LINEA DI COMBATTIMENTO – DIAGONALE E PIEDE PERNO

LINEA DI COMBATTIMENTO – DIAGONALE E PIEDE PERNO

➡️ Segui YARI ASHIGARU – Filippo Esposto su Kombatnet!

Per LINEA DI COMBATTIMENTO si intende quella linea immaginaria che si forma tra le due linee frontali di colpi; i due atleti sono uno di fronte all’altro.

Sulla linea di combattimento arrivano tutti i colpi portati frontalmente (asse longitudinale).

Per DIAGONALE si intende, quindi, quella linea immaginaria posta al di fuori della linea di combattimento (asse sagittale); in questo caso solo l’atleta che utilizza la diagonale può portare colpi diretti (lui è posto frontalmente rispetto al suo avversario), mentre il suo avversario (posto momentaneamente in uno svantaggio tattico) può portare solo colpi laterali o aperti (side kick, back-fist, gancio aperto, …).

Per essere precisi la diagonale va eseguita con uno spostamento e una rotazione del busto (utilizzando il piede perno).

Il PIEDE PERNO e la rotazione del corpo che avviene sull’avampiede, immaginando di avere la punta di un compasso fissa a terra e il corpo che ruota come la matita in un ipotetico semicerchio.

Il piede perno andrebbe sempre eseguito con un semi-spostamento iniziale altrimenti rischiamo di uscire solo parzialmente dalla linea (la gamba ad esempio resta sulla linea di combattimento e può essere colpita con un low kick).

È di fondamentale importanza effettuare dei movimenti corti, stabili (senza sbilanciamenti) e veloci. La guardia può essere tenuta in due modalità: 1) braccio avanti esteso e in controllo dell’avversario (longilineo Vs brevilineo, oppure tecnico vs offensivo) 2) guardia molto chiusa (utilizzata da un brevilineo vs longilineo, offensivo vs tecnico).

La prossima settimana parleremo di spostamenti e semi-spostamenti!

Vi aspettiamo su Fighting Zone!

MIDDLE KICK

MIDDLE KICK

Il middle kick è un calcio circolare che può essere portato con la gamba arretrata (normale o con il chick kick) o con la gamba avanzata (con semi-spostamento o con semplice rotazione dell’anca).

Il “classico” middle kick viene eseguito in piena potenza con la gamba arretrata:

a) ruotando l’anca

b) portando il braccio corrispondente alla gamba all’indietro

c) portando il braccio opposto al volto il protezione

d) ruotando il piede d’appoggio

e) avvitandosi leggermente verso l’alto

f) *facendo un semi-spostamento con la gamba avanti

Una variabile che io utilizzo è quella dell’uscita dalla linea con apertura delle gambe (saltello), abbassamento del baricentro (la gamba è più flessa) e utilizzo prevalente dell’anca.

Il middle kick può essere portato per colpire il braccio ed indebolirlo/rallentarlo oppure per colpire costole o zone sensibili (fegato/milza).

Solitamente si preferisce bersagliare il braccio per evitare di colpire il gomito, ma un atleta tecnico, aspettando il momento opportuno, eviterà di arretrare troppo il baricentro e colpirà il suo avversario prevalentemente di tibia.

Nella maggior parte dei casi il colpo viene eseguito in potenza e non frustato (opzione invece più frequente per gli high kick di cui parleremo più avanti).

L’allenamento più comune è quello ai Peao o al sacco (che aiuta molto anche a condizionare le tibie), ma il lavoro a coppie aiuta a sviluppare meglio le linee di attacco, ad avere una superficie di impatto più realistica, a colpire con la tibia o collo-tibia e, nella fase difensiva, ad assorbire il colpo (mettendo la mano opposta a protezione del braccio), ad afferrare la gamba da fuori oppure restando coperti ed eseguendo una presa dall’alto o dal basso.

Vi aspettiamo su FIGHTING ZONE!

 

INVITO A COLPIRE

12) INVITO A COLPIRE
Atteggiamento provocatorio dove si porta a scoprire parzialmente o completamente la propria guardia (oppure si simula un’inferiorità tattica) al fine di indurre il nostro avversario a scoprirsi portando una tecnica da noi voluta. Questo “rischio” fa sì che il nostro avversario sia prevedibile e noi possiamo mettere in atto la nostra tattica (ad esempio colpo in anticipo, di incontro o contrattacco)
Quando l’azione è “palese” l’atteggiamento di spavalderia può essere sintomo di insicurezza o (presunta) superiorità tecnica.
Quando l’azione è parziale questo può significare uno studio attento dell’avversario (“non devo farmi accorgere troppo dell’invito altrimenti non cadrà nella trappola”) oppure un nostro limite tecnico (l’azione non è voluta).
Solitamente l’invito riguarda il volto (Jab o guardia bassa), meno frequentemente il corpo (fegato, milza, bocca dello stomaco) oppure la guardia tenuta laterale (invito per low kick).
Se per le finte (vedi discussione 11 Fighting Zone) il bagaglio tecnico deve essere elevato per gli inviti è ancora più importante avere il controllo totale della situazione di gara: nel caso di una finta non riuscita possiamo al massimo non colpire l’avversario, in un invito non eseguito correttamente si può correre il rischio di subire un KO! Per questo motivo le azioni mirate all’invito vengono meno studiate ed eseguite in palestra.
OSU

come far crescere il tuo business gratis con kombatnet

Come far crescere il tuo business con Kombatnet

Come far crescere il tuo business GRATIS con Kombatnet

Trucchi e consigli per massimizzare i profitti per la tua palestra, il tuo evento per fighter o la tua attività professionale

Se la tua attività è legata al mondo delle arti marziali e delle discipline da combattimento, Kombatnet è il posto perfetto per far crescere il tuo business senza alcun investimento economico. 

Kombatnet è un social network in continua crescita con migliaia di visualizzazioni giornaliere: farne parte significa aumentare in maniera esponenziale la visibilità dei propri post e far conoscere a tutti le tue attività ed i tuoi progetti!

Milioni di visitatori su Kombatnet

Anche con poco tempo a disposizione otterrai risultati incredibili nelle crescita del tuo business grazie ad una caratteristica che rende Kombatnet speciale: è una fucina di atleti, palestre, negozi, professionisti e figure selezionate attorno al mondo dei fighter. 

Ogni tuo post verrà visto unicamente da persone realmente interessate massimizzando così il ROI (Return Of Investment, Ritorno dell’Investimento).  

Segui questa guida ed inizia subito a far crescere il tuo business con Kombatnet!

  1. Iscriviti ora a Kombatnet 
  2. Inizia a postare
  3. Crea un gruppo
  4. Crea la tua scheda fighter
  5. Crea un annuncio sul Marketplace
  6. Scrivi un articolo sul blog
  7. Fai crescere i tuoi punti
  8. Condividi i tuoi post 
  9. Invia messaggi privati
  10. Aggiungi amici

1. Iscriviti ora a Kombatnet e compila il tuo profilo al 100%

L’iscrizione a Kombatnet è completamente gratuita, come per qualsiasi altro social network.

Al momento dell’iscrizione ricordati di specificare la disciplina praticata e la tua professione, ruolo o attività. Una volta iscritta/o riceverai una email con un link sul quale dovrai cliccare per attivare l’iscrizione.

Essere correttamente profilati è la base per migliorare in maniera esponenziale la propria visibilità sul network.

Una volta iscritto non dimenticare di caricare un avatar (immagine di profilo) ed una immagine di copertina: non c’è cosa peggiore di un profilo utente incompleto ed anonimo per chi vuole conoscere le tue iniziative! Potrai scegliere in seguito quali campi nascondere al pubblico e quali lasciare visibili nel tuo profilo.

Ricordati che la qualità paga: caricare come immagine di profilo uno screenshot del cellulare non è sinonimo di professionalità.

Cerca di impiegare qualche minuto per editare con qualche software professionale (come The Gimp) la tua immagine di copertina ed il tuo avatar in modo che si integrino perfettamente nel tuo stile comunicativo. Includi il tuo logo, scegli attentamente i colori, le font e centra perfettamente l’immagine in modo che sia visualizzata correttamente sia sui dispositivi mobile che desktop.

2. Inizia a postare contenuti di qualità

Inizia subito a creare engagement postando le foto dei tuoi allenamenti, commentando i post di atleti, consigliando il tuo prodotto e proponendo i tuoi eventi.

Ricordati di dare uno stile uniforme ai tuoi post promozionali in modo che siano facilmente riconoscibili mentre si scorre la bacheca. Includi magari il tuo logo o la tua filigrana in ogni post e non dimenticare di promuovere il brand.

Dopo aver controllato la sintassi (non c’è nulla di peggio che un post promozionale pieno di errori e formattato male) cerca di separare le frasi limitando la comunicazione allo stretto indispensabile per migliorare la lettura.

I post di Kombatnet

Ricordati che puoi utilizzare le emoji per sottolineare concetti importanti con icone comunemente riconosciute.

Su Kombatnet è anche attiva una formattazione di base (“Markdown”) che consente di inserire grassetto, italico, liste puntate e numerate, testo barrato ed anche codice nei post, per migliorare ulteriormente la lettura.

In ogni post potrai taggare i tuoi partner commerciali e/o le persone rilevanti per la tua comunicazione, digitando @nomeutente (sostituisci “nomeutente” con il nome dell’utente che vuoi taggare).

In conclusione del post usa gli hashtag per consentire una migliore indicizzazione: ricordati che gli hashtag hanno anche una meta-funzione descrittiva che consente a tutti di definire il contesto in cui si vuol far ricadere il post. Ovviamente ogni hashtag ha una propria raccolta di post accomunati dallo stesso tag.

Allega sempre, se puoi, ai tuoi post una immagine: oltre ad essere molto più interessante, aumenta le probabilità che l’utente interrompa lo scorrimento dei post per fermarsi a leggere il tuo.

Inoltre i post con immagini vengono normalmente inclusi all’interno del repost ricorrente chiamato “Le ultime 100 immagini da Kombatnet” che vengono condivise su vari social network taggando gli utenti che ne fanno parte.

3. Crea un gruppo / partecipa ai gruppi

Su Kombatnet è possibile creare gruppi pubblici, privati o segreti dove poter condividere i tuoi post e sviluppare i tuoi argomenti preferiti.

I gruppi sono un potentissimo strumento di comunicazione e di marketing.

Kombatnet è un social network naturalmente profilato ma potresti aver bisogno di rivolgerti ad una cerchia ancora più ristretta di fighter (ad esempio solo i praticanti di una specifica arte marziale).

I gruppi di Kombatnet

Potrai controllare e gestire il gruppo come amministratore moderandone i contenuti e promuovendo eventi legati alla tua attività.

Ogni utente del gruppo sarà notificato via email ed internamente a Kombatnet su nuovi post ed aggiornamenti, massimizzando l’engagement.

4. Crea la tua scheda fighter

Su Kombatnet puoi creare la tua scheda fighter ed entrare nel più grande database di fighter esistente. Sono il modo migliore per farsi conoscere e scoprire da promoter, sponsor, organizzatori, giornalisti, fan ed appassionati.

Potrai inserire:

  •  Immagine di profilo
  •  Nome e cognome
  •  Sesso
  •  Data di nascita 
  •  Nazionalità
  •  Residenza
  •  Peso
  •  Altezza
  •  Disciplina praticata
  •  Introduzione atleta 
  •  Federazioni di appartenenza
  •  Numero di vittorie
  •  Numero di sconfitte
  •  Numero di pareggi
  •  Palestre frequentate
  •  1 video dei propri match/highlights
  •  Fight history comprendente evento, data, risultato, nome dell’avversario, disciplina, livello, metodo (ko, submission, abbandono, eccetera), categoria di peso, round finale e minutaggio
Scheda fighter - Kombatnet

Volendo sarà poi possibile sbloccare ulteriori campi aggiuntivi per una cifra IRRISORIA (€ 10 all’anno…!) ed avere la possibilità di inserire:

  •  un indirizzo email (nascosto) che consentirà a promoter, aziende e sponsor, enti, fan e appassionati di contattarvi tramite un modulo contatti presente in fondo alla scheda
  • un numero di cellulare per farvi contattare direttamente dalla scheda: il visitatore potrà chiamarvi o inviarvi un messaggio su WhatsApp solo con un click!
  • 30 foto ad alta risoluzione, da poter usare anche per rendere immediatamente disponibili a giornalisti, promoter e grafici le vostre immagini da usare per locandine, manifesti, video
  • 5 video dei vostri match o highlights da Youtube!
  • Link al proprio profilo Instagram, Facebook, Twitter, per aumentare follower grazie al traffico da Kombatnet

Le schede sono ottimizzate al massimo per la SEO e vengono perfettamente indicizzate da tutti i motori di ricerca: inoltre presentano, alla base, una serie di pulsanti per la condivisione rapida sui social e via email ed in cima il numero di visualizzazioni giornaliero e totale.

5. Crea un annuncio sul Marketplace

Su Kombatnet puoi vendere ed acquistare prodotti per la tua palestra, far crescere GRATIS il tuo ecommerce e fare pubblicità GRATUITA ai tuoi eventi.

Potrai inoltre promuovere lezioni e corsi in palestra ed online, vendere tuoi prodotti personalizzati (fasce, guantoni, sacchi, magliette).

Inoltre gli annunci base (7 giorni) sono 0% FEE: Kombatnet non trattiene nessuna percentuale sulla vendita!

Volendo si può scegliere una soluzione sponsorizzata per aumentarne ulteriormente la visibilità.

Annunci sul Marketplace di Kombatnet

6. Scrivi un articolo sul blog

Su Kombatnet puoi scrivere articoli nel blog perfettamente indicizzati su Google e guadagnare enorme visibilità.

Puoi cominciare a scrivere subito un articolo nel blog andando sul tuo profilo > blog > crea.

Ricordati di aggiungere una immagine in formato .jpg delle dimensioni di 1500x1500px e specificare un titolo accattivante.

Ricorda: più testo e parole chiave utilizzerai per i tuoi articoli e più verranno indicizzati correttamente dai motori di ricerca, ottenendo quello che viene comunemente chiamato “traffico da ricerca organica”.

Gli articoli del blog possono essere formattati grazie al Rich Text Editor e possono includere immagini e video, nonché link che puntino esternamente ai tuoi prodotti o servizi. 

7. Fai crescere i tuoi punti

Su Kombatnet è attiva una raccolta punti che ti consente di ottenere eccezionali omaggi come pubblicità gratis in tutto il nostro network, interviste esclusive, schede tecniche per atleti e palestre. 

Potrai acquisire punti:

✅ entrando su Kombatnet!

✅ aprendo nuove discussioni

✅ commentando altri post

✅ ripostando link di Kombatnet su Facebook, Instagram, Twitter, Whatsapp, Telegram, tramite il tuo social preferito oppure via email

✅ facendo iscrivere tuoi amici tramite un link personalizzato (Referral Link Campaign)

✅ aggiungendo nuovi amici

✅ postando annunci nel blog… 

Praticamente ogni azione all’interno di Kombatnet genererà punteggio extra! 

Con i punti accumulati avrai diritto ad OMAGGI ESCLUSIVI all’interno del nostro network: da CAMPAGNE PUBBLICITARIE solo per te a SCHEDE PUBBLICHE PER ATLETI/PALESTRE/ENTI/AZIENDE E PROFESSIONISTI, INTERVISTE ESCLUSIVE e molto altro ancora, fino ad arrivare all’ambito BADGE KING / QUEEN con la CORONA DI KOMBATNET per gli utenti più attivi! 

Numerosi altri omaggi verranno poi messi in palio nel corso del tempo.

Puoi trovare il regolamento dell’iniziativa a questo indirizzo:

8. Condividi i tuoi post

Puoi condividere ogni post che hai realizzato su Kombatnet sugli altri social network cliccando sull’icona a forma di catena presente di fianco all’orario di pubblicazione in ogni post: in questa maniera verrà copiato il link diretto al post che potrai incollare direttamente nei tuoi post su Facebook, WhatsApp, Telegram, Twitter, LinkedIn e via dicendo.

Puoi anche ripostare post che ti riguardano sulla stessa Kombatnet riportandoli in alto nel feed. Poiché Kombatnet presenta i post in ordine cronologico, ripostare messaggi che sono scesi troppo aiuta a far loro riguadagnare visibilità.

9. Invia messaggi privati

Su Kombatnet è possibile inviare messaggi privati e creare chat di gruppo in tempo reale, esattamente come con un qualsiasi messenger o social!

Scrivere in privato può aiutare, nel rispetto della netiquette, delle norme antispam e del regolamento di Kombatnet, ad aumentare in maniera considerevole l’efficacia della propria comunicazione.

10. Aggiungi amici

Come su tutti i social network è possibile aggiungere amici, seguirli o meno, mettere like ai loro profili.

A questo indirizzo trovi tutti gli utenti ed un motore di ricerca che ti consentirà di cercare ed aggiungere persone che già conosci o che vuoi contattare.

Hai ancora bisogno di informazioni su come far crescere il tuo business con Kombatnet? Consulta la guida o scrivici ad [email protected] e saremo lieti di aiutarti!

tattica e strategia

TATTICA E STRATEGIA

TATTICA E STRATEGIA

➡️ Segui YARI ASHIGARU – Filippo Esposto su Kombatnet!

In modo semplice possiamo definire la tattica come la singola azione stabilita in base al momento (cosa faccio ad inizio ripresa per esempio), all’azione avversaria (cosa faccio se l’avversario tira un low kick) e ad altre variabili (…).
La strategia possiamo definirla come il perseguimento di un fine a lungo termine (esempio vittoria) attraverso più azioni (o tattiche).

A volte la tattica è perdente (non sta parando i low kick, sta perdendo sulla carta), ma la strategia è vincente (prima del match si è deciso di non parare i low kick per far abbassare la guardia all’avversario e sferrare al momento giusto il destro del KO).

A volte però la strategia vincente può risultare troppo costosa in termini tattici (cosiddetta vittoria di Pirro) quando ad esempio ho un taglio pericoloso, una costola crinata, una tibia aperta… ma continuo e vinco il match (“il gioco vale la candela?”).
Nel caso di una gara importate sicuramente siamo disposti ad accettare una perdita tattica maggiore, mentre in una gara meno importate no.

Vi aspettiamo su FIGHTING ZONE!!

AZIONI DI FINTE

AZIONI DI FINTE

➡️ Segui YARI ASHIGARU – Filippo Esposto su Kombatnet!

DEFINIZIONE
Finta: azione simulata, accennata portata per distrarre/ fuorviare l’avversario al fine di eseguire una manovra già elaborata precedentemente (vedi tattica/ strategia, discussione 10 sul gruppo Fighting Zone).

Le finte possono essere eseguite in modo accennato (piccolo movimento del corpo) o quasi completo (porto un low kick, ma cado avanti all’ultimo istante cambiando guardia e sferrando una ginocchiata con la gamba opposta).
Possono riguardare i colpi (finta di Jab, di ginocchio), il corpo (inclino il busto per fingere un montante al corpo e poi tirare un diretto corto al corpo/volto) la linea (finta di colpire in alto e poi colpisco in basso), i movimenti (fingo di entrare in linea e poi faccio una diagonale, ad esempio per una spazzata, fingo di fare un passo avanti per poi uscire e rientrare su attacco avversario), gli atteggiamenti (ad esempio posso simulare una difficoltà per far avanzare il mio avversario e colpirlo d’incontro oppure posso simulare di non aver sentito il colpo al fegato per evitare che il mio avversario ne approfitti), il luogo (fingo di essere capitato all’angolo, quando in realtà l’ho voluto), il tempo (solitamente le finte vengono effettuate all’inizio del match quando si studia l’avversario e le sue risposte).

Da questa complessità di azioni comprendiamo come un buon coach non può sempre lasciare al caso o alle singole capacità dell’atleta tali azioni, ma sempre più spesso è necessario elaborare e provare queste azioni in palestra.
La coordinazione deve essere elevata e il bagaglio tecnico necessario per effettuare tali azioni deve essere completo altrimenti l’azioni di finta risulta lenta, prevedibile o goffa.

Tu lavori in palestra su tutte le finte elencate?

THE BOXER – IL FILM

Siamo a Belfast dove la guerra civile la fa da padrone della vita di tutti i giorni. Una città stanca del disordine, martoriata dalla violenza. Daniel Day Louis veste i panni di  Danny Flynn che ha scontato la pena di 14 anni per atti di terrorismo. Danny ha ora 32 anni ed ha scontato la sua pena, la sua vita è cambiata, la sua carriera da pugile stroncata e l’amore della sua vita, Maggie (Emily Watson), per decisione del padre, si trova in un infelice matrimonio con un membro del partito.Una volta fuori dal carcere Danny vuole riprendere tra le mani la sua vita, riprendere a combattere e soprattutto riavvicinarsi a Maggie. Il padre, il marito e l’IRA stessa si oppongono, sono sotto serie minaccia. Il pugile ritorna alla sua vecchia palestra e insieme al suo vecchio manager Ike (Ken Stott), cerca di rimetterla in piedi per dare un luogo di aggregazione che non abbia nulla a che fare con la religione, la politica e l’odio.La storia intreccia perfettamente avvenimenti socio politici con lo sport e la storia d’amore. Ancora una volta ci viene fatto vedere come lo sport, in questo caso il pugilato diventano un mezzo per affrontare con sfrontatezza le difficoltà della vita, ci dimostra quanto le palestre sono centro di aggregazione privo di minacce e discriminazioni.

Leggi tutto l’articolo…

Gli sport da combattimento per educare i bulli

Gli sport da combattimento per educare i bulli

Gli sport da combattimento per educare i bulli

➡️ Segui Fight Town Store Italia su Kombatnet!

Cerchiamo di fare un minimo di chiarezza e di parlare seriamente anche dei carnefici di uno dei problemi che, molto spesso nel silenzio affligge scuole, luoghi di lavoro e altri ambienti di aggregazione. L’argomento è delicato, su questo non ci sono dubbi e una miriade di opinioni e soluzioni vengono proposte all’ordine del giorno da politici, associazioni ed educatori. Quello che però, buona parte di queste persone si dimentica di ipotizzare, probabilmente inconsapevolmente, è di proporre l’educazione marziale e gli sport da combattimento come soluzione al bullismo. Non possiamo di certo dire che sia la soluzione ultima, c’è molto lavoro da fare in tutti i settori, ma possiamo dire con certezza che sarebbe un grande aiuto a tutta la società. Cerco di affrontare questo argomento con cognizione di causa forte della mia esperienza di questo ambito sportivo. Proviamo allora insieme a vedere come gli sport da combattimento possono (potrebbero) educare un bullo. 

Leggi tutto l’articolo…

convenzione ryell kombatnet

Convenzione tra Kombatnet e Ryell Sportswear!

Convenzione tra Kombatnet e Ryell Sportswear!

➡️ Segui Ryell su Kombatnet!

🏆 Continua la convenzione tra 👉 Kombatnet e 👉 Ryell Sportswear, uno dei più importanti capi di abbigliamento sportivo italiani, 100% MADE IN ITALY, che vanta collaborazioni in tutto il mondo con atleti di altissimo livello!

👉 Fino al 31/12/2020 gli iscritti a Kombatnet avranno la possibilità di acquistare con il codice sconto 👉 KOMBATNET all’indirizzo 👉 https://www.ryell.it/negozio/ ogni capo di abbigliamento scontato del 👉 10%; se si iscriveranno al sito web otterranno addirittura uno 👉 sconto del 15%!

Completo Hitech DRAGON
Completo Hitech DRAGON

Che aspettate? Correte ad acquistare capi di abbigliamento Ryell e 👉 postate subito le vostre foto su Kombatnet, verrete ripostati in tutto il network!

Segui i fighter di Kombatnet che vestono Ryell!

Martina Polsinelli

Stefano “Orso” Meneghel

fighter lives matter

Fighter lives matter

Fighter lives matter

➡️ Segui Kombatnet Community su Kombatnet!

L’ultima doccia fredda sugli sport da combattimento è arrivata ieri, 24 giugno 2020.

Mentre il ministro Spadafora si dimostrava possibilista riguardo la riapertura delle palestre e degli eventi di sport di contatto (comprendente quindi il mondo delle discipline da combattimento e delle arti marziali, ossia il mondo di Kombatnet), il Comitato Tecnico Scientifico decretava: niente riapertura. Ancora una volta.

Pare, queste le motivazioni sul tavolo, che non sussistano ancora le condizioni di sicurezza tali per far cadere l’ultimo sigillo, quello apposto sulla distanza di un metro durante gli allenamenti.

Lo stesso Spadafora si dimostra sconcertato rispetto a questa decisione e prende posizione pubblica in linea con i suoi recenti interventi sulle pagine delle varie federazioni: non dimentichiamo che a fianco della sanità e della sicurezza (che di norma dovrebbe stare “über alles“, “sopra ogni cosa”) camminano con passo deciso le sue due sorelle: “politica” ed “economia“, che non temono di far sentire la loro voce.

In epoca di caos la ridefinizione degli equilibri si gioca su alleanze, tattiche e strategie: il momento che stiamo vivendo non è da meno e sempre di arte della guerra si tratta.

Leggi tutto l’articolo…
Kombatnet - Intervista a Francesco La Fauci di Storm Fighters TV

Intervista a Francesco La Fauci di Storm Fighters TV

Intervista a Francesco La Fauci di Storm Fighters TV

➡️ Segui Storm Fighters TV su Kombatnet!

Ciao Francesco, grazie per la tua disponibilità!

Ciao ragazzi. Grazie a voi per l’opportunità.

Partiamo dall’inizio: come nasce Storm Fighters TV?

Era un progetto messo in cantina da anni ovvero realizzare un canale dedicato a tutti coloro che, come me, desideravano conoscere meglio gli sport da combattimento e le arti marziali, ottenere informazioni, curiosità, conoscere atleti professionisti o qualche arte marziale nuovo o poco conosciuta.

Così ho messo assieme quelle che sono le mie competenze acquisite negli anni, partendo dalla mia conoscenza negli SDC (Sono maestro di Kickboxing), la passione per lo “speakeraggio” (da giovane facevo il dj) ed il mio attuale lavoro ovvero allestimento eventi, fornendo servizi di streaming con camere e telecronache negli eventi live.

Leggi tutto l’articolo…
graziano falzone per kombatnet

Intervista a Graziano Falzone

Intervista a Graziano Falzone

➡️ Segui Graziano Falzone su Kombatnet!

Salve Graziano, grazie mille per la tua disponibilità! 

Grazie tante a voi per avermi invitato a questa intervista!

A differenza di molti questo periodo di quarantena per te non è stato un periodo di pausa, vero? Raccontaci delle tue attività durante il lockdown.

Diciamo che per carattere sono una persona che non ama stare con le mani in mano, cerco sempre di sfruttare il tempo qualunque sia la condizione pur di riuscire a trarne qualcosa di buono, e visto il mio progetto sulla realizzazione della nuova promotion KUMITEVENT ho deciso di iniziare a lavorarci durante il lockdown pur essendo in quarantena e in un periodo buio per il mondo intero vista la pandemia, ma che sapevo prima o poi sarebbe finita e così il tempo speso non sarebbe stato tempo perso.

Logo Kumitevent
Leggi tutto l’articolo…

Intervista a Davide Armanini

Intervista a Davide Armanini

➡️ Iscriviti ora su Kombatnet! È free!

Salve Davide, grazie mille per la tua disponibilità ed il tuo tempo!

Di nulla! Grazie a voi per l’opportunità!

Iniziamo subito con una domanda bomba. Quando e come ripartirà il mondo degli sport da combattimento in Italia secondo te? 

Mah diciamo: vedo un po’ dura la ripartenza perché vedo il governo un po’ in confusione per via di questo virus che sta mettendo in crisi tutto il mondo, però spero che da settembre si riinizi tutto, logicamente in totale sicurezza per noi atleti e per il pubblico!

Cosa fa un atleta del tuo calibro per rimanere in forma durante la quarantena?

Ho la fortuna di avere un allenatore qui a due passi da casa, con un garage attrezzato stile Thailandia, con tanto di sacco e attrezzi di sala pesi e insieme a tutto il mio team (ANDREA FERIOLI ed EMANUELE ASCIONE coach di k1, GIOVANNI COZZUPOLI coach di pugilato e MATTEO GIUNTI preparatore atletico) programmiamo allenamenti per tutta la settimana, ma giusto per mantenimento del peso e della forma fisica, pronti per riallenarci al meglio quando tutto sarà passato o ci daranno modo di riallenarci tutti insieme!

Leggi tutto l’articolo…

Calcio e SDC

Calcio e SDC

➡️ Segui Davis Sperindei su Kombatnet!

Dopo il discorso di Conte non ho potuto fare a meno di notare un generale malcontento da parte di tutti gli sportivi. Questo dovuto alla ripartenza della serie A di calcio dal 18 maggio.

Approfitto della situazione per parlare della differenza tra il calcio e gli “altri sport“.
Un tema molto sentito, premetto inoltre che anche io faccio parte di coloro che hanno sempre pensato che c’è una considerazione differente tra le due categorie, perlomeno in Italia. Innegabilmente lo penso ancora.

Ribadisco che questa che stiamo vivendo è una situazione particolare, ma non cambia il senso di come è considerato lo sport. 

Sembra una contraddizione ma bisogna uscire dall’idea che lo sport sia “sport”, lo sport è prima di tutto intrattenimento per chi lo segue. Più gente c’è a guardarlo, più si incassa. 

Ed è naturale pensare che il calcio abbia la priorità con i miliardi di soldi che riesce a spostare.

I primi ad avere la responsabilità di questa differenza tra sport di serie A e sport di serie B siamo proprio noi. Noi intesi nel senso più largo e generico possibile, noi intesi come popolo italiano. Non comprendo tutti per il fatto culturale in sé, ovvero che in italia c’è una certa cultura per il gioco del pallone, ma per l’interesse che si va a definire e per l’afflusso di denaro che provoca. In sintesi è tutta un questione di soldi, che può non piacere a chi intende le arti marziali e gli SDC nella maniera più tradizionale e marziale possibile, ma così è.

Se ripenso agli anni nei quali ho iniziato ad approcciarmi al K1 sono stati fatti passi in avanti. Già venivano utilizzati i social e altre piattaforme, ma erano pochi i canali e le pagine che parlassero di SDC. Stavano appunto nascendo proprio in quel momento.
Questo non può che essere positivo, un qualcosa di cui essere contenti. Ma i passi in avanti hanno sempre mantenuto un andamento blando.

Insomma, penso che abbiamo tutto il diritto di lamentarci ma non dovremmo.

Coltello o Karambit?

Coltello o Karambit?

➡️ Segui Advanced Eskrima System su Kombatnet!

Premetto: il karambit non é un’arma tradizionale dell’eskrima, bensì del silat (Malesia/Indonesia).

Il coltello in normal grip (impugnatura con la punta rivolta verso l’alto) ha un allungo maggiore, riesci lavorare anche in lunga distanza.

Il karambit é essenzialmente un tira pugni ottimo nella media/corta distanza. Alcuni maestri di kali e silat lo estendono tramite l’ausilio dell’anello per avere maggiore allungo dell’arma. Personalmente non mi piace questo tipo di tecnica. In caso d’aggressione verrebbe molto difficile da effettuare perché é un movimento tecnico molto articolato.

Leggi tutto l’articolo…

Coronavirus e futuro degli SDC

Coronavirus e futuro degli SDC

➡️ Segui Davis Sperindei su Kombatnet!

Come sappiamo bene è in corso una situazione d’emergenza e tra i tanti settori che ne sentono la crisi il nostro (palestre, fitness e sport in generale) rappresenta uno di quelli che probabilmente sarà più danneggiato.
In particolar modo gli sport da combattimento e le arti marziali sono per definizione “sport da contatto” difficili da praticare senza un diretto accostamento ad altre persone.

Si parla del fatto che la riapertura delle palestre dovrà essere graduale. Ospitando non più di tot. persone per metro quadrato che dovranno svolgere attività entro limiti di tempo, con chiusura degli spogliatoi e doccia a casa.

Francamente non è mia intenzione ribadire ciò che è già stato detto e quanto già sta accadendo, ma stimolare un interessante spunto di riflessione. Essendo questo un problema a lungo termine come potrà avere influenza nella nostra quotidianità di allenatori, amatori e agonisti?
Questa parte di sport troverà il modo di adattarsi a questo indesiderato cambiamento o soffocherà?

Leggi tutto l’articolo…

Rest in pace ROGER MAYWHEATER

#fightingweeknews #boxe Oggi, #28march2020 la #mayweatherpromotions ricorderà, il suo amato #rogermayweather , con una #deathceremony dove parteciperanno vecchie glorie della #boxe , #pugili della #promotion e tanti altri ospiti.
Puoi seguire la diretta streaming #livestreaming :
https://mayweatherpromotions.com/

#floydmayweather #boxe #gloryofboxing #championsoftheworld #fightingnews #letstalkaboutfight #stormfighterstv

post by Marco Filippini

Jon Jones ARRESTATO!

#fightingweeknews #ufc #mma #jonbonejones è stato arrestato #arrested martedì nel #newmexico per detenzione illegale di arma da fuoco #gun e per guida in stato di ebbrezza. Intorno all’una del mattino, la polizia è intervenuta dopo numerosi rumori di colpi di pistola. Arrivati sul posto, hanno trovato l’imbattuto #worldchampion in stato confusionale e posto in stato di arresto. Dopo qualche ora, è stato rilasciato e posto agli arresti domiciliari sino al 9 aprile, data fissata per l’incontro con il giudice. Anche nel 2012 Jones Fu arrestato per guida in stato di ebbrezza, dopo aver fatto schiantare la sua #bentley su un palo. #jones ha più volte dichiarato pubblicamente di avere problemi con Alcol e cocaina #fightingnews #letstalkaboutfight #stormfighterstv

Organizzate il match: la metterò al TAPPETO!

#fightingweeknews #kickboxing Volano parole di sfida tra le due ex amiche #anissameksen e la #k1 Women’s #flyweight #champion #kana , che sabato scorso ha messo #ko la nostra connazionale #gloriaperitore con un destro devastante. Ora la #japanese ha pubblicamente lanciato la sfida alla #meksen due volte Campionessa mondiale #glorykickboxing <> #fightingnews #letstalkaboutfight #stormfighterstv