McGregor vuole tornare a combattere e lancia la sfida a Michael Chandler

McGregor vuole tornare a combattere e lancia la sfida a Michael Chandler

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

McGregor vuole tornare a combattere e lancia la sfida a Michael Chandler

Conor McGregor, ex campione UFC dei pesi piuma e leggeri, è stato una figura di spicco nel mondo delle arti marziali miste e la sua ascesa a stella delle MMA è stata straordinaria. Dopo una lunga pausa a seguito di un infortunio alla gamba in un match della trilogia contro Dustin Poirier a UFC 264 nel luglio 2021McGregor è impaziente di fare il suo ritorno in gabbia.

Recentemente McGregor ha annunciato il suo ritorno all’UFC, preparando il palcoscenico per un atteso scontro con Michael Chandler. L’annuncio è arrivato tramite un video sui social media, dove McGregor, ora trentacinquenne, ha dichiarato la sua intenzione di fare quello che definisce “il più grande ritorno di tutti i tempi“. Il match, previsto per il 29 giugnoLas Vegas durante la International Fight Week, segna un cambiamento significativo per entrambi i fighter poiché si sfideranno nei pesi medi, una prima per entrambi.

La scelta di Michael Chandler come avversario è particolarmente interessante, poiché sia lui che McGregor hanno servito come allenatori nel reality televisivo dell’UFC, “The Ultimate Fighter“. Tradizionalmente gli allenatori dello show si affrontano tra loro, ma il loro match ha subito ritardi a causa dell’assenza di McGregor dal pool di test dell’United States Anti-Doping Agency (Usada)McGregor è rientrato nel pool a ottobre, dopo i cambiamenti nelle politiche antidoping dell’UFC.


Chandler, venendo da una sconfitta contro Poirier per sottomissione al terzo round nel novembre 2022, ha espresso grande entusiasmo per il match ed affermato di voler affrontare McGregor al meglio delle sue possibilità.

Nonostante i proclami, però, il ritorno di McGregor all’UFC è ancora avvolto nel dubbio. Frustrato dai ritardi nella programmazione del suo ritorno, McGregor ha accennato a un possibile ritorno anche nel pugilato, dopo aver assistito alla vittoria a sorpresa di Joseph Parker su Deontay Wilder in Arabia SauditaMcGregor, seduto di fianco a Cristiano Ronaldo, ha ipotizzato un match contro il campione del mondo in otto categorie di peso, Manny Pacquiao. L’incontro era già stato in discussione per il 2021 prima di essere fatto deragliare dalla sconfitta di McGregor contro Poirier.

A novembre, lo storico allenatore di McGregor presso la SBG Ireland, John Kavanagh, ha rivelato a MMA Fighting che i piani potrebbero essere stati modificati e che l’UFC stava ora “puntando all’estate del 2024” per il ritorno di McGregor. Kavanagh ha detto che McGregor e il suo team erano “molto frustrati” dalla notizia e si sono chiesti se la promotion avesse intenzione di tenere McGregor ai margini fino alla International Fight Week, che solitamente si tiene a luglio. Kavanagh si è inoltre chiesto se i dirigenti dell’UFC potessero aver preso questa decisione credendo che UFC 300 sarebbe stato un evento sufficientemente grande anche senza la presenza di McGregor nel pay-per-view.


Chandler, tuttavia, non si lascia convincere dalle parole di Kavanagh.

Ascolta, ho rispetto sia per Conor che per l’allenatore Kavanagh”, ha dichiarato Chandler. “Abbiamo un rapporto molto cordiale, giusto? E non ho bisogno di odiare Conor per voler entrare nell’ottagono e strappargli la testa davanti a milioni di persone. Ma questi ragazzi sono molto abili nel creare la loro narrazione e nel disseminare piccole briciole che sono vecchie e insignificanti, che nemmeno un topo mangerebbe. Capito? Perciò, quando dicono qualcosa, potrebbe essere vero o potrebbe non esserlo. Magari lo dicono solo per indurre persone come te e tutti noi a speculare, e anche per far speculare me.”

L’ho sentito. Ho visto Conor parlare di altri avversari. Ho visto Conor menzionare diverse date. L’ho visto completamente ignorarmi e comportarsi come se un combattimento con me non stesse accadendo. Questi sono tutti stratagemmi che questi ragazzi usano per cercare di entrare nelle teste delle persone. Sfortunatamente per loro, il vostro ragazzo qui è impermeabile a queste tattiche, va bene? Quindi tutto va bene. Restiamo fedeli al nostro piano. Siamo esattamente dove dobbiamo essere. È da un anno, anzi più di un anno, che penso e visualizzo di mettere KO Conor, osservando tutti i suoi video e seguendo i suoi allenamenti. Vedo che si sta allenando, vedo che sta tornando.


Si è evidentemente iscritto di nuovo a USADA, rientrando nel pool di test antidoping. Non lo avrebbe fatto se non avesse in realtà intenzione di tornare. Quindi sta cercando di farmi perdere la pazienza, di stanarmi, ma io sarò qui ad aspettarlo, amico. Il più grande ritorno nella storia degli sport da combattimento, quella strada passa attraverso un uomo, e il suo nome è Michael Chandler.

L’impazienza di McGregor per la programmazione dell’UFC è comunque ora evidente. McGregor è sempre stato un fighter che prospera sull’attesa, sulla sfida e sull’hype dei suoi eventi, ma ora manca da troppo tempo nella gabbia e sta valutando altre opportunità al di fuori dell’UFC, se necessario.

Il percorso di Conor McGregor è stato un ottovolante di alti e bassi, segnato da vittorie spettacolari e battute d’arresto difficili da recuperare. Il suo ritorno all’UFC contro Michael Chandler potrebbe rivitalizzare la sua carriera e dare nuovo lustro all’organizzazione, minata da numerosi rivali che si contendono share ed interessi.


Chissà se McGregor tornerà nell’ottagono a mantenere la promessa di creare “il più grande ritorno di tutti i tempi“.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Ti invieremo una mail di conferma: controlla la tua casella e clicca sul link al suo interno!

Leggi anche:

Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...