Tyson Fury batte Derek Chisora e resta campione di pugilato dei pesi massimi - Kombatnet News

Tyson Fury imbattibile: domina Chisora e si tiene la cintura

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Tyson Fury imbattibile: domina Chisora e si tiene la cintura

Il re zingaro è tornato e non ha alcuna voglia di cedere lo scettro: in un Tottenham Hotspur Stadium gremito Tyson Fury, 34, ha mantenuto il suo regno rimanendo imbattuto fermando il suo collega britannico Derek Chisora, 38, per KO al decimo round, in un match a senso unico.

Fury e Chisora si erano già incontrati sul ring nel 2011 quando avevano combattuto per il titolo del Commonwealth e Fury aveva vinto ai punti: tre anni dopo, nel rematch valido per i titoli europeo e britannico, Chisora era stato ritirato dal suo angolo al decimo round. Per Chisora il match di conclusione della trilogia ha costituito la tredicesima sconfitta in carriera e la quarta nelle ultime cinque, illuminate solo dalla vittoria (per split decision) contro Pulev.

I bookmaker avevano già dato Chisora sconfitto per 14-1 ma c’erano speranze che “Del Boy” ribaltasse i pronostici, contro tutte le aspettative. Così non è stato.


Derek Chisora non è riuscito a trovare il colpo del KO contro un sovrastante Tyson Fury - Kombatnet News
Derek Chisora non è riuscito a trovare il colpo del KO contro un sovrastante Tyson Fury

All’inizio della settimana i due pugili britannici si erano dati la mano ed avevano promesso di scambiare colpi alla corta distanza, “toe-to-toe“, nei primi tre round: Chisora aveva promesso “il più grande primo round che il mondo dei pesi massimi abbia mai visto“.

Ed effettivamente, in una atmosfera quasi soprannaturale, nonostante il freddo glaciale di un evento tenutosi all’aperto, a Londra, a dicembre, i due hanno tentato effettivamente di garantire l’intrattenimento che avevano promesso.

Ma il match è subito stato a senso unico e Fury ha subito dimostrato di essere un livello sopra il suo avversario, già a partire dal secondo round. Chisora ha tentato di spingere alle corde Fury tempestandolo di colpi al corpo ma Fury ha replicato con un terribile destro dall’alto che ha interrotto l’assalto di Chisora.


Al secondo round, un gancio sinistro di Fury ha tramortito Chisora che è apparso stanco e confuso all’angolo alla fine della ripresa.

Alla terza i due si sono quasi azzuffati, perdendo l’equilibrio e finendo al tappeto, ma ancora una volta Fury si è dimostrato evidentemente in controllo del match.

Chisora, come sempre nella sua carriera lunga 15 anni, ha dato tutto e non si è risparmiato ma è stato semplicemente surclassato da Fury, superiore per tecnica, potenza e visione del match.


Due terribili ganci destri andati a segno su Chisora al sesto e settimo round hanno fatto temere per una conclusione prima della fine (come poi è stato, anche se in zona Cesarini) ed in tanti si stavano chiedendo quanti altri colpi del genere avrebbe potuto sopportare prima di finire al tappeto.

Si attendeva un possibile power shot di Chisora che ribaltasse le sorti del match ma un taglio sull’occhio apertosi al nono round seguito da un brutale montante di Fury al decimo hanno marcato la fine dell’incontro.

Parlando a BT Sport, Fury ha onorato Chisora ed i fan, dicendo “Voglio solo dire: che folla! 60.000 a Tottenham, amo ognuno di voi! È una cosa travolgente, voglio dirvi un enorme grazie“.


Mi sentivo bene” ha continuato, “avevo bisogno di qualche round per entrare nel match, non avevo boxato da aprile. Stavo andando a segno con dei buoni colpi, non arrivava nulla da Del Boy [Chisora]. È stato un piacere combattere stasera, è un eroe britannico“.

Che resistenza. L’ho colpito con dei colpi che avrebbero spento la luce a chiunque altro” ha detto Fury riguardo l’avversario, incoraggiando la folla a cantare “Oh, Derek Chisora“.

Chisora, il cui futuro pugilistico è ora incerto, ha risposto educatamente alla sconfitta ed ha aggiunto “Grazie Tyson, apprezzo le tue parole. Siamo amici. C’è un grande match che sta arrivando, tutti vogliono vedere un solo campione nella divisione dei pesi massimi“.


Dopo il match Fury è andato ad trovare Chisora negli spogliatoi per abbracciarlo e scambiare due parole con lui e con sua figlia, dimostrando ancora una volta il buon sangue che corre tra i due: avversari sul ring, amici nella vita.

Usyk, detentore delle cinture IBF, IBO, WBO e WBA era a bordo ring. Fury, intervistato a fine match, l’ha chiamato a gran voce: “Where’s the rabbit?” (“Dov’è il coniglio?“). Al che il pugile ucraino è salito sul ring per un faccia a faccia.

Usyk, tu sei il prossimo, piccolo bodybuilder, nanetto di 95 kg. Ho già tirato giù un ucraino, [Wladimir] Klitschko, facciamolo“.


E quando Joyce si è fatto vedere sul ring, Fury ha detto: “Dico che Joe Joyce, un ottimo fighter, merita un match per il titolo. Se il coniglio [Usyk] non vuole combattere, ci incontreremo a Wembley“.

Tuttavia potrebbe esserci un ostacolo per Fury: in una intervista con ESPN ha detto di avere problemi con la sua mano e di avere bisogno, con grande probabilità, di un intervento al suo gomito destro che potrebbe necessitare di 6-8 settimane di stop per guarire. Ad ogni modo questo non sembra impensierire Fury, più deciso che mai a difendere il suo regno nei pesi massimi.

Il re è tornato e non ha alcuna voglia di abbandonare trono, scettro e corona.


Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Chi è Ryan Garcia - Kombatnet Wiki

Ryan Garcia

Ryan Garcia è un pugile americano, già detentore del titolo WBC Interim dei pesi leggeri nel 2021. A maggio 2022 era considerato il sesto miglior pugile al mondo tra i pugili attivi nei pesi leggeri dalla rivista The Ring, dalla Transnational Boxing Rankings Board ed ESPN, mentre BoxRec lo considerava il decimo. Leggi tutto l'articolo...
Waza-ari Judo Karate punteggio scoring Ippon - Kombatnet

Waza-ari

Il Waza-ari (in giapponese 技あり) è il secondo punteggio più alto che un fighter possa ottenere nelle arti marziali giapponesi basate su ippon o waza-ari, tipicamente Judo, Karate o JuJutsu. Leggi tutto l'articolo...
Michelle Manu Lua Kapu Kuialua - Kombatnet Wiki

Lua (Kapu Kuialua)

Il Kapu Kuialua, chiamato anche Kapu Kuʻialua, Kuʻialua o Lua è un'antica arte marziale hawaiana basata sulla rottura delle ossa, leve articolari, proiezioni, pressioni e striking (calci, pugni, gomitate, ginocchiate). Comprende anche l’utilizzo di varie armi, analisi della strategia sul campo di battaglia, combattimento in mare aperto e uso delle armi da fuoco introdotte dagli europei. Leggi tutto l'articolo...
Trainer Gae Ajarn Gae Muay Thai Thailandia - Kombatnet Wiki

Trainer Gae

Suthat Muangmun, meglio noto come Trainer Gae (Ajarn Gae in thailandese)  è un noto allenatore thailandese di Muay Thai, conosciuto per aver preparato campioni da tutto il mondo, molti dei quali hanno vinto importanti cinture internazionali e mondiali. Tra i suoi allievi si annoverano nomi come Superbon, Marvin Vettori, Ramazan Ramazanov, Dzhabar Askerov, Madsua Lamai Gym. Suthat Muangmun è stato per sei anni l'head trainer e matchmaker per la Elite Boxing in Thailandia. Leggi tutto l'articolo...
Collar-and-elbow - Kombatnet Wiki

Collar-and-elbow

Lo stile di lotta denominato Collar-and-elbow (in Irlandese "Coiléar agus Uille" o "Brollaidheacht") è uno stile di lotta nato in Irlanda, caratterizzato dall'utilizzo di una giacca tipica durante il combattimento. È stato praticato in varie zone del mondo con una forte componente etnica irlandese conseguente alla diaspora dall'isola nordeuropea, come gli Stati Uniti e l'Australia. Recentemente gode di una rinnovata attenzione grazie a campionati organizzati da neonate federazioni che ne ripropongono tecniche e regolamenti aggiornati. Leggi tutto l'articolo...
Mattia Faraoni - Kombatnet Wiki

Mattia Faraoni

Mattia Faraoni è un kickboxer e pugile italiano che combatte nei pesi massimi, pluricampione italiano e medaglia di bronzo sia ai mondiali che agli europei WAKO. Leggi tutto l'articolo...
Adimurai - Kombatnet Wiki

Adimurai

L'Adimurai è una antica arte marziale indiana che ha origine a Kanyakumari, conosciuta anche come Capo Comorin, regione nel sud dell'India. È stata praticata in origine nel distretto Kanyakumari dell'antico Tamilakam (l'attuale stato indiano del Tamil Nadu) così come nella Provincia Settentrionale dello Sri Lanka in altre aree vicine nel sudest del Kerala ed è considerata una delle discipline marziali più significative dell'India. Leggi tutto l'articolo...
Che cosa è lo Judo - Arti marziali - Sport da combattimento - Kombatnet Wiki

Judo

Lo Judo (柔道) è un'arte marziale e sport da combattimento giapponese, disciplina olimpica dal 1964, creato nel 1882 da Kanō Jigorō per distinguersi dai suoi predecessori (principalmente il Tenjin Shinyo-ryu jujutsu ed il Kitō-ryū jujutsu) con una enfasi sul "randori" (ossia il combattimento libero) al posto del "kata" (le forme) eliminando poi le tecniche di percussione (striking) e l'utilizzo delle armi. Lo Judo è salito alla ribalta per la sua superiorità in combattimento sopra le precedenti scuole di jujutsu nei tornei tenuti dal Tokyo Metropolitan Police Department (警視庁武術大会, Keishicho Bujutsu Taikai) diventando così l'arte marziale primaria adottata dal dipartimento. Un praticante di Judo si chiama Judoka (柔道家) e veste una uniforme tipica chiamata Judogi (柔道着). L'obiettivo dello Judo da competizione è proiettare un avversario, immobilizzarlo con una presa o sottometterlo con una leva o uno strangolamento. Mentre i colpi e l'utilizzo delle armi erano inclusi in alcune forme (kata) non sono comunemente utilizzate e sono considerate illegali nella pratica competitiva dello Judo. L'organismo che regola lo Judo a livello internazionale è la International Judo Federation ed i praticanti competono nel circuito internazionale professionale IJF. Leggi tutto l'articolo...
Engolo NGolo arte marziale africana - Kombatnet Wiki

Engolo

L'Engolo, o N'Golo, è una disciplina da combattimento rituale diffusa in vari gruppi etnici attorno al fiume Cunene nel sud dell'Angola, principalmente legata alla popolazione Mucupe. La parola Kikongo "Engolo" significa "forza", "potenza". Lo stile di combattimento dell'Engolo include calci, schivate, spazzate, con enfasi su posizioni acrobatiche con una o entrambe le mani a sorreggere il corpo mentre sferra un calcio. Leggi tutto l'articolo...
Chi è il pugile Saul Canelo Alvarez - Kombatnet Wiki

Saul "Canelo" Álvarez

Santos Saúl Álvarez Barragán, noto come Canelo Álvarez o Saúl Álvarez, è un pugile professionista messicano considerato uno dei più grandi pugili viventi. Nato il 18 luglio 1990, Canelo ha vinto più volte il titolo di campione del mondo in più classi, dai pesi medi ai massimi leggeri, oltre ad aver unificato i titoli in tre classi di peso ed essere stato campione lineare in due di esse. Álvarez è il primo e l'unico pugile della storia a diventare campione indiscusso nei pesi supermedi, avendo detenuto le cinture WBA (Super), WBC e The Ring magazine dal 2002 e quelle IBF e WBO dal 2021. Leggi tutto l'articolo...