sparring boxe muay thai kickboxing guanti savate sanda k1 kombatnet

Sparring

Sparring

Per sparring si intende una forma di allenamento comune a molti sport da combattimento dove i praticanti combattono con alcune limitazioni rispetto ad un incontro vero e proprio, per potersi esercitare o approfondire alcune tecniche. Viene effettuato in palestra sul ring, sul tatami o in gabbia.  Viene talvolta utilizzato come esibizione tra atleti noti durante eventi sportivi pubblici o come promozione di un atleta in previsione di un evento.

 


Nel Brazilian Jiu Jitsu viene spesso chiamato “rolling“; nella Capoeira viene chiamato “jogo” e si esegue nella “roda“. In molte arti marziali giapponesi viene chiamato “randori” mentre nel Karate viene chiamato anche Kumite. Nel Taekwondo lo sparring è chiamato kyorugi dalla World Taekwondo Federation e matsogi dalla International Taekwon-Do Federation. Nel Silat viene chiamato berpencak o bersilat. Nella Shastarvidya è praticato come gioco nella pratica dello Sonchi.

In Italia spesso viene usata la terminologia gergale “fare i guanti” per indicare una seduta di sparring in uno sport da combattimento che preveda lo striking, forma che viene utilizzata per estensione non solo nel Pugilato ma anche nella Kickboxing, nella Muay Thai, nella Savate ed altre discipline affini.



Esistono numerose forme di sparring:

  • sparring condizionato
  • sparring leggero
  • sparring pesante
  • sparring con handicap
  • sparring con più avversari

Lo sparring non viene arbitrato ma spesso, nel caso di atleti che si preparano ad un match o agonisti avanzati, viene seguito dall’insegnante per capire eventuali carenze in combattimento dell’allievo e per suggerirgli azioni da provare contro l’avversario.

Lo sparring è un momento di esercitazione dove provare tecniche studiate durante le lezioni: salvo accordi presi prima dell’inizio della seduta di sparring e solo in casi particolari (preparazione ad un match tra atleti esperti) si evita di infierire sull’avversario in caso di superiorità, si tenta di controllare il colpo per far capire l’errore e si evitano sottomissioni tenute a lungo e con forza. Nel caso di spazzate si tenta di evitare di far cadere l’avversario con violenza ed in generale si pensa più allo studio dell’aspetto tecnico che al prevalere sul compagno di allenamento.



Questo ovviamente non vale in caso di professionisti in preparazione agonistica, che possono essere d’accordo ad arrivare fino al KO in allenamenti che prendono il nome di “Aliveness” o “Alive Training“: Cus D’amato, Kevin Rooney, Floyd Mayweather Sr. hanno spesso sostenuto l’efficacia di allenamenti dove si dia il 100% durante lo sparring come in un match ed altri trainer contemporanei inseriscono delle sedute di sparring al limite nella preparazione di un titolo, nei mesi precedenti al match (particolarmente note le sedute di sparring alla Mike’s Gym di Mike Passanier, dove si sono viste sessioni di sparring infuocate con kickboxer come Badr Hari o Murthel Groenhart). Queste sessioni vengono chiamate “Wars in the Gym” o talvolta Philly Wars, da Philadelphia, il luogo di origine di tale pratica. Altri trainer famosi come Angelo Dundee preferiscono una via di mezzo tra lo sparring pesante e l’alive training. Tra i pugili noti che hanno sposato tale pratica ci sono Mike Tyson, Razor Ruddock, Lennox Lewis e Michael Moorer.

Lo sparring con più avversari si può intendere con più avversari contemporaneamente, normalmente relegato a discipline militari, di difesa personale o per controllare lo stress e solitamente svolto con protezioni pesanti, senza affondare i colpi, oppure con più avversari “freschi” ad ogni round o dopo un certo periodo prestabilito di tempo, per aumentarne la difficoltà. È possibile anche effettuare sparring nella stessa sessione con avversari che si avvicendano uno dopo l’altro e dalle caratteristiche differenti: altezza, peso, modo di combattere o anche stile misto (ad esempio alternando in una sessione di sparring di MMA un round di striking con un kickboxer ed uno di grappling con un judoka o un jiujiteiro). Per quanto i vari sport prevedano solitamente avversari unici, dello stesso peso e disciplina, capita a volte di vedere match “misti” anche in un contesto agonistico/professionale, come ad esempio il match al Lumpinee di Saenchai contro due avversari (Petchboonchu e Sagetdao Petpayathai).


L’utilizzo di protezioni nello sparring è generalmente consigliato, soprattutto nel caso di sport da combattimento a contatto pieno ed in particolare nello striking. Normalmente si utilizzano nel pugilato come minimo guantoni da 14 o 16 once, paradenti e protezioni inguinali mentre nella Muay Thai e nella Kickboxing si utilizzano anche paratibie, spesso ginocchiere e talvolta gomitiere. In Thailandia tuttavia è molto comune un light sparring “giocato” dove i praticanti mettono spesso solo il paratibie ed i guantoni senza nemmeno il paradenti. Le occasioni di infortunio in questo caso sono relativamente basse perché il colpo viene sempre controllato.


Esistono tuttavia posizioni controverse rispetto allo sparring pesante, soprattutto in discipline di striking e nell’MMA: l’ex fighter UFC Jamie Varner si ritirò precocemente dalla sua carriera di fighter a causa delle numerose commozioni cerebrali ottenute durante lo sparring pesante. Gli ex campioni UFC dei pesi welter Robbie Lawler e Johny Hendricks non fanno sparring a contatto pieno.

Normalmente si evita di effettuare sparring se non estremamente leggero per allenare i riflessi (in gergo “fare l’occhio“) l’ultima settimana prima di un match, per evitare infortuni.


L’attività di sparring partner può essere altamente remunerativa, se lo sparring è di livello: Oliver McCall ha guadagnato $ 2.000 a settimana lavorando come sparring partner per Mike Tyson nel periodo d’oro di Iron Mike, mentre Freddie Roach ha offerto un premio di 1000 dollari per chi fosse stato in grado di mandare al tappeto Manny Pacquiao in uno sparring durante la preparazione del suo match contro Errol Spence nel 2021. Per inciso, nessuno è stato in grado di riscuotere il premio.


Leggi anche:

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Duilio Loi pugile - Kombatnet Wiki

Duilio Loi

Duilio Loi è stato un pugile italiano, inserito nella International Boxing Hall of Fame assieme a Nino Benvenuti nella lista dei più grandi pugili di sempre. In 14 anni di carriera come pugile professionista è stato campione d'Italia, campione d'Europa e campione del mondo. Nato a Trieste il 19 aprile 1929 da padre sardo proveniente da Cagliari, capo macchinista di navi mercantili, e madre di Trieste, Loi ha trascorso la sua vita fino all'adolescenza a Genova ed a 16 anni ha cominciato a frequentare la palestra di Dario Bensi. Leggi tutto l'articolo...
Andy Ruiz Jr campione pesi massimi pugilato - Kombatnet News

Andy Ruiz Jr.

Andrés Ponce Ruiz Jr. è un pugile professionista americano, già campione indiscusso dei pesi massimi avendo sconfitto Anthony Joshua e avendo vinto i titoli WBA (Super), IBF, WBO ed IBO nel 2019 diventando il primo pugile maschio di origini messicane a vincere un campionato del mondo dei pesi massimi. A ottobre 2021 era considerato il quinto peso massimo migliore del mondo da ESPN, il sesto secondo la Transnational Boxing Rankings Board e BoxRec, il settimo da The Ring magazine. Leggi tutto l'articolo...
Ernesto Hoost kickboxing K-1 kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost è un ex kickboxer olandese, 4 volte campione del mondo di K-1. È considerato uno dei più grandi kickboxer di tutti i tempi. Ha debuttato nel 1993 al K-1 World Grand Prix arrivando secondo. Si è ritirato 13 anni dopo, il 2 dicembre 2006 dopo la finale del K-1 World Grand Prix al Tokyo Dome, in Giappone per poi tornare nel 2014 con due vittorie incredibili a 48 anni. Hoost ha battuto giganti del combattimento com'è Peter Aerts,  Francisco Filho, Sam Greco, Jérôme Le Banner, Mark Hunt, Mirko Cro Cop, Andy Hug, Ray Sefo, Musashi, Mike Bernardo, Stefan Leko. Leggi tutto l'articolo...
Francisco Filho Karate Kickboxing K-1 - Kombatnet Wiki

Francisco Filho

Francisco "Chiquinho" Alves Filho è un karateka e kickboxer brasiliano considerato tra i più grandi fighter del pianeta. Ha battuto campioni di livello mondiale come Andy Hug, Sam Greco, Stefan Leko, Ernesto Hoost, Peter Aerts e Remy Bonjasky. Leggi tutto l'articolo...
Andy Hug karate kickboxing kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Andy Hug

Andreas "Andy" Hug è stato un karateka e kickboxer svizzero, considerato uno dei più grandi pesi massimi di sempre. Hug era rinomato per la sua abilità ed agilità nel calciare, difficilmente riscontrabile nei pesi massimi ad alti livelli. Ha affrontato numerose volte degli avversari molto più pesanti e alti di lui: con un peso di poco meno di un quintale ed alto "solo" 1.80 m ha sopperito con velocità e preparazione atletica alla massa mancante. Andy Hug era mancino e questo spesso causava problemi ai suoi avversari, che subivano uno dei suoi tipici calci ad ascia, tra i quali si ricorda il suo marchio di fabbrica chiamato "Hug Tornado" che consisteva in un calcio girato basso dove il tallone colpiva la coscia. Leggi tutto l'articolo...
Ippon Judo Karate Jiujitsu Kendo Kumite - Kombatnet Wiki

Ippon

Ippon (一本, letteralmente "Un punto pieno") è il punteggio più alto che un combattente possa ottenere nei contest di arti marziali giapponesi basate sul punteggio (Ippon/Waza-ari), solitamente Kendo, Judo, Karate o Jiujitsu. Nello Judo, un Ippon può essere ottenuto per un atterramento perfetto o per l'immobilizzazione a terra con o senza sottomissione. Per le proiezioni, i quattro criteri per garantire un Ippon sono forza, velocità, atterramento sulla schiena e controllo tecnico del movimento fino all'atterraggio. Leggi tutto l'articolo...
Il Gouren lotta tradizionale bretone - Kombatnet Wiki

Gouren

Il Gouren è uno stile di lotta popolare francese molto diffuso in Bretagna soprattutto all'inizio del ventesimo secolo e che gode oggi di un revival internazionale. Oggi il Gouren è presieduto dalla Fédération de Gouren che ha un accordo con la Fédération Française de Lutte (French Wrestling Federation): viene inoltre praticato in incontri internazionali organizzati dalla FILC (Fédération Internationale des Luttes Celtiques) in Cornovaglia, in Scozia ed in New Orleans (USA). In Francia è possibile ottenere tramite la Federazione Gouren un Diploma Statale per facilitatori sportivi e dal 1998 è consentito portare il Gouren come disciplina facoltativa al diploma di maturità. Leggi tutto l'articolo...
Sherlock Holmes Bartitsu arte marziale autodifesa Barton-Wright - Kombatnet Wiki

Bartitsu

Il Bartitsu è un metodo di autodifesa ed arte marziale sviluppato in Inghilterra tra il 1898 ed il 1902 che combina elementi di pugilato, Jujutsu, combattimento con il bastone e Savate (boxe francese). Nel 1903 è stata resa nota come "Baritsu" da Sir Arthur Conan Doyle, autore dei racconti su Sherlock Holmes. Sostanzialmente scomparsa lungo tutto il ventesimo secolo, il Bartitsu sta conoscendo un revival dal 2001 circa. Nel 1898, Edward William Barton-Wright, un ingegnere inglese che aveva trascorso i tre anni precedenti in Giappone, tornò in Inghilterra e annunciò la creazione di una "Nuova Arte dell'Autodifesa". Questa arte, sosteneva, combinava i migliori elementi di una gamma di stili di combattimento in un insieme unificato, da lui chiamato Bartitsu. Leggi tutto l'articolo...
Young Corbett III Ralph Giordano Raffale Giordano - Kombatnet Wiki

Young Corbett III

Ralph Giordano (nato Raffaele Giordano, 27 maggio 1905 - 15 luglio 1993), meglio conosciuto come Young Corbett III, fu un pugile italo-americano che conquistò la cintura di campione del mondo dei pesi welter nel 1933 e divenne campione del mondo dei pesi medi NYSAC nel 1938. Mancino, non aveva "il colpo del KO" ma era noto per la sua grande velocità e determinazione sul ring. Corbett è considerato uno dei più grandi mancini di tutta la storia del pugilato ed uno dei più grandi "counterpunchers". Verrà inserito nella Fresno County Athletic Hall of Fame nel 1959, nella Italian American Sports Hall of Fame nel 1982 e nella International Boxing Hall of Fame nel 2004. Leggi tutto l'articolo...
Irma Testa pugilato femminile italiano Italia boxe campionessa Olimpiadi europei - Kombatnet Wiki

Irma Testa

Irma Testa è una campionessa di pugilato italiana di Torre Annunziata, Napoli, che combatte nei pesi leggeri. Soprannominata "Butterfly" per la sua agilità ed eleganza in combattimento, è stata la prima atleta italiana a partecipare ad un'Olimpiade nel pugilato ai Giochi di Rio de Janeiro 2016, e la prima a guadagnare una medaglia nel pugilato femminile aggiudicandosi il bronzo ai Giochi di Tokyo 2020. È stata campionessa europea 2019 nei pesi piuma. Irma Testa è considerata tra le pugili under 20 più forti del mondo. Leggi tutto l'articolo...