Canelo demolisce Charlo e rimane re indiscusso dei supermedi - Kombatnet

Canelo demolisce Charlo e rimane re indiscusso dei supermedi

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Canelo demolisce Charlo e rimane re indiscusso dei supermedi

Saul Alvarez, AKA “Canelo“, ha vinto il primo match “Undisputed vs. Undisputed” dell’epoca moderna delle quattro cinture contro Jermell Charlo, il 30 settembre 2023 alla T-Mobile Arena confermando il suo status di campione e fuoriclasse del pugilato.

Alvarez ha pressato costantemente Charlo ottenendo prima un conteggio al settimo round ed arrivando poi alla vittoria per decisione unanime, difendendo così con successo la sua cintura dei super medi, sabato sera.

I giudici hanno assegnato un punteggio di 119-108, 118-109 e 118-109 per Alvarez, che ha ottenuto la sua sessantesima vittoria da professionista ed è diventato il primo pugile nell’era moderna della boxe a registrare una terza difesa del suo status di campione indiscusso.


Canelo ha sin da subito assunto una posizione dominante nel match, ignorando (almeno all’apparenza) i colpi del re dei medi junior e rientrando con colpi potenti ed accurati.

Al settimo round Charlo è stato centrato in pieno da un destro infilatosi nella guardia ed un montante ha chiuso la combinazione, obbligandolo ad inginocchiarsi.

Da lì Alvarez ha continuato il suo lavoro di pressione facendo capire allo sfidante, che saliva di due classi di peso per sfidare Canelo nelle 168 libbre, che non c’era margine per una sua vittoria.


Nessuno può battere questo Canelo“, ha detto Alvarez a Jim Gray di Showtime dopo la sua vittoria, parlando in terza persona.

Ecco la cronaca del match, round per round:

Round 1
Con il suono della campana iniziale, Charlo prende subito il centro del ring, cercando da subito di affermarsi. Essendo più alto, ha quasi tre pollici di vantaggio su Canelo. Entrambi i pugili sono molto cauti nei primi 90 secondi. Charlo si muove molto, mentre Alvarez cerca di chiudere. Canelo carica un gancio destro al corpo di Charlo. Segue poco dopo un doppio gancio destro-sinistro al corpo. (10-9 Canelo)


Round 2
Charlo
inizia cercando di piazzare il suo jab sfruttando il maggiore allungo. Canelo risponde con un destro e un sinistro al volto, riducendo la distanza e avvicinandosi a Charlo. Ora è Charlo a colpire al corpo. Canelo risponde con un destro al corpo e un gancio sinistro al fegato che sembra scuotere Charlo. Canelo sta lavorando bene al corpo fino ad ora. (10-9 Canelo, 20-18 Canelo)

Round 3
Canelo non si siede tra i round. Charlo esce lavorando con il jab. Canelo risponde con un duro gancio destro al corpo dopo due jab leggeri. I colpi al corpo iniziano a farsi sentire. Charlo va a segno con un sinistro d’incontro mentre Canelo continua a lavorare al corpo. Charlo si muove meglio ora ma deve essere più attivo. Gancio sinistro per Alvarez. (10-9 Canelo, 30-27 Canelo)

Round 4
Alvarez colpisce con un forte gancio destro, ma Charlo risponde con due colpi a segno. Canelo, imperterrito, risponde con un altro gancio sinistro. Un destro fortissimo di Canelo colpisce la testa di Charlo. Un jab solido di Canelo va a segno negli ultimi secondi del round. (10-9 Canelo, 40-36 Canelo)


Round 5
Canelo fa passare un gancio sinistro attorno alla guardia di Charlo, andando a segno. Entrambi i pugili si scambiano colpi, con Charlo che sembra avere la meglio. Charlo inizia a muoversi lateralmente nel ring come prima, costringendo Canelo a inseguirlo. Jab sinistro per Canelo. Charlo risponde con una combinazione di tre pugni, ma Canelo colpisce al corpo e risponde con un destro. (10-9 Canelo, 50-45 Canelo)

Round 6
L’allenatore di Charlo, Derrick James, esorta il suo pugile a essere più consistente. Charlo colpisce con il jab. Canelo mette tanta energia nei suoi colpi, rischiando molto: potrebbe trovarsi a corto di energie sul finale se continua così. Per ora, sta muovendosi sul ring come vuole e sta ignorando i colpi di Charlo. Charlo riesce a piazzare un paio di jab che entrano nella guardia ma Canelo chiude Charlo all’angolo e lo tiene lì, colpendolo duramente al corpo, chiudendo con un montante al viso. (10-9 Canelo, 60-54 Canelo)

Round 7
Un destro atterra dietro l’orecchio di Charlo. Un altro destro importante passa la guardia seguito da un montante, costringendo Charlo a inginocchiarsi! Charlo si rialza. Canelo sferra un altro destro, costringendo Charlo a chiudersi. Charlo risponde con due ganci sinistri, ma Canelo continua a premere e ad avanzare. Una combinazione sinistro-destro attraversa la guardia di Charlo e lo colpisce in pieno. Gancio sinistro per Canelo. Nonostante il knockdown, Charlo reagisce bene. (10-8 Canelo, 70-62 Canelo)


Round 8
Charlo torna a muoversi agilmente sul ring con Canelo che lo insegue, cercando di chiudere. Bel lavoro al corpo da parte di Charlo seguito da un jab preciso. Gancio sinistro al corpo da parte di Canelo. Charlo sta avendo un bel po’ di problemi a tenere lontano Canelo. Ogni tanto riesce a piazzare un jab, ma non basta per tenere Canelo a bada. (10-9 Canelo, 80-71 Canelo)

Round 9
Charlo, in svantaggio di molti round, deve iniziare a mostrare più grinta. Charlo prova una combinazione, ma viene contrattaccato con un jab. Montante destro per Canelo. Un gancio sinistro spinge Charlo contro le corde. Un sinistro di Charlo seguito da un colpo al corpo. Una combinazione sinistri-destro fa muovere Charlo per evitare ulteriori danni. (10-9 Canelo, 90-80 Canelo)

Round 10
Montante a segno da Canelo seguito da un solido jab. Canelo piazza un gancio sinistro al petto di Charlo. Charlo risponde con un contro gancio sinistro che sembra cogliere di sorpresa Canelo, che tuttavia continua a premere contro l’avversario. (10-9 Canelo, 100-89 Canelo)


Round 11
Derrick James dice a Charlo che sta guardando Canelo boxare e che sta perdendo. Aggiunge che Canelo sta mostrando segni di stanchezza, esortando Charlo a combattere con più determinazione. Canelo spinge Charlo all’angolo e lo colpisce con un destro, costringendo Charlo a chiudersi. Charlo cerca di reagire, boxando di rimessa, ma senza riuscire a colpire in modo significativo. Scambio di jab. Destro e un altro destro incisivo per Canelo, seguito da un jab ascendente. Si va all’ultimo round. (10-9 Canelo, 110-98 Canelo)

Round 12
Charlo
accoglie Canelo con un jab. Deve essere più attivo. Un destro di Canelo passa dietro la guardia di Charlo, colpendo la tempia. Canelo continua a dargli la caccia e a premere, sebbene a un ritmo considerevolmente più lento. Ultimo minuto. Scambio di combinazioni. Gancio sinistro per Charlo e Canelo abbassa la guardia, rispondendo con un colpo al corpo che va a segno. Prestazione dominante di Canelo, che ha superato Charlo in ogni aspetto. I due pugili si abbracciano, mostrando rispetto reciproco. (10-9 Charlo, 119-108 Canelo)

Canelo conquista una dominante decisione unanime
I giudici assegnano il punteggio 119-108, 118-109 e 118-109 tutti a favore di Canelo Alvarez, che ottiene la sua 60ª vittoria professionale e diventa il primo uomo nell’era moderna a quattro cinture a registrare una terza difesa del suo titolo indiscusso di super medio. Dice a Jim Gray: “Nessuno può battere questo Canelo.


Il N°1 nella classifica “pound-for-pound” di BoxRec, Terence Crawford non è rimasto particolarmente colpito dalla prestazione di Jermell Charlo, che tuttavia si è dimostrato più che sicuro delle sue capacità nonostante la sconfitta:

Sono disposto a combattere chiunque, sai? Ehi, voglio combattere contro Terence Crawford. (…) Posso combattere contro Terence Crawford nella mia divisione di peso“, ha detto Charlo dopo l’incontro. “Sì, sì, so che è qua da qualche parte. Dillo a Terence. Sì, sì, combatterò contro Terence Crawford. Lascialo combattere contro Errol Spence o contro chiunque sia, fate quello che dovete fare, sto aspettando. Riprenderò subito ad allenarmi. Digli di non preoccuparsi.

Crawford, tuttavia, non ha preso alla leggera le parole di Charlo.


Il re pound-for-pound ha risposto con una raffica di tweet particolarmente offensivi.

[Charlo] ne sei uscito male. Non hai nemmeno provato a vincere, tutto quello che hai fatto è stato cercare di sopravvivere. Dovresti vergognarti di te stesso.

Ok, gente, ho finito [Charlo], non è più nella mia lista dei risultati. È andato là fuori, si è sdraiato e ha lasciato che Canelo lo sculacciasse come se fosse suo padre, senza alcun tipo di resistenza.


Congratulazioni Canelo, hai fatto sembrare il ‘leone’ un cucciolo.

Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...