Muay Thai Thai Boxe Boxe Thailandese - Kombatnet Wiki

Muay Thai

Muay Thai

La Muay Thai, Thai Boxe o Boxe Thailandese o pugilato thailandese è un’arte marziale e sport da combattimento che ha origine in Thailandia come evoluzione della Muay Boran. Conosciuta anche come “arte delle otto armi“, basa i suoi colpi su pugni, gomitate, calci e ginocchiate oltre che clinch, leve e proiezioni da in piedi. Gli incontri di Muay Thai si svolgono su un ring da combattimento.


La Muay Thai è collegata ad altri stili di arti marziali come Musti-yuddha, Muay Chaiya, Muay boran, Muay Lao, Lethwei, Pradal Serey e Tomoi.

Un praticante di Muay Thai è conosciuto come Nak Muay.


I praticanti occidentali in Thailandia sono talvolta chiamati nak muay farang, ossia “pugile straniero“.

La storia della Muay Thai poggia le sue origini almeno nel 1500 come arte marziale praticata in tempo di pace dai soldati del re Naresuan. Simon de la Loubère, un diplomatico francese inviato da Luigi XIV nel regno siamese nel 1687, riporta di aver assistito ad una esibizione di Muay Thai nel regno di Ayutthaya.

L’ascesa al trono di Re Chulalongkorn (Rama V) nel 1868 sancì l’inizio di una era fiorente non solo per la muay ma per tutta la Thailandia. La muay progredì notevolmente durante il suo regno grazie all’interesse particolare del re verso questo sport. La nazione era in tempo di pace e la muay ha cominciato ad essere considerata pratica sportiva oltre che come disciplina militare. Nel 1909 Re Chulalongkorn formalizzò la disciplina della Muay Boran (“boxe antica”) premiando poi nel 1910 tre atleti locali come vincitori durante la celebrazione dei funerali per suo figlio, morto l’anno precedente.



Nel 1913 il pugilato inglese e lo Judo furono introdotti nelle materie di studio del Suan Kulap College e venne introdotto per la prima volta il termine “Muay Thai“.

Nel 1921 venne creato il primo ring permanente nel college, che venne utilizzato sia per il pugilato che per la Muay Thai mentre il primo stadio ufficiale ad ospitare incontri di Muay Thai fu il Suan Sanuk Stadium, vicino al Lumpinee Park, nel 1923, che ospitava un ring tradizionale con angoli rossi e blu, tre corde. Vi si disputavano anche match di boxe.

La Ram Muay

Spesso prima del combattimento viene eseguita una danza rituale con movimenti simbolici e propiziatori accompagnata da una musica con strumenti tradizionali (o registrata) che prende il nome di Dontree Muay. La Ram Muay si divide in tre parti: Whai Khru, eseguita dagli allievi come “saluto al maestro”, che può essere eseguita in tre maniere differenti:


  • Kuen Khru, Yor Krhu: una forma eseguita dall’allievo quando viene accettato come studente dal maestro, che si impegna ad insegnargli tutto il suo sapere;
  • Wai Khru Prajam Pee: una forma eseguita in occasioni particolari come celebrazioni religiose, in onore al proprio maestro ed alla tradizione della Muay Thai;
  • Wai Khru Ram Muay: forma eseguita prima di un combattimento all’interno della Ram Muay;
  • Krob Khru: forma eseguita quando si assume il ruolo di insegnante ed è pronto a diventare maestro.

Le tecniche della Muay Thai tradizionale sono divise in due gruppi: mae mai (แม่ไม้), o ‘tecniche maggiori‘, e luk mai (ลูกไม้), o ‘tecniche minori‘.

I colpi sono portati con i quattro arti e sono così classificati:

  • Pugni (Chok)
  • Gomitate (Sok)
  • Calci (Te)
  • Ginocchiate (Ti Khao)
  • Teep (l’equivalente del jab per un calcio, usato per tenere lontano l’avversario)
  • Clinch (Chap kho)

e sono uniti a tecniche di schivata, parata, blocchi e finte.


L’allenamento della Muay Thai

L’allenamento nella Muay Thai è concentrato su tecnica, resistenza, condizionamento, sia fisico che mentale. Gli allenamenti in Thailandia sono noti in tutto il mondo per essere duri e mentalmente stressanti. Esistono numerosi trainer famosi, come il noto Trainer Gae che ha preparato Superbon Banchamek alla sfida al titolo mondiale contro Giorgio Petrosyan, che mostrano la durezza del loro stile, tuttavia sempre condotto con il sorriso sulle labbra.

Esistono numerosi camp aperti agli occidentali, dove si possono scegliere varie tipologie di allenamento. Molti fighter occidentali vi passano del tempo per migliorare la loro tecnica e resistenza o per prepararsi ad un match importante.

Tipicamente un camp thailandese offre anche vitto ed alloggio ai propri studenti e la vita all’interno del camp è completamente immersiva e condivisa con gli altri fighter: si dorme insieme, si mangia insieme e ci si allena insieme.


Poiché nella Muay Thai l’utilizzo delle gambe è fondamentale una grande attenzione viene posta nell’allenamento degli arti inferiori: tipicamente si eseguono centinaia di colpi ai “pao” (tipici colpitori imbottiti utilizzati dagli insegnanti per fornire un bersaglio mobile all’allievo), al sacco pesante ed anche durante lo sparring per effettuare il cosiddetto “condizionamento“.

Fanno solo parte della mitologia i famigerati “calci all’albero di banano” resi noti da vari thaiboxer famosi e dalla filmografia: in realtà il banano non viene mai utilizzato in allenamento (ci sono modi molto più sensati di allenare le gambe e le tibie). Inoltre a differenza di quanto si può pensare l’albero di banano non ha una durezza paragonabile ad altri alberi: è molto elastico e morbido al suo interno ed ha una corteccia relativamente liscia, quindi abbattere un albero di banano a tibiate è molto meno difficile di quanto si possa pensare, per quanto inutile ai fini dell’allenamento.

Thaiboxers noti della storia

  • Saenchai
  • Samart Payakaroon
  • Nong-O Gaiyanghadao
  • Ramon Dekkers
  • Dieselnoi Chor Thanasukarn
  • Apidej Sit-Hirun
  • Rodtang Jitmuangnon
  • John Wayne Parr

Vedi anche:

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Duilio Loi pugile - Kombatnet Wiki

Duilio Loi

Duilio Loi è stato un pugile italiano, inserito nella International Boxing Hall of Fame assieme a Nino Benvenuti nella lista dei più grandi pugili di sempre. In 14 anni di carriera come pugile professionista è stato campione d'Italia, campione d'Europa e campione del mondo. Nato a Trieste il 19 aprile 1929 da padre sardo proveniente da Cagliari, capo macchinista di navi mercantili, e madre di Trieste, Loi ha trascorso la sua vita fino all'adolescenza a Genova ed a 16 anni ha cominciato a frequentare la palestra di Dario Bensi. Leggi tutto l'articolo...
Andy Ruiz Jr campione pesi massimi pugilato - Kombatnet News

Andy Ruiz Jr.

Andrés Ponce Ruiz Jr. è un pugile professionista americano, già campione indiscusso dei pesi massimi avendo sconfitto Anthony Joshua e avendo vinto i titoli WBA (Super), IBF, WBO ed IBO nel 2019 diventando il primo pugile maschio di origini messicane a vincere un campionato del mondo dei pesi massimi. A ottobre 2021 era considerato il quinto peso massimo migliore del mondo da ESPN, il sesto secondo la Transnational Boxing Rankings Board e BoxRec, il settimo da The Ring magazine. Leggi tutto l'articolo...
Ernesto Hoost kickboxing K-1 kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost è un ex kickboxer olandese, 4 volte campione del mondo di K-1. È considerato uno dei più grandi kickboxer di tutti i tempi. Ha debuttato nel 1993 al K-1 World Grand Prix arrivando secondo. Si è ritirato 13 anni dopo, il 2 dicembre 2006 dopo la finale del K-1 World Grand Prix al Tokyo Dome, in Giappone per poi tornare nel 2014 con due vittorie incredibili a 48 anni. Hoost ha battuto giganti del combattimento com'è Peter Aerts,  Francisco Filho, Sam Greco, Jérôme Le Banner, Mark Hunt, Mirko Cro Cop, Andy Hug, Ray Sefo, Musashi, Mike Bernardo, Stefan Leko. Leggi tutto l'articolo...
Francisco Filho Karate Kickboxing K-1 - Kombatnet Wiki

Francisco Filho

Francisco "Chiquinho" Alves Filho è un karateka e kickboxer brasiliano considerato tra i più grandi fighter del pianeta. Ha battuto campioni di livello mondiale come Andy Hug, Sam Greco, Stefan Leko, Ernesto Hoost, Peter Aerts e Remy Bonjasky. Leggi tutto l'articolo...
Andy Hug karate kickboxing kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Andy Hug

Andreas "Andy" Hug è stato un karateka e kickboxer svizzero, considerato uno dei più grandi pesi massimi di sempre. Hug era rinomato per la sua abilità ed agilità nel calciare, difficilmente riscontrabile nei pesi massimi ad alti livelli. Ha affrontato numerose volte degli avversari molto più pesanti e alti di lui: con un peso di poco meno di un quintale ed alto "solo" 1.80 m ha sopperito con velocità e preparazione atletica alla massa mancante. Andy Hug era mancino e questo spesso causava problemi ai suoi avversari, che subivano uno dei suoi tipici calci ad ascia, tra i quali si ricorda il suo marchio di fabbrica chiamato "Hug Tornado" che consisteva in un calcio girato basso dove il tallone colpiva la coscia. Leggi tutto l'articolo...
Ippon Judo Karate Jiujitsu Kendo Kumite - Kombatnet Wiki

Ippon

Ippon (一本, letteralmente "Un punto pieno") è il punteggio più alto che un combattente possa ottenere nei contest di arti marziali giapponesi basate sul punteggio (Ippon/Waza-ari), solitamente Kendo, Judo, Karate o Jiujitsu. Nello Judo, un Ippon può essere ottenuto per un atterramento perfetto o per l'immobilizzazione a terra con o senza sottomissione. Per le proiezioni, i quattro criteri per garantire un Ippon sono forza, velocità, atterramento sulla schiena e controllo tecnico del movimento fino all'atterraggio. Leggi tutto l'articolo...
Il Gouren lotta tradizionale bretone - Kombatnet Wiki

Gouren

Il Gouren è uno stile di lotta popolare francese molto diffuso in Bretagna soprattutto all'inizio del ventesimo secolo e che gode oggi di un revival internazionale. Oggi il Gouren è presieduto dalla Fédération de Gouren che ha un accordo con la Fédération Française de Lutte (French Wrestling Federation): viene inoltre praticato in incontri internazionali organizzati dalla FILC (Fédération Internationale des Luttes Celtiques) in Cornovaglia, in Scozia ed in New Orleans (USA). In Francia è possibile ottenere tramite la Federazione Gouren un Diploma Statale per facilitatori sportivi e dal 1998 è consentito portare il Gouren come disciplina facoltativa al diploma di maturità. Leggi tutto l'articolo...
Sherlock Holmes Bartitsu arte marziale autodifesa Barton-Wright - Kombatnet Wiki

Bartitsu

Il Bartitsu è un metodo di autodifesa ed arte marziale sviluppato in Inghilterra tra il 1898 ed il 1902 che combina elementi di pugilato, Jujutsu, combattimento con il bastone e Savate (boxe francese). Nel 1903 è stata resa nota come "Baritsu" da Sir Arthur Conan Doyle, autore dei racconti su Sherlock Holmes. Sostanzialmente scomparsa lungo tutto il ventesimo secolo, il Bartitsu sta conoscendo un revival dal 2001 circa. Nel 1898, Edward William Barton-Wright, un ingegnere inglese che aveva trascorso i tre anni precedenti in Giappone, tornò in Inghilterra e annunciò la creazione di una "Nuova Arte dell'Autodifesa". Questa arte, sosteneva, combinava i migliori elementi di una gamma di stili di combattimento in un insieme unificato, da lui chiamato Bartitsu. Leggi tutto l'articolo...
Young Corbett III Ralph Giordano Raffale Giordano - Kombatnet Wiki

Young Corbett III

Ralph Giordano (nato Raffaele Giordano, 27 maggio 1905 - 15 luglio 1993), meglio conosciuto come Young Corbett III, fu un pugile italo-americano che conquistò la cintura di campione del mondo dei pesi welter nel 1933 e divenne campione del mondo dei pesi medi NYSAC nel 1938. Mancino, non aveva "il colpo del KO" ma era noto per la sua grande velocità e determinazione sul ring. Corbett è considerato uno dei più grandi mancini di tutta la storia del pugilato ed uno dei più grandi "counterpunchers". Verrà inserito nella Fresno County Athletic Hall of Fame nel 1959, nella Italian American Sports Hall of Fame nel 1982 e nella International Boxing Hall of Fame nel 2004. Leggi tutto l'articolo...
Irma Testa pugilato femminile italiano Italia boxe campionessa Olimpiadi europei - Kombatnet Wiki

Irma Testa

Irma Testa è una campionessa di pugilato italiana di Torre Annunziata, Napoli, che combatte nei pesi leggeri. Soprannominata "Butterfly" per la sua agilità ed eleganza in combattimento, è stata la prima atleta italiana a partecipare ad un'Olimpiade nel pugilato ai Giochi di Rio de Janeiro 2016, e la prima a guadagnare una medaglia nel pugilato femminile aggiudicandosi il bronzo ai Giochi di Tokyo 2020. È stata campionessa europea 2019 nei pesi piuma. Irma Testa è considerata tra le pugili under 20 più forti del mondo. Leggi tutto l'articolo...