Joanna Jedrzejczyk perde per KO contro Zhang Weili ad UFC 275 ed annuncia il suo ritiro dalle MMA - Kombatnet News

Joanna Jedrzejczyk perde per KO contro Zhang Weili ad UFC 275 ed annuncia il suo ritiro dalle MMA

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Joanna Jedrzejczyk perde per KO contro Zhang Weili ad UFC 275 ed annuncia il suo ritiro dalle MMA

Joanna Jedrzejczyk ha annunciato il suo ritiro, dopo la sconfitta per KO di ieri notte ad UFC 275 contro la campionessa cinese Zhang Weili.

In un match a senso unico la Weili ha gestito con calma e concentrazione gli attacchi di Joanna, mandandola spesso a vuoto e replicando velocemente con colpi precisi che andavano quasi sempre a segno.

La Jedrzejczyk è sembrata lenta, incapace di stare dietro ai movimenti dell’avversaria, rimanendo sempre un passo indietro rispetto alla fighter cinese e subendo numerosi colpi importanti. Ma non è stato fatale per lei il punteggio quanto un terribile spinning back fist (atterrato quasi di gomito) a 2:28 del secondo round che ha “spento la luce” a lei e sulla sua onorata carriera nel mondo delle MMA.


Joanna Jedrzejczyk perde per KO contro Zhang Weili a causa di uno spinning back fist - UFC MMA - Kombatnet News
Joanna Jedrzejczyk perde per KO contro Zhang Weili a causa di uno spinning back fist

Mi ritiro, ragazzi“, ha detto Joanna Jedrzejczyk. “Vi voglio tanto bene. UFC, Dana [White], mi dispiace così tanto di averti deluso. Sono passati 20 anni. Compio 35 anni quest’anno. Voglio essere una mamma. Voglio essere una donna d’affari. Vi ringrazio tutti, vi amo“.

Messaggi di solidarietà sono apparsi sui social per la ex campionessa polacca che è stata un’icona per le arti marziali miste femminili: accompagnata fuori dalla location dell’evento ha ricevuto l’abbraccio di numerosi fan.

Joanna è stata una vera e propria pioniera delle MMA femminili ed ha contribuito a renderle note al grande pubblico, con le sue scenate irriverenti al weigh-in e durante le preparazioni dei match, portando il dissing ed il trash talking a livelli parossistici.


Il giochino ha funzionato finché Joanna è stata la regina della categoria dei pesi paglia, introdotta solo un anno prima con il match di dove Carla Esparza ha battuto Rose Namajunas): il suo regno è durato ben 966 giorni, più di ogni altra fighter finora (ma Zhang Weili la segue a corta misura) e conta difese della cintura contro Jessica Penne, Valérie Létourneau, Cláudia Gadelha, Karolina Kowalkiewicz, Jéssica Andrade.

Il suo stile preciso come striker, proveniente da una certa esperienza nella kickboxing e nella muay thai l’ha portata a diventare la “bestia nera” da battere, grazie anche alle sue doti strategiche in gabbia, il suo footwork e la sua gestione della distanza.

Joanna Jedrzejczyk hot style change - Kombatnet News

Poi Rose Namajunas le ha strappato il titolo battendola durante UFC 217 per TKO il 4 novembre 2017 e qualcosa si è interrotto: il rematch ad UFC 233 non le ha consentito di ritornare a sperare di risalire sul trono e JJ è andata incontro ad un cambiamento radicale, presumibilmente anche strategico (dovendo i fighter UFC contare su un certo seguito sui social per poter sperare di entrare nell’ottagono): si è rifatta il seno, ha abbandonato l’immagine da “dura e pura“, optando per una versione sorridente e ben curata di sé ed ha limitato offese e trash talking a poche occasioni, nelle quali tuttiavia si è fatta più odiare che apprezzare (pessimo il suo post dove ha posato con una maschera antigas, in riferimento alla pandemia di COVID-19 che ha avuto origine in Cina, subito ritirato dopo essere stata “grigliata” sui social e sui media).


Dopo due vittorie contro Tecia Torres e Michelle Waterson ed una sconfitta contro Valentina Shevchenko, è arrivata Zhang Weili a sigillare definitivamente la carriera di Joanna, con due vittorie di seguito che hanno segnato la fine di una invidiabile carriera in UFC.

Zhang Weili dovrebbe ora affrontare Carla Esparza per il campionato dei pesi paglia femminile.

Carla Esparza, ho sentito che c’è un evento ad Abu Dhabi“, ha detto Zhang Weili. “Ti invito a venirmi a trovare lì“.


Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...