Boxe - Guido Vianello sfiora la cintura WBC Silver dei pesi massimi di Efe Ajagba - Kombatnet

Boxe: Guido Vianello sfiora la cintura WBC Silver dei pesi massimi di Efe Ajagba

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Boxe: Guido Vianello sfiora la cintura WBC Silver dei pesi massimi di Efe Ajagba

Al termine di un match estremamente intenso e combattuto, il peso massimo italiano Guido Vianello ha dovuto accettare una amara sconfitta per split decision dal nigeriano Efe Ajagba all’American Bank Center di Corpus Christi, Texas, sabato 13 aprile 2024. L’atleta romano, nettamente sfavorito alla vigilia, ha disputato una prova eccezionale, mettendo seriamente in difficoltà il campione in carica, numero 4 del ranking WBC, senza tuttavia riuscire a strappargli la cintura.

Vianello, nonostante le due vittorie precedenti contro Curtis Harper e Moses Johnson, era considerato un outsider ed i bookmaker lo davano 6 a 1, ma per nulla intimorito è arrivato sul ring deciso a vedere il suo braccio alzato. “Oggi ho capito che vincerò qualcosa di importante” ha detto prima del match. Vianello aveva già fatto sparring con Ajagba e i due avevano partecipato entrambi alle Olimpiadi di Rio del 2016, venendo fermati agli ottavi di finale.

L’incontro è iniziato su ritmi blandi, con i due pugili che si sono studiati nel primo round senza affondare troppo i colpi.


Nel secondo round Vianello è riuscito a piazzare un poderoso destro che ha scosso Ajagba, mettendolo in grande difficoltà. Il romano ha continuato a pressare, ma purtroppo è incappato in una mezza scivolata che ha permesso al nigeriano di salvarsi prima del suono della campana.

Il terzo round è stato molto equilibrato, ed entrambi si sono affrontati a viso aperto senza tuttavia riuscire a prevalere in maniera netta l’uno sull’altro.

Nella quarta ripresa è stato il nativo di Ughelli a prendere in mano le redini del match, colpendo in maniera precisa Vianello con un montante destro che ha messo in difficoltà l’italiano.


Nei round successivi l’incontro si è mantenuto in perfetto equilibrio, con Vianello che si è aggiudicato con autorità il quinto round e probabilmente anche il sesto.

Nell’ultima parte Ajagba ha provato a cambiare la guardia per cercare di confondere l’avversario, ma Vianello è riuscito a chiudere meglio l’incontro, vincendo l’ultima ripresa.

Nonostante la prestazione superlativa offerta da Vianello, il verdetto finale è stato di split decision a favore di Ajagba che porta così le sue vittorie a 20 su 21 match, con due cartellini 9694 per lui ed uno 9694 per l’italiano. Una decisione molto discussa, vista l’ottima prova offerta dal peso massimo romano.


Il match è stato duro, il livello si è alzato, e penso che potevo fare qualcosa di più. Ho piegato uno dei più forti fisicamente, ma non mi fermo sul fatto che il match poteva essere mio, sarebbe uno sbaglio. Al secondo round l’ho scosso, poi sono scivolato e lui si è salvato. Aveva anche sbagliato angolo. A metà match potevo fare una azione più fresca, più dinamica. Poi l’ultimo round l’ho fatto come se non ci fosse un domani. Penso che il duro lavoro sia l’unico sistema per arrivare in alto. Bob Arum mi dava due riprese avanti. Ma ora si azzera tutto, imparando ovviamente da questo strepitoso match. Sono sicuro che vincerò qualcosa di bello, credo di avere le carte in regola per farlo

Un verdetto che lascia l’amaro in bocca, ma una prestazione che riempie di orgoglio. Guido Vianello può tornare a casa a testa alta dopo aver sfiorato l’impresa contro uno dei pesi massimi più quotati al mondo. Il romano ha dimostrato di avere le carte in regola per competere ai massimi livelli, sfatando i pronostici e mettendo in seria difficoltà il campione nigeriano.

Certo, il rammarico per quel secondo round in cui avrebbe potuto chiudere i conti rimarrà, ma Vianello può guardare al futuro con rinnovata fiducia. A 29 anni, il “Gladiatore” ha finalmente messo in mostra tutto il suo potenziale, regalando una serata di grande boxe ai suoi tifosi. E chissà che questa non possa essere la svolta decisiva di una carriera che, fino a oggi, non è riuscita a esprimersi pienamente.


Vianello ha dimostrato di meritare una chance importante: ora sta a lui continuare su questa strada per trasformare in realtà i suoi sogni di gloria.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Ti invieremo una mail di conferma: controlla la tua casella e clicca sul link al suo interno!

Leggi anche:

Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...