Francis Ngannou UFC MMA fighter - Kombatne Wiki

Francis Ngannou

Francis Ngannou

Francis Zavier Ngannou, soprannominato “The Predator“, è un fighter di MMA proveniente dal Cameroon che combatte nei pesi massimi per la UFC (Ultimate Fighting Championship). È considerato da molti, grazie a misurazioni effettuate, il più forte striker del mondo. Al giorno 2 novembre 2021 è considerato quarto nella classifica maschile UFC pound-for-pound.

Ngannou è nato e cresciuto nel villaggio di Batié, in Cameroon. Ha vissuto in povertà ed ha avuto una educazione formale estremamente limitata durante la sua giovinezza. Nonostante questo oggi Ngannou parla correntemente Ngemba, Francese ed Inglese (imparato dopo essere entrato in UFC). I genitori di Ngannou hanno divorziato quando lui aveva solo sei anni ed è stato mandato a vivere con sua zia. A 10 anni Ngannou ha cominciato a lavorare in una miniera di sabbia per guadagnare qualche soldo. Da giovane è stato contattato da numerose gang locali che lo volevano tra le loro fila, tuttavia Ngannou ha sempre rifiutato ed ha deciso di utilizzare la reputazione negativa del padre, noto come combattente da strada, per fare qualcosa di positivo e dedicarsi al pugilato.

Leggi anche l’articolo: La storia di Francis Ngannou: dalla disperazione alla leggenda

All’età di 22 anni Ngannou ha cominciato ad allenarsi nella boxe, nonostante l’iniziale riluttanza della sua famiglia. Dopo essersi allenato per circa un anno Ngannou ha smesso a causa di una malattia. Ha quindi fatto vari lavori sottopagati per riuscire a sbarcare il lunario, finché all’età di 26 anni ha deciso di andare a Parigi, in Francia, per dedicarsi al pugilato professionistico. Tuttavia nel tentativo di raggiungere l’Europa verrà imprigionato per due mesi in Spagna per aver attraversato il confine illegalmente. Una volta raggiunta Parigi, senza denaro, amici e nessun posto dove vivere, Ngannou vivrà come senzatetto per le strade finché non verrà introdotto da un amico a Fernand Lopez, ex fighter ed oggi allenatore di MMA alla MMA Factory.


Essendo un grande fan di Mike Tyson, Ngannou era inizialmente interessato ad imparare il pugilato ma Lopez ha visto il suo potenziale nelle arti marziali miste e l’ha convinto a provare quella disciplina nuova della quale Ngannou non aveva nemmeno sentito mai parlare. Lopez darà a Ngannou tutta l’attrezzatura per allenarsi e gli consentirà di allenarsi e dormire in palestra gratuitamente, dando così inizio alla sua carriera nelle MMA.

Ragionando sul percorso tra i continenti e la sua decisione di diventare un fighter di MMA, Ngannou dirà:

“Quando ho cominciato non avevo niente. Niente. Avevo bisogno di ogni cosa. Ma quando inizi a guadagnare soldi cominci a collezionare cose: ‘voglio questo, voglio quello’. Il mio scopo tuttavia non è quello di collezionare cose: il mio scopo è quello di fare qualcosa di grandioso. Finire il sogno che ho iniziato.

Voglio aiutare la mia famiglia innanzitutto, ovviamente, ma poi voglio dare l’opportunità ai bambini della mia nazione che come me avevano un sogno: diventare dottore, o chissà cos’altro. Se raggiungo il mio obiettivo, avrò l’opportunità di aiutare quelli che nella mia patria hanno i loro sogni e nessuna opportunità di vederli realizzati.

Vorrei dare qualche possibilità ai bambini che come me sognavano questo sport ma non avevano l’opportunità di praticarlo. L’ultima volta che sono stato in Cameroon ho portato un sacco di materiale da pugilato ed MMA ed ho anche acquistato un grande spazio per aprire una palestra.

Un sacco di bambini in Cameroon ora grazie a me hanno un sogno. Dicono ‘sarò un campione di MMA’, ‘sarò un pugile come Francis’, perché mi ricordano da giovane, qui. Non avevo niente, non avevo un’opportunità. Ed ora mi vedono come sono adesso e sognano. Pensano che esista una possibilità. Anche se sono così poveri, qualcosa è possibile nella loro vita. Non è facile, è veramente dura, ma è possibile”.

Ngannou gestisce la Francis Ngannou Foundation che ha aperto la prima palestra di MMA in Cameroon.


Ngannou ha cominciato la sua carriera nelle MMA a novembre 2014 ed ha combattuto principalmente nella promotion francese 100% Fight, così come in altre promotion regionali minori in Europa. Ha ottenuto un record di 5-1 prima di firmare il contratto con la UFC.

Ngannou farà il suo debutto in UFC contro il novizio Luis Henrique il 19 dicembre 2015 ad UFC on Fox 17, vincendo il match per KO al secondo round.

Francis Ngannou Cameroon MMA UFC fighter - Kombatnet Wiki

Ngannou poi combatterà contro Curtis Blaydes il 10 aprile 2016 ad UFC Fight Night 86, vincendo il match per TKO, a causa di uno stop medico alla fine del secondo round.


Nel match seguente combatterà contro un altro novizio, Bojan Mihajlović, il 23 luglio 2016 a UFC on Fox 20, vincendo ancora una volta per TKO al primo round. Poi combatterà contro Anthony Hamilton il 9 dicembre 2016, ad UFC, vincendo per submission e guadagnando il suo primo premio extra “Performance of the Night“.

Combatterà poi contro Andrei Arlovski il 28 gennaio 2017 ad UFC on Fox 23, vincendo al primo round per TKO e guadagnando il suo secondo premio extra “Performance of the Night“.

Ngannou avrebbe dovuto combattere contro Junior dos Santos il 9 settembre 2017 ad UFC 215 ma il 18 agosto Dos Santos è stato ritirato dalla competizione dopo essere stato notificato di una possibile sanzione antidoping dall’USADA. A causa del suo ritiro Ngannou è stato rimosso dalla card dopo che gli organizzatori non hanno trovato un possibile sostituto per il match.


Ngannou poi combatterà contro il famoso veterano del ring Alistair Overeem in quello che al momento è stato il più spettacolare e promosso match della sua carriera, il 2 dicembre 2017 ad UFC 218: vincerà il combattimento per KO al primo round, in quello che verrà considerato dagli esperti uno dei più grandi e brutali KO di tutti i tempi.

Ngannou poi combatterà contro Stipe Miocic per il titolo dei pesi massimi UFC il 20 gennaio 2018 ad UFC 220, perdendo questa volta ai punti per decisione unanime.

In seguito combatterà contro Derrick Lewis il 7 luglio 2018 ad UFC 226, anche questa volta perdendo ai punti per decisione unanime. Il match verrà ampiamente criticato dai media e dai fans per la sua staticità e la mancanza di azione di entrambi i fighter e verrà definito “soporifero”.


Francis Ngannou ritroverà poi la sua strada combattendo contro Curtis Blaydes in un rematch che si terrà il 24 novembre 2018, nel main event di UFC Fight Night 141: vincerà il match per TKO all’inizio del primo round, guadagnando un’altro premio bonus “Performance of the Night“.

Sarà poi protagonista del match inaugurale di UFC su ESPN, chiamato UFC on ESPN 1 contro Cain Velasquez il 17 febbraio 2019: anche questa volta vincerà il match per KO nel primo round.

Vincerà ancora per TKO al primo round contro Junior dos Santos il 29 giugno 2019 ad UFC on ESPN 3, guadagnando l’ennesimo premio bonus “Performance of the Night”.


Ngannou avrebbe dovut ocombattere contro Jairzinho Rozenstruik il 28 marzo 2020 ad UFC on ESPN: Ngannou vs. Rozenstruik ma a causa delle restrizioni per la pandemia di COVID-19 l’evento verrà rimandato al 18 aprile seguente, ad UFC 249. Tuttavia il 9 aprile Dana White, presidente UFC, ha annunciato una ulteriore posticipazione del match, questa volta per il 8 maggio 2020. Ngannou collezionerà anche questa volta un KO al primo round e l’ennesimo premio “Performance of the Night“.

Il 27 marzo 2021, ad UFC 260, Ngannou batterà al secondo round per KO Stipe Miocic nel primo rematch della sua carriera, conservando così il titolo UFC dei pesi massimi e l’ormai solito premio “Performance of the Night“.

Il 22 gennaio 2022 Ngannou ha affrontato e battuto ai punti il campione ad interim dei pesi massimi Ciryl Gane mantenendo il titolo di “undisputed” (“indiscusso”) campione dei pesi massimi UFC, ad UFC 270, allo Honda Center di Anaheim, in California. L’incontro ha suscitato molto hype in quanto si pensava che Gane, più esperto, mobile ed altrettanto possente di Ngannou, potesse batterlo almeno ai punti o tramite la lotta, dove Ngannou sembrava più debole: in realtà Ngannou ha mantenuto freddezza e compostezza lungo tutto l’incontro ed ha dimostrato di essere cresciuto moltissimo anche nella lotta, scaraventando a terra Gane con un terribile slam, che ha lasciato l’avversario interdetto ed incapace di rispondere efficacemente ed in ultimo portando a casa la vittoria. Ngannou ha combattuto questo match a sole 3 settimane da un infortunio al ginocchio che ha portato i medici a sconsigliargli di combattere per evitare danni irreversibili: consigli che non sono stati ascoltati e che per fortuna non hanno portato ai danni previsti.


Ngannou è apparso come comparsa nei film “F9” (2021) e “Jackass Forever” (2022).

Leggi anche:

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Michelle Manu Lua Kapu Kuialua - Kombatnet Wiki

Lua (Kapu Kuialua)

Il Kapu Kuialua, chiamato anche Kapu Kuʻialua, Kuʻialua o Lua è un'antica arte marziale hawaiana basata sulla rottura delle ossa, leve articolari, proiezioni, pressioni e striking (calci, pugni, gomitate, ginocchiate). Comprende anche l’utilizzo di varie armi, analisi della strategia sul campo di battaglia, combattimento in mare aperto e uso delle armi da fuoco introdotte dagli europei. Leggi tutto l'articolo...
Trainer Gae Ajarn Gae Muay Thai Thailandia - Kombatnet Wiki

Trainer Gae

Suthat Muangmun, meglio noto come Trainer Gae (Ajarn Gae in thailandese)  è un noto allenatore thailandese di Muay Thai, conosciuto per aver preparato campioni da tutto il mondo, molti dei quali hanno vinto importanti cinture internazionali e mondiali. Tra i suoi allievi si annoverano nomi come Superbon, Marvin Vettori, Ramazan Ramazanov, Dzhabar Askerov, Madsua Lamai Gym. Suthat Muangmun è stato per sei anni l'head trainer e matchmaker per la Elite Boxing in Thailandia. Leggi tutto l'articolo...
Collar-and-elbow - Kombatnet Wiki

Collar-and-elbow

Lo stile di lotta denominato Collar-and-elbow (in Irlandese "Coiléar agus Uille" o "Brollaidheacht") è uno stile di lotta nato in Irlanda, caratterizzato dall'utilizzo di una giacca tipica durante il combattimento. È stato praticato in varie zone del mondo con una forte componente etnica irlandese conseguente alla diaspora dall'isola nordeuropea, come gli Stati Uniti e l'Australia. Recentemente gode di una rinnovata attenzione grazie a campionati organizzati da neonate federazioni che ne ripropongono tecniche e regolamenti aggiornati. Leggi tutto l'articolo...
Mattia Faraoni - Kombatnet Wiki

Mattia Faraoni

Mattia Faraoni è un kickboxer e pugile italiano che combatte nei pesi massimi, pluricampione italiano e medaglia di bronzo sia ai mondiali che agli europei WAKO. Leggi tutto l'articolo...
Adimurai - Kombatnet Wiki

Adimurai

L'Adimurai è una antica arte marziale indiana che ha origine a Kanyakumari, conosciuta anche come Capo Comorin, regione nel sud dell'India. È stata praticata in origine nel distretto Kanyakumari dell'antico Tamilakam (l'attuale stato indiano del Tamil Nadu) così come nella Provincia Settentrionale dello Sri Lanka in altre aree vicine nel sudest del Kerala ed è considerata una delle discipline marziali più significative dell'India. Leggi tutto l'articolo...
Che cosa è lo Judo - Arti marziali - Sport da combattimento - Kombatnet Wiki

Judo

Lo Judo (柔道) è un'arte marziale e sport da combattimento giapponese, disciplina olimpica dal 1964, creato nel 1882 da Kanō Jigorō per distinguersi dai suoi predecessori (principalmente il Tenjin Shinyo-ryu jujutsu ed il Kitō-ryū jujutsu) con una enfasi sul "randori" (ossia il combattimento libero) al posto del "kata" (le forme) eliminando poi le tecniche di percussione (striking) e l'utilizzo delle armi. Lo Judo è salito alla ribalta per la sua superiorità in combattimento sopra le precedenti scuole di jujutsu nei tornei tenuti dal Tokyo Metropolitan Police Department (警視庁武術大会, Keishicho Bujutsu Taikai) diventando così l'arte marziale primaria adottata dal dipartimento. Un praticante di Judo si chiama Judoka (柔道家) e veste una uniforme tipica chiamata Judogi (柔道着). L'obiettivo dello Judo da competizione è proiettare un avversario, immobilizzarlo con una presa o sottometterlo con una leva o uno strangolamento. Mentre i colpi e l'utilizzo delle armi erano inclusi in alcune forme (kata) non sono comunemente utilizzate e sono considerate illegali nella pratica competitiva dello Judo. L'organismo che regola lo Judo a livello internazionale è la International Judo Federation ed i praticanti competono nel circuito internazionale professionale IJF. Leggi tutto l'articolo...
Engolo NGolo arte marziale africana - Kombatnet Wiki

Engolo

L'Engolo, o N'Golo, è una disciplina da combattimento rituale diffusa in vari gruppi etnici attorno al fiume Cunene nel sud dell'Angola, principalmente legata alla popolazione Mucupe. La parola Kikongo "Engolo" significa "forza", "potenza". Lo stile di combattimento dell'Engolo include calci, schivate, spazzate, con enfasi su posizioni acrobatiche con una o entrambe le mani a sorreggere il corpo mentre sferra un calcio. Leggi tutto l'articolo...
Chi è il pugile Saul Canelo Alvarez - Kombatnet Wiki

Saul "Canelo" Álvarez

Santos Saúl Álvarez Barragán, noto come Canelo Álvarez o Saúl Álvarez, è un pugile professionista messicano considerato uno dei più grandi pugili viventi. Nato il 18 luglio 1990, Canelo ha vinto più volte il titolo di campione del mondo in più classi, dai pesi medi ai massimi leggeri, oltre ad aver unificato i titoli in tre classi di peso ed essere stato campione lineare in due di esse. Álvarez è il primo e l'unico pugile della storia a diventare campione indiscusso nei pesi supermedi, avendo detenuto le cinture WBA (Super), WBC e The Ring magazine dal 2002 e quelle IBF e WBO dal 2021. Leggi tutto l'articolo...
Duilio Loi pugile - Kombatnet Wiki

Duilio Loi

Duilio Loi è stato un pugile italiano, inserito nella International Boxing Hall of Fame assieme a Nino Benvenuti nella lista dei più grandi pugili di sempre. In 14 anni di carriera come pugile professionista è stato campione d'Italia, campione d'Europa e campione del mondo. Nato a Trieste il 19 aprile 1929 da padre sardo proveniente da Cagliari, capo macchinista di navi mercantili, e madre di Trieste, Loi ha trascorso la sua vita fino all'adolescenza a Genova ed a 16 anni ha cominciato a frequentare la palestra di Dario Bensi. Leggi tutto l'articolo...
Andy Ruiz Jr campione pesi massimi pugilato - Kombatnet News

Andy Ruiz Jr.

Andrés Ponce Ruiz Jr. è un pugile professionista americano, già campione indiscusso dei pesi massimi avendo sconfitto Anthony Joshua e avendo vinto i titoli WBA (Super), IBF, WBO ed IBO nel 2019 diventando il primo pugile maschio di origini messicane a vincere un campionato del mondo dei pesi massimi. A ottobre 2021 era considerato il quinto peso massimo migliore del mondo da ESPN, il sesto secondo la Transnational Boxing Rankings Board e BoxRec, il settimo da The Ring magazine. Leggi tutto l'articolo...