
  • Come scrivere un post perfetto su Kombatnet
    Scrivere un post su un social network è semplice: scrivere un post di qualità invece non è scontato. La differenza tra un post scritto bene ed uno scritto di getto senza pensare è enorme: un post scritto bene ha molte più possibilità di essere letto, di far capire al volo di cosa si sta parlando, di essere condiviso, di ottenere like e di aumentare l’engagement, di essere capito.Un post scritto bene non richiede sforzo per essere compreso, è scorrevole e rimane impresso nella mente di chi lo legge. Scrivere post di qualità è possibile per chiunque: basta avere un minimo di pazienza e seguire i suggerimenti elencati qui di seguito.
  • Come guadagnare con Kombatnet
    Come guadagnare con Kombatnet Kombatnet è un social network dedicato al mondo delle arti marziali e degli sport da combattimento. Essendo un social network tematico è possibile iscriversi unicamente se si fa parte del mondo dei fighter: […]
  • La perfezione inefficace
    La perfezione inefficace Perché la tecnica non è tutto, in un match Come fighter amatoriale mi sono trovato davanti poche sfide (quasi nessuna direi, esclusi i miei obiettivi personali) rispetto ai miei compagni di allenamento professionisti: non […]