Rest in pace ROGER MAYWHEATER

#fightingweeknews #boxe Oggi, #28march2020 la #mayweatherpromotions ricorderà, il suo amato #rogermayweather , con una #deathceremony dove parteciperanno vecchie glorie della #boxe , #pugili della #promotion e tanti altri ospiti.
Puoi seguire la diretta streaming #livestreaming :
https://mayweatherpromotions.com/

#floydmayweather #boxe #gloryofboxing #championsoftheworld #fightingnews #letstalkaboutfight #stormfighterstv

post by Marco Filippini

Jon Jones ARRESTATO!

#fightingweeknews #ufc #mma #jonbonejones è stato arrestato #arrested martedì nel #newmexico per detenzione illegale di arma da fuoco #gun e per guida in stato di ebbrezza. Intorno all’una del mattino, la polizia è intervenuta dopo numerosi rumori di colpi di pistola. Arrivati sul posto, hanno trovato l’imbattuto #worldchampion in stato confusionale e posto in stato di arresto. Dopo qualche ora, è stato rilasciato e posto agli arresti domiciliari sino al 9 aprile, data fissata per l’incontro con il giudice. Anche nel 2012 Jones Fu arrestato per guida in stato di ebbrezza, dopo aver fatto schiantare la sua #bentley su un palo. #jones ha più volte dichiarato pubblicamente di avere problemi con Alcol e cocaina #fightingnews #letstalkaboutfight #stormfighterstv

Organizzate il match: la metterò al TAPPETO!

#fightingweeknews #kickboxing Volano parole di sfida tra le due ex amiche #anissameksen e la #k1 Women’s #flyweight #champion #kana , che sabato scorso ha messo #ko la nostra connazionale #gloriaperitore con un destro devastante. Ora la #japanese ha pubblicamente lanciato la sfida alla #meksen due volte Campionessa mondiale #glorykickboxing <> #fightingnews #letstalkaboutfight #stormfighterstv

Canelo ha già dato il suo MASSIMO!

Canelo ha già dato il suo MASSIMO!

➡️ Segui Storm Fighters TV su Kombatnet!

<<#caneloalvarez è un grande pugile #boxeur, ma ha ormai raggiunto il suo massimo!>>

È quanto dichiarato dal #wbosupermiddleweight #billyjoesaunders 29-0 (14 #kos ) riferito al suo prossimo avversario #caneloalvarez 53-1-2 (36 #kos ), #boxematch previsto per il #2may2020, match che verrà molto probabilmente posticipato a causa del #coronavirus, sostenendo che il #mexican #boxeur abbia già raggiunto il limite di miglioramento, mentre lui, Billy, ha ampi margini di miglioramento. <<Non è solo una questione di soldi #moneyback! Sarei disposto a battermi con lui solo per il gusto della #victory e #glory #legacy >> 

#fightingweeknews #fightingnews #boxe #letstalkaboutfight

intervista sarah branchesi biologa nutrizionista kombatnet

Intervista a Sarah Branchesi, Biologa Nutrizionista e divulgatrice scientifica

Intervista a Sarah Branchesi, Biologa Nutrizionista e divulgatrice scientifica

➡️ Segui Sarah Branchesi su Kombatnet!

Ciao Sarah, grazie mille per la tua disponibilità!

Grazie a te per esserti interessato alla mia professione! 

Prima domanda tecnica: in molti confondono le varie figure: dietologa, dietista, nutrizionista. Puoi farci chiarezza al riguardo?

Certamente! Cercando di non dilungarmi troppo direi che la maggiore differenza sta nel fatto che per diventare dietista è necessaria una laurea triennale e a questo punto si possono elaborare diete che siano state prescritte da un medico.
Il biologo nutrizionista invece ha una laurea quinquennale, può elaborare diete autonomamente ma non può prescrivere farmaci. Invece il dietologo è laureato in medicina con specializzazione in alimentazione, è quindi un medico che oltre alla dieta può anche diagnosticare patologie e prescrivere i farmaci necessari. Chi scegliere dipende dalle esigenze e dalle problematiche della persona, ma la cosa secondo me più importante è sapere che non esistono altre figure riconosciute, quindi è importante diffidare da chi prescrive diete perché ha fatto il corso del fine settimana, soprattutto quando ci sono problematiche di salute è importante rivolgersi a veri professionisti.

Leggi tutto l’articolo…

Pesistica classica o allenamento funzionale per le arti marziali?

Pesistica classica o allenamento funzionale per le arti marziali?

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Partiamo dal presupposto che la preparazione fisico-atletica è fondamentale per poter fronteggiare un aggressione. Al pari di qualsiasi sport o arte marziale, essa costituisce il 50% del lavoro da svolgere. Puoi conoscere qualsiasi tecnica ma se dopo 20 secondi non hai più fiato soccomberai. In oltre le tecniche da combattimento necessitano elasticità e potenza per essere portate al massimo delle loro potenzialità. Tutti i corsi che non prevedono tale preparazione ma sostengono che la conoscenza di alcune tecniche possa da sola essere sufficiente, non sono da considerare assolutamente affidabili e veritieri.

Leggi tutto l’articolo…
le caratteristiche del fighter - antonino graziano sciuto - kombatnet

LE CARATTERISTICHE DEL FIGHTER (parte 2)

LE CARATTERISTICHE DEL FIGHTER (parte 2)

➡️ Segui Graziano – Fighter Coach su Kombatnet!

Prima di parlare delle caratteristiche specifiche di un lottatore, è doveroso fare una premessa sulla definizione di “condizione fisica” (dal latino conditio = condizione per qualcosa; e physĭcus, derivazione di phŷsis = natura).

Tale definizione è utilizzata come riepilogativa di tutti i fattori fisici, tecnico – tattici, psichici, cognitivi e sociali che presenta l’atleta durante la prestazione. Questi fattori, si possono suddividere in capacità organico – muscolari (dette impropriamente anche “condizionali”) e capacità coordinative.

Infine vi è una terza capacità che si pone a metà strada tra i due gruppi, ovvero la mobilità articolare (che non DEVE essere intesa come stretching), definibile come la capacità di eseguire i movimenti coordinati e con la massima escursione articolare possibile.

Leggi tutto l’articolo…
le caratteristiche del fighter - antonino graziano sciuto - kombatnet

LE CARATTERISTICHE DEL FIGHTER (Parte 1)

LE CARATTERISTICHE DEL FIGHTER (Parte 1)

➡️ Segui Graziano – Fighter Coach su Kombatnet!

“Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza, i caratteri più solidi sono quelli cosparsi di cicatrici” (Cit. Khalil Gibran)  

In tutti gli sport dell’era moderna, che si tratti di discipline di squadra o individuali, cicliche o acicliche, di situazione o meno, si è notato come ci fossero atleti molto più predisposti alla pratica di uno sport invece di un altro, predisposizione non solo a livello condizionale e coordinativo, ma anche e soprattutto a livello mentale.  

Leggi tutto l’articolo…
perche-un-fighter-non-puo-sollevare-peso-come-un-bodybuilder

PERCHE’ UN FIGHTER NON PUO’ SOLLEVARE PESO COME UN BODYBUILDER

PERCHE’ UN FIGHTER NON PUO’ SOLLEVARE PESO COME UN BODYBUILDER

➡️ Segui Graziano – Fighter Coach su Kombatnet!

Nello scorso post, ho parlato dei motivi per cui un Fighter non può allenarsi come un powerlifter.
Il messaggio che vi ho lasciato è riassunto in questi due punti:
  • Le alzate fondamentali praticate nel powerlifting non sono l’unico modo di poter allenare la forza;
  • Un integrazione di esercizi unilaterali negli allenamenti, dona un incremento della performance maggiore rispetto all’utilizzo delle sole alzate fondamentali.

Dopo l’articolo riguardante questo argomento sorge una domanda spontanea: come ci si deve organizzare per sollevare peso? Sicuramente non come un BodyBuilder.

Leggi tutto l’articolo…

Calci alti nella difesa personale, si o no?

Calci alti nella difesa personale, si o no?

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

La querelle sull’utilizzo dei calci alti in un contesto non regolamentare deve essere analizzata da diversi punti di vista.

E’ opinione comune, tra gli esperti del settore, che l’utilizzo di tali calci in un combattimento da strada sia poco utile e in alcuni casi sconveniente.

Causa l’abbigliamento che potrebbe non consentirlo e l’instabilità che ne deriverebbe. Ma chiedilo ad un Thai o Kick boxer e ti dirà il contrario.

Soggettivamente e personalmente ho utilizzato ed ho visto utilizzare questi calci con grande efficacia. Questi sono un arma potentissima e sfruttano l evidente effetto sorpresa.

Ma come tutte le armi hanno i pro e i contro. Se mi trovo su una scala non farò un calcio di rotazione così come non cercherò di proiettare il mio avversario a terra, rischiando danni anche io.

Allora il nocciolo sta nell’opportunità di allenarli per un contesto da strada. Ovviamente se sono un buon praticante di arti marziali o sport da combattimento che ha trascorso molte ore nel perfezionamento della tecnica e nello sviluppo delle funzionalità necessarie al loro utilizzo, ne potrò trarre un vantaggio.

Ma se il mio obbiettivo è esclusivamente quello di prepararmi a fronteggiare un aggressore nella vita quotidiana, sarà inopportuno impegnare molte ore del mio allenamento nel loro perfezionamento che richiede comunque anche determinate doti genetiche.

Ecco che, seguendo il principio “della semplicità ed efficacia”, sarà più utile concentrarsi sull’allenamento di tutte quelle parti del combattimento che necessita acquisire in una lotta senza regolamenti che sono comunque tante e diverse, per certi aspetti, dalla gara sportiva.

cos'è il sinawali

Cos’è il SINAWALI?

Cos’è il SINAWALI?

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Il Sinawali, derivante dal termine sawali (intrecciare).

Il sinawali é uno dei tanti stili d’eskrima. Nelle scuole moderne dell’arte filippina viene usato come una serie di tecniche cicliche in cui si andranno ad utilizzare principalmente due bastoni, ma possono essere applicate con qualsiasi arma da percussione o taglio ed anche a mani nude.

Questa manovra consentirà di sviluppare praticamente una serie di attitudini tali da creare una risposta automatica sia in difesa che in attacco.

Il paradosso del tombino

Il paradosso del tombino

➡️ Segui Graziano – Fighter Coach su Kombatnet!

Ciao a tutti ragazzi..

Un po’ di tempo fa, io e mia moglie Daniela ci siamo proprio un bel viaggio, Con destinazione Giappone e Malesia.

Abbiamo potuto ammirare i grattacieli, l’ordine e la spettacolare pulizia e gentilezza dei giapponesi e del loro territorio, in contrasto con la giungla della Malesia e come le tecnologie più evolute siano in contrapposizione con la tradizioni più antiche, tanto da lasciar a bocca aperta..

Detto ciò, una cosa che mi ha colpito in particolare e pure nel profondo, sono stati tombini del Giappone.

“I tombini del Giappone?”

Già.. Lo so è strano, ma lascia che ti spieghi…Leggi tutto l’articolo…

Perché imparare ad ATTACCARE?

Perché imparare ad ATTACCARE?

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Il motivo é molto semplice. Se non impari ad attaccare, non potrai difenderti da un’eventuale aggressione.

È paradossale, ma é la verità per due motivi:

1) non é possibile rimanere in difesa per sempre, dopo 2 parate (3 sono già troppe), un colpo sicuramente ti arriva;

2) se non impari ad attaccare e di conseguenza conoscere gli eventuali attacchi che l’aggressore potrebbe utilizzare, diventerai facile preda del tuo aguzzino.

Studiare l’attacco é fondamentale. Non si può sperare di conoscere due tecniche e risolvere in breve termine lo scontro. Ci vuole qualcosa in più e quel qualcosa in più è L’ATTACCO.

Seguiteci anche su:

➡ Facebook: https://www.facebook.com/AdvancedEskrimaSystem/

➡ Instangram: https://www.instagram.com/advanced_eskrima_system

➡ Blog: https://advancedeskrima.com

Quale triangolo (maschio, femmina) é meglio utilizzare per l’attacco e la difesa?

Quale triangolo (maschio, femmina) é meglio utilizzare per l’attacco e la difesa?

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Entrambi vanno bene sia per attaccare che per difendersi, in modi completamente diversi.

Immagina per un attimo di avere un bastone in mano e di muoverti all’esterno in diagonale a + 45° (triangolo femmina), in questo caso puoi andare a colpire direttamente la mano armata avversaria oppure la testa.

Il +45° non é un errore, anzi, prendilo come un consiglio. Soprattutto se ti trovassi in mano un arma medio/lunga, più esci meglio è. Mai laterale, ma diagonale. Il triangolo lo devi comunque rispettare, sarà con angolazione maggiore, ma se non seguissi questa regola ti troveresti troppo lontano per riuscire a colpire il malintenzionato.

Nel caso del triangolo maschio è la stessa cosa solo che si angola indietro (l’ho spiegato bene nel post precedente). Ovviamente anche in questo caso, come scritto sopra, bisogna fare attenzione ad uscire correttamente.

Bisogna comunque affrontare in maniera approfondita la questione sul come incontrare e seguire la forza e le possibilità che si hanno utilizzando i due tipi di triangoli, i lati positivi e negativi di queste due manovre molto interessanti.

A.E.S. Advanced Eskrima System

A.E.S. Advanced Eskrima System

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Una scuola di nuova concezione nello studio e nell’insegnamento della lotta con armi da taglio, da percussione e a mani nude, in ambito non regolamentare.

Perché scegliere Advanced Eskrima System?
• Innovativa non nella creazione di nuove tecniche o figure (in tremila anni di storia marziale è stato oramai codificato di tutto e l’uomo continua ad avere due braccia e due gambe), ma nella realizzazione di un nuovo sistema didattico, di apprendimento e di scelta delle tecniche più consone ed efficaci al raggiungimento dell’obbiettivo;

• innovativa per l’approccio marziale tradizionale dell’insegnamento e il conseguente apprendimento delle tecniche selezionate, attraverso la ripetizione continua delle tecniche fondamentali, usando diverse formule;

• marziale perché si vogliono anche mantenere quei principi filosofici, mentali e spirituali che hanno contraddistinto le arti da combattimento per secoli;

 semplicità, efficacia e veridicità sono i pilastri fondamentali nella scelta ed applicazione delle tecniche utili allo scopo fondamentale, fronteggiare un’aggressione;

 obbiettivo ultimo dell’A.E.S. sarà creare competenze tali da far si che il praticante abbia un’ottima difesa a mani nude e con le armi, che siano da percussione o da taglio. Così facendo avrà buone possibilità di difendersi in diverse circostanze. Analisi e studio degli aspetti psicologici tattici sono parte integrante del Sistema.

Cosa vogliamo?
• formare istruttori a livello nazionale (per divulgare il nostro sistema), con almeno 3 anni nel settore marziale e/o nella difesa personale.

Cosa stiamo cercando?
• persone che vogliano apprendere non solo la difesa a mani nude, ma anche quella armata;

• persone serie, decise ed umili che abbiano una sana passione per le arti marziali e combattimento nella sua forma pura.

In questo primo modulo si effettuerà un’analisi di tutti gli elementi di base del combattimento allenati secondo diverse combinazioni. Lo studente verrà sempre stimolato a non creare sistemi fissi ma ad adattare logicamente questi elementi alle diverse situazioni.

Seguiteci anche su:

➡ Facebook: https://www.facebook.com/AdvancedEskrimaSystem/

➡ Instangram: https://www.instagram.com/advanced_eskrima_system

➡ Blog: https://advancedeskrima.com

QUANDO IL COACH DICE: “NELLO SPARRING ANDATE PIANO E CONTROLLATI!!!” (Parte 2)

QUANDO IL COACH DICE: “NELLO SPARRING ANDATE PIANO E CONTROLLATI!!!” (Parte 2)

➡️ Segui Graziano – Fighter Coach su Kombatnet!

Ciao a Tutti!
Se non lo hai ancora letto, ti consiglio caldamente di farlo subito…
Ciò detto, come preannunciato, adesso parleremo delle 5 cose da NON fare assolutamente durante lo Sparring, sei pronto?
Bene, cominciamo…

Leggi tutto l’articolo…

Condizione bianca – gialla – rossa

Condizione bianca – gialla – rossa

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Quando siete addormentati o ve ne andate in giro svagati e distratti, senza aspettarvi nulla di male, vi trovate al più basso livello possibile di prontezza. Io la chiamo “Condizione Bianca“: una zona in cui siete inermi, vulnerabili, in un atteggiamento di negazione del pericolo. La condizione bianca é quella delle pecore, delle prede.


Quando salite a livello basilare di allerta e prontezza, psicologicamente preparati al combattimento, entrate nella “Condizione Gialla“.  I cani, che sono predatori per natura, raramente escono dalla condizione gialla: sono sempre pronti a giocare, combattere, saltellare, accoppiarsi, correre. Sono totalmente orientati alla sopravvivenza. Anche i guerrieri devono sforzarsi di vivere in una perenne condizione gialla. Un guerriero cerca sempre di sedersi con le spalle alla parete.

Non c’è una specifica frequenza cardiaca associata alle condizioni bianca o gialla: la differenza è più psicologia che fisiologica. Man mano che il livello ti attivazione e di allerta cresce, è possibile associare alle varie condizione altrettanti livelli di frequenza cardiaca.

Nella zona compresa tra i 115 e i 145 battiti per minuto (bpm) si è nelle condizioni ottimali di performance per la sopravvivenza e il combattimento. Chiamiamola “Condizione Rossa“. Le abilità motorie complesse e i tempi di reazione visuale e cognitiva sono ai loro massimi livelli, ma si comincia a pagarne un prezzo: a partire dai 115 bpm, le abilità motorie fine cominciano a deteriorarsi.

Estratto del libro: On Combat (Dave Grossman).

Psicologia e fisiologia del combattimento in guerra e in pace.

Edizioni Libreria Militare

QUANDO IL COACH DICE: “NELLO SPARRING ANDATE PIANO E CONTROLLATI!!!” (Parte 1)

QUANDO IL COACH DICE: “NELLO SPARRING ANDATE PIANO E CONTROLLATI!!!” (Parte 1)

➡️ Segui Graziano – Fighter Coach su Kombatnet!

Alla fine di ogni round di sparring ed il vostro coach vi dice di cambiare compagno, c’è sempre qualcuno che viene lasciato fuori. E quel qualcuno spesso e volentieri e uno di quelli che durante lo sparring combatte come se dovesse vincere il titolo mondiale..

Leggi tutto l’articolo…