Joe Rogan vuole i colpi alla nuca nelle MMA

Joe Rogan vuole i colpi alla nuca nelle MMA

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Joe Rogan vuole i colpi alla nuca nelle MMA

Joe Rogan chiede che un colpo universalmente vietato in tutte le discipline da combattimento sia legalizzato nelle MMA.

“Non sembra avere alcun senso per me” ha detto il presentatore riferendosi al divieto, per lui “incomprensibile“.

La scorsa settimana Joe Rogan ha coraggiosamente dichiarato che artisti del calibro di combattenti attuali come Jorge Masvidal sono a suo avviso “migliori” di Georges St-Pierre. Secondo l’analista UFC di lunga data, “Gamebred” in particolare è “di un altro livello” e potrebbe battere un GSP di prim’ordine se fosse “in giro in quel momento”: cosa che in realtà non è successa.


Oggi Rogan tira fuori un altro argomento controverso e sostiene che i colpi alla nuca di un combattente dovrebbero essere consentiti nelle MMA. Il suo pensiero, a sua detta, proviene da uno che ha visto l’evolversi della disciplina in tre decenni da “No Holds Barred Fighting” a ciò che oggi tutti conosciamo come arti marziali miste.

UFC 1: Roycie Gracie vs Ken Shamrock, 1993

“Non so nemmeno se dovremmo smettere di colpire le persone nella parte posteriore della testa. Non sembra avere alcun senso per me. Perché molti knockout come i calci alti, si avvolgono dietro la spalla e vanno dritti alla nuca, ed è legale. Il ragazzo viene messo KO”, ha detto Rogan a Masvidal in un recente episodio del suo podcast.

Rogan ha anche fornito un esempio per dimostrare il suo punto di vista.


“Come Ciryl Gane contro Junior Dos Santos: (Gane) lo ha colpito con un gomito nella parte posteriore della testa. È uguale, dovrebbe essere legale. Non capisco perché non sia legale. La gente dice che sei più vulnerabile lì: ok, non farti colpire lì.”

Il “rabbit punch“, come è colloquialmente noto, è illegale su tutta la linea in tutti gli sport da combattimento a causa dell’elevato rischio di lesioni che comporta, con possibili danni gravi e irreparabili al tronco encefalico, al midollo spinale e alle vertebre cervicali.

L’esempio più eclatante è il caso del pugile portoricano di 30 anni Prichard Colón, che ha subito un infortunio che ha posto fine alla carriera dopo aver preso pugni alla nuca durante il suo combattimento con Terrel Williams nel 2015. Colón è entrato in coma ed è in stato vegetativo da anni.


Il match tra Prichard Colon e Terrel Williams

Nonostante questo, secondo Rogan i rabbit punch dovrebbero essere accettabili poiché erano praticati durante i primi tempi nelle MMA.

“Eddie Bravo ne ha parlato tutto il tempo. Ai vecchi tempi delle MMA, quando un ragazzo prendeva le spalle a qualcuno, gli lasciavano semplicemente tirare gomitate sulla testa. Dietro la testa. Se hai la schiena a disposizione e la testa è lì, tutti questi pugni solo di lato non sono realistici”.

Rogan sembrava serio con le sue dichiarazioni, almeno in base al suo tono, ma probabilmente è la norma per un autoproclamatosi “idiota” che conduce un “podcast ubriaco e ridicolo“.


Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...