La guerra contro la Russia si combatte anche sul ring Kremlev IBA e Roy Jones Jr contro la USA Boxing - Kombatnet News

La guerra contro la Russia si combatte anche sul ring: Kremlev (IBA) e Roy Jones Jr. contro la USA Boxing

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

La guerra contro la Russia si combatte anche sul ring: Kremlev (IBA) e Roy Jones Jr. contro la USA Boxing

Il presidente della International Boxing Association (IBA) vuole fornire supporto finanziario ai pugili che verranno penalizzati dal boicottaggio dei campionati del mondo da parte degli USA, definendo i vertici della USA Boxingpeggio di iene e sciacalli“.

La USA Boxing infatti ha comunicato che non invierà nessun team ai campionati di maggio, adducendo come motivazione alcuni problemi nella governance IBA, sospesa dalle Olimpiadi, oltre alla decisione della IBA di concedere alla Russia ed alla Bielorussia di competere sotto le rispettive bandiere.

Il tutto è chiaramente legato all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia del 24 febbraio 2022 e la guerra che si combatte sul campo si sta allargando anche in ambito sportivo, come provano le recenti polemiche riguardo la possibile esclusione degli atleti russi e bielorussi dalle Olimpiadi di Parigi 2024.


Durante un torneo in Marocco Umar Kremlev ha detto:

Chi sta facendo questo ai nostri atleti è peggio delle iene e degli sciacalli, violano l’integrità dello sport e della cultura. IBA farà tutto il possibile per aiutare i suoi atleti statunitensi di venire a partecipare ai World Boxing Championships, assistendoli anche finanziariamente“.

Il presidente russo Putin ed il presidente IBA Umar Kremlev - Kombatnet
Il presidente russo Putin ed il presidente IBA Umar Kremlev

La IBA ha quindi rilasciato un comunicato sul proprio sito riportando le parole del presidente e riservandosi di applicare le appropriate contromisure:


È con grande disappunto che l’IBA apprende della dichiarazione di questa settimana della USA Boxing, seguita successivamente dalla dichiarazione dell’Irish Athletics Boxing Association, secondo la quale entrambe hanno confermato di non partecipare ai nostri imminenti Campionati mondiali IBA maschili e femminili del 2023. Queste dichiarazioni pubbliche sono davvero deplorevoli, in quanto danneggiano irragionevolmente la reputazione dell’organo di governo internazionale e contravvengono direttamente a molti articoli del Codice disciplinare ed etico IBA e, soprattutto, danneggiano la reputazione di IBA, poiché si basano su diffamatorie mezze verità, il che è inaccettabile“.

Locandina Campionati del mondo maschili IBA di pugilato in Uzbekistan - Kombatnet
Locandina Campionati del mondo maschili IBA di pugilato in Uzbekistan

I campionati del mondo IBA erano storicamente i più rilevanti nel circuito amatoriale. Da quando Kremlev è entrato in carica e ha firmato un importante accordo di sponsorizzazione con la compagnia di gas statale russa Gazprom, la IBA ora offre premi in denaro fino a 200.000 dollari per una medaglia d’oro ai campionati maschili.

Tuttavia la USA Boxing critica il fatto che per le donne sia in palio solo la metà di quel denaro e che non sia ben chiara la sua provenienza.


Anche l’Irlanda ha aderito al boicottaggio e ha detto che non invierà atleti, arbitri o giudici ai campionati del mondo IBA: questo significa nessuna difesa del titolo per le campionesse del mondo irlandesi Amy Broadhurst e Lisa O’Rourke a Nuova Delhi il mese prossimo.

Locandina dei Campionati del mondo femminili IBA di pugilato a Nuova Delhi - Kombatnet
Locandina dei Campionati del mondo femminili IBA di pugilato a Nuova Delhi

Le pratiche e le attività IBA non sono dello standard richiesto per garantire il futuro del nostro sport. Non ci sono vincitori nel panorama attuale“, ha affermato la Irish Athletic Boxing Association. “Tutti i membri meritano condizioni di parità nei tornei gestiti secondo i più alti standard possibili da un’organizzazione che ha al centro il loro benessere, il loro futuro e il loro sport“.

I campionati del mondo non sono più validi come qualifica per le Olimpiadi dopo che la IBA, all’epoca nota come AIBA, è stata sospesa dal Comitato Olimpico Internazionale nel 2019 in seguito a preoccupazioni riguardo alle finanze allora precarie dell’associazione ed a numerosi scandali riguardanti giudizi arbitrali e decisioni dei giudici.


L’ex pugile professionista Roy Jones Jr., uno dei più grandi della sua generazione, ha espresso il suo rammarico sui social dopo aver appreso del boicottaggio dei campionati IBA in India ed Uzbekistan da parte della USA Boxing.

In un lungo post, Roy Jones Jr. ha voluto chiarire con gli atleti, gli allenatori e tutti i fan del pugilato degli Stati Uniti che questa decisione è stata presa unicamente dagli organi ufficiali di rappresentanza e non dagli stessi pugili.

Il post di Roy Jones Jr. sui social contro la USA Boxing - Kombatnet
Il post di Roy Jones Jr. sui social contro la USA Boxing

Ieri è arrivata la notizia che la USA Boxing ha rifiutato di inviare i suoi atleti ai prossimi Campionati Mondiali di Pugilato IBA in India e Uzbekistan. Sono rimasto amaramente deluso nell’apprendere del boicottaggio dei campionati mondiali di boxe IBA. Sul loro sito ufficiale rilasciano affermazioni banali che non hanno nulla a che fare con la realtà! Oggi, parlando solo in mia rappresentanza, vorrei chiarire agli atleti, agli allenatori ed a tutti gli appassionati di boxe degli Stati Uniti che questa decisione è stata presa solo dai funzionari e non dai pugili stessi“.


Roy Jones Jr. ha inoltre dichiarato di voler aiutare personalmente chiunque voglia partecipare ai campionati:

Organizzerò personalmente l’aiuto e il supporto per i pugili e gli allenatori delle squadre nazionali che vorranno prendere parte a questi campionati. L’IBA ha programmi meravigliosi per supportare i suoi atleti che, per qualsiasi motivo, non hanno l’opportunità di competere a Nuova Delhi e Tashkent“.

Secondo Jones, la IBA è l’unica organizzazione che lavori per il bene dei pugili:


Per quanto riguarda la gestione e la trasparenza finanziaria dell’IBA, vorrei ribadire che questa è l’unica organizzazione che lavora nell’interesse di pugili e allenatori. È aperta alla comunità sportiva e si batte sempre per la tutela dei suoi atleti.
Ora che il mio sogno mi è stato portato via, il mio obiettivo nella vita è aiutare i giovani atleti a realizzare i loro sogni
“.

I funzionari che vorrebbero politicizzare lo sport possono continuare a sedersi nei loro enormi uffici a parlare dell’importanza dello sport e del loro lavoro, oltre che continuare a rilasciare comunicati. Ma non dobbiamo permettere loro di privare i nostri atleti del diritto di rappresentare il loro paese a causa della loro incapacità organizzativa. Ricordate che anche una sola persona può cambiare il mondo! Come Muhammad Ali ha sempre chiesto la pace e aiutato i bisognosi, oggi dobbiamo continuare a perseguire un modo di vivere puro e corretto! Lo sport dovrebbe essere sempre al di fuori della politica ed essere indipendente dalle decisioni politicizzate! Tutti i nostri atleti gareggeranno a New Delhi e Tashkent, difendendo gli interessi sportivi degli Stati Uniti, e dimostreranno che il pugilato unisce!

Roy Jones Jr., che ha una doppia cittadinanza russa ed americana, non è nuovo a prese di posizione pro IBA: nel 2022 ha lanciato la campagna #STANDFORBOXING indirizzando una lettera infuocata al Comitato Olimpico Internazionale in seguito alla decisione di escludere il pugilato dai Giochi Olimpici.



Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...