Badr Hari perde ancora contro Alistair Overeem carriera finita - Kombatnet News

Badr Hari perde (ancora) contro Alistair Overeem: carriera finita?

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Badr Hari perde (ancora) contro Alistair Overeem: carriera finita?

Il campione marocchino Badr Hari ha perso per decisione unanime contro l’olandese Alistair Overeem nel loro match di rientro nella kickboxing al Glory: Collision 4 l’8 ottobre 2022. Hari ha mostrato una grande resistenza lungo tutti i tre round del match ma non è stato capace di sconfiggere Overeem: tuttavia non ha gettato la spugna ed è arrivato fino alla fine, nonostante i durissimi colpi ricevuti.

L’evento tenutosi ad Arnhem, in Olanda, sarebbe stato un game-changer per entrambi i fighter, che si sono trovati faccia a faccia nuovamente per la prima volta in 13 anni: i due si erano già scontrati nel 2008 al Dynamite!! di Saitama, in Giappone, quando la vittoria è stata assegnata ad Overeem, e nel 2009, con Hari vittorioso, alla finale del K-1 World Grand Prix.

Alistair Overeem ha sconfitto Badr Hari - Kombatnet News
Alistair Overeem ha sconfitto Badr Hari

Si è trattato quindi dell’evento di chiusura della trilogia, ampiamente anticipato dal giusto hype e promosso dai fighter sui social media.


Nonostante le parole altisonanti spese dal marocchino, che sosteneva che Overeemnon sarebbe durato nemmeno tre minuti sul ring” con lui, Hari ha collezionato l’ennesima sconfitta, facendo discutere molti appassionati ed esperti sull’opportunità di un ritiro.

Dall’ultima vittoria contro Ismael Londt nel 2015 infatti Badr Hari non vince più: dopo essere stato sconfitto da Rico Verhoeven per un infortunio al braccio nel 2016 ha dovuto cedere la vittoria contro Hesdy Gerges (tramutata in un non-contest a causa dell’utilizzo di sostanze dopanti da parte di entrambi gli atleti). Ha poi subito un’altro terribile trauma alla gamba che gli ha impedito di battere Rico Verhoeven nel rematch; è stato in seguito sconfitto per TKO da Benjamin Adegbuyi nel 2020 ed ha perso per KO contro Arkadiusz Wrzosek nel 2021. I due si sarebbero dovuti scontrare in un rematch il 19 marzo 2022 a Glory 80 ma a causa di disordini sugli spalti, in quella che verrà ricordata come una delle pagine più brutte della storia degli sport da combattimento, il combattimento è stato annullato e dichiarato il no-contest.

Badr Hari perde contro Alistair Overeem - Kombatnet News
Badr Hari ha perso contro Alistair Overeem

Il che ci porta alla sconfitta contro Overeem nel loro terzo incontro ed a quelle parole dette subito dopo il match: “Penso che ci darò un taglio. Sto considerando un addio. Se non ci vediamo più, grazie mille per ogni cosa” ha detto Hari. In seguito ha detto di stare considerando il ritiro da un po’ di tempo, nel suo discorso al pubblico presente nella notte di “Collision 4“.


Badr Hari è stato una leggenda della kickboxing, capace di conciliare una tecnica sopraffina con una potenza senza pari, combinate ad un occhio eccezionale e ad una capacità di gestire spazi e tempi sul ring che non ha lasciato scampo ad avversari di altissimo livello. In 125 match ha scritto la storia della kickboxing e della K-1, portando a casa ben 106 vittorie. Poi, complici le ferite di battaglia, forse le molte sregolatezze e sicuramente l’inevitabile incedere del tempo, le magie sul ring alle quali ci aveva abituato sono diventati ricordi di un glorioso passato.

Al netto delle follie e degli eccessi del personaggio, il campione sportivo ci ha regalato delle perle che rimarranno scritte nella storia della kickboxing: ci piacerebbe ricordarlo al massimo della sua forma e non come una penosa imitazione del sé stesso dei tempi che furono.

Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.


Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...