Ernesto Hoost kickboxing K-1 kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost è un ex kickboxer olandese, 4 volte campione del mondo di K-1. È considerato uno dei più grandi kickboxer di tutti i tempi. Ha debuttato nel 1993 al K-1 World Grand Prix arrivando secondo. Si è ritirato 13 anni dopo, il 2 dicembre 2006 dopo la finale del K-1 World Grand Prix al Tokyo Dome, in Giappone per poi tornare nel 2014 con due vittorie incredibili a 48 anni. Hoost ha battuto giganti del combattimento com’è Peter Aerts,  Francisco Filho, Sam Greco, Jérôme Le Banner, Mark Hunt, Mirko Cro Cop, Andy Hug, Ray Sefo, Musashi, Mike Bernardo, Stefan Leko.


Hoost è nato a Heemskerk, Olanda del Nord, da genitori surinamensi. Ha giocato a calcio per il club amatoriale Hollandia fino a 15 anni quando ha cominciato ad allenarsi nella kickboxing nella nuova palestra Sokudo Gym. Nel 1983 ha combattuto per la prima volta contro Wim Scharrenberg, vincendo per KO al secondo round. 

Dal 1988 in avanti la sua carriera ha accelerato notevolmente ed Hoost ha ottenuto numerosi titoli europei e mondiali nella Savate e nella Muay Thai. Ha lasciato così il suo lavoro come insegnante di sport per ragazzi per concentrarsi sulla sua carriera di fighter professionista.


Al K-1 World Grand Prix del 1993, il primo K-1 World Grand Prix della storia, Hoost ha sconfitto Peter Aerts ai punti per decisione unanime nei quarti di finale. Ha poi mandato KO Maurice Smith alle semifinali ed è così arrivato alla finale del torneo Dove è stato messo KO da Branko Cikatic

Il 19 dicembre 1993 ha avuto la possibilità di combattere per il titolo nuovamente ed ha così vinto la cintura del K-2 World Championship, mandando KO Changpuek Kiatsongrit in quattro round. Si è trattata dell’unica volta in cui una organizzazione di K-1 ha tenuto un torneo di K-2

Hoost è arrivato alle finali del K-1 World Grand Prix Ancora una volta nel 1995 ma ha perso contro Peter Aerts ai punti in un match di 4 round. In quell’anno poi ha vinto ogni combattimento seguente. 



Nel 1996 ha perso in finale al K-1 World Grand Prix contro Andy Hug ai punti per decisione non unanime, alla fine di cinque round estenuanti.

Ha vinto finalmente il torneo K-1 World Championship nel 1997 battendo Hug sui tre round per decisione unanime.

Hoost non è stato capace di difendere il titolo al K-1 World Grand Prix del 1998, perdendo per KO tecnico contro l’australiano Sam Greco: un taglio sopra il suo occhio sinistro gli ha impedito di ricominciare il terzo round. Tutto il match è stato comunque dominato da Greco


Nel 1999 Hoost ha vinto il suo secondo titolo K-1 World Grand Prix Battendo Mirko Cro Cop per KO tecnico al terzo round. Il 23 aprile 2000 Hoost ha vendicato la sua sconfitta contro Greco battendolo per KO tecnico.

Hoost ha difeso per la terza volta la sua cintura del K-1 One World Grand Prix nel 2000 sconfiggendo Ray Sefo.


All’epoca molti fan del K-1 speravano in un match tra Hoost e Bob Sapp: sarebbero stati accontentati di lì a poco.


Hoost è ritornato a difendere la sua corona nel 2001 sconfiggendo Stefan Leko, Tuttavia si è dovuto ritirare dal torneo a causa di un infortunio alla tibia prima delle semifinali.

Il match tanto atteso contro Bob Sapp è arrivato all’evento K-1 World Grand Prix 2002 – Final Elimination. Sapp ha vinto per KO tecnico al primo round dopo che il dottore ha bloccato il match a causa dei tagli subiti da Hoost


Nonostante la sconfitta Hoost è stato richiamato per un ulteriore match contro Bob Sapp ai quarti di finale del K-1 World Grand Prix del 2002. Dopo che entrambi i combattenti sono andati al tappeto al primo round Hoost ha perso nuovamente In un match particolarmente sanguinoso e selvaggio quando l’arbitro Nobuaki Kakuda ha dichiarato un KO mentre Hoost era ancora in piedi. Tuttavia dopo il match Bob Sapp ha dichiarato di avere una mano e quattro costole rotte, consentendo così al fighter olandese di sostituirlo nelle semifinali. 


Hoost ha battuto Ray Sefo al primo round per TKO dopo che Sefo si è infortunato alla tibia contro il ginocchio dell’avversario. Hoost è arrivato quindi per la quinta volta alle finali del K-1 e si è scontrato contro Jerome Le Banner.




Il match era chiaramente a favore di Le Banner fino al terzo ed ultimo round quando Le Banner si è infortunato al braccio bloccando un calcio di Hoost. Hoost ha continuato ad attaccare il braccio ancora obbligando Le Banner ad abbandonare il match a soli 94 secondi dalla fine, vincendo per TKO il suo quarto Grand Prix. Le Banner ha sofferto in quel match una grave frattura scomposta che l’ha lasciato fuori dalle competizioni per oltre un anno.

Nel 2003 Hoost ha continuato a scontrarsi contro Bob Sapp in un altro contesto degli sport da combattimento, il wrestling professionistico, battendolo all’evento WRESTLE-1 al Tokyo Dome

Oltre ai suoi titoli del K-1 Grand Prix, Hoost ha combattuto in numerosi Super Fights


Nel 2004 è arrivato nuovamente alle finali del K-1 World Grand Prix, perdendo in finale contro Remy Bonjasky

Nel 2006 ha dichiarato di volersi ritirare alla fine del torneo. Al K-1 World Grand Prix 2006 è stato sconfitto nelle semifinali da Semmy Schilt ed ha lasciato l’arena commosso abbracciato da una grande standing ovation del pubblico. 

Hoost è noto anche per aver allenato i fighter Paul Slowinski, vincitore del K-1 del 2007 ad Amsterdam ed il grande campione del PRIDE Fedor Emelianenko.


È stato inoltre all’angolo del fighter UFC Antoni Hardonk ad UFC 85 contro Eddie Sanchez, nonché alla sua vittoria su Mike Wessel ad UFC 92 ed anche durante il suo incontro contro Cheick Kongo ad UFC 97

Nel 2012 Hoost è stato invitato dalla Katana Fighting Series come ospite d’onore al Katana 6 ‘Rebellion’ show


A 48 anni Hoost è ritornato a combattere, ottenendo due atterramenti consecutivi che l’hanno portato ad una vittoria ai punti per decisione unanime contro Thomas Stanley alla Hoost Cup: Legend a Nagoya, in Giappone, il 23 marzo 2014. 


Ha poi sconfitto Peter Aerts durante il loro sesto incontro battendolo per decisione unanime il 19 ottobre 2014 ad Osaka e vincendo così la WKO World Heavyweight Championship

Ernesto Hoost ha ottenuto il soprannome di “Mr. Perfect” per la sua capacità di realizzare in combattimento complesse combinazioni e tecniche con una precisione millimetrica. Il suo colpo più temuto è sicuramente il low-kick, usato per chiudere tali combinazioni, con il quale ha concluso numerosi match valevoli per il titolo. Non sono da meno le sue doti di difesa e contrattacco che gli hanno consentito di avere la meglio con fighter più potenti.

Hoost vive a Hoorn, in Olanda, con sua moglie ed i suoi bambini.



Leggi anche:

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Duilio Loi pugile - Kombatnet Wiki

Duilio Loi

Duilio Loi è stato un pugile italiano, inserito nella International Boxing Hall of Fame assieme a Nino Benvenuti nella lista dei più grandi pugili di sempre. In 14 anni di carriera come pugile professionista è stato campione d'Italia, campione d'Europa e campione del mondo. Nato a Trieste il 19 aprile 1929 da padre sardo proveniente da Cagliari, capo macchinista di navi mercantili, e madre di Trieste, Loi ha trascorso la sua vita fino all'adolescenza a Genova ed a 16 anni ha cominciato a frequentare la palestra di Dario Bensi. Leggi tutto l'articolo...
Andy Ruiz Jr campione pesi massimi pugilato - Kombatnet News

Andy Ruiz Jr.

Andrés Ponce Ruiz Jr. è un pugile professionista americano, già campione indiscusso dei pesi massimi avendo sconfitto Anthony Joshua e avendo vinto i titoli WBA (Super), IBF, WBO ed IBO nel 2019 diventando il primo pugile maschio di origini messicane a vincere un campionato del mondo dei pesi massimi. A ottobre 2021 era considerato il quinto peso massimo migliore del mondo da ESPN, il sesto secondo la Transnational Boxing Rankings Board e BoxRec, il settimo da The Ring magazine. Leggi tutto l'articolo...
Ernesto Hoost kickboxing K-1 kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost è un ex kickboxer olandese, 4 volte campione del mondo di K-1. È considerato uno dei più grandi kickboxer di tutti i tempi. Ha debuttato nel 1993 al K-1 World Grand Prix arrivando secondo. Si è ritirato 13 anni dopo, il 2 dicembre 2006 dopo la finale del K-1 World Grand Prix al Tokyo Dome, in Giappone per poi tornare nel 2014 con due vittorie incredibili a 48 anni. Hoost ha battuto giganti del combattimento com'è Peter Aerts,  Francisco Filho, Sam Greco, Jérôme Le Banner, Mark Hunt, Mirko Cro Cop, Andy Hug, Ray Sefo, Musashi, Mike Bernardo, Stefan Leko. Leggi tutto l'articolo...
Francisco Filho Karate Kickboxing K-1 - Kombatnet Wiki

Francisco Filho

Francisco "Chiquinho" Alves Filho è un karateka e kickboxer brasiliano considerato tra i più grandi fighter del pianeta. Ha battuto campioni di livello mondiale come Andy Hug, Sam Greco, Stefan Leko, Ernesto Hoost, Peter Aerts e Remy Bonjasky. Leggi tutto l'articolo...
Andy Hug karate kickboxing kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Andy Hug

Andreas "Andy" Hug è stato un karateka e kickboxer svizzero, considerato uno dei più grandi pesi massimi di sempre. Hug era rinomato per la sua abilità ed agilità nel calciare, difficilmente riscontrabile nei pesi massimi ad alti livelli. Ha affrontato numerose volte degli avversari molto più pesanti e alti di lui: con un peso di poco meno di un quintale ed alto "solo" 1.80 m ha sopperito con velocità e preparazione atletica alla massa mancante. Andy Hug era mancino e questo spesso causava problemi ai suoi avversari, che subivano uno dei suoi tipici calci ad ascia, tra i quali si ricorda il suo marchio di fabbrica chiamato "Hug Tornado" che consisteva in un calcio girato basso dove il tallone colpiva la coscia. Leggi tutto l'articolo...
Ippon Judo Karate Jiujitsu Kendo Kumite - Kombatnet Wiki

Ippon

Ippon (一本, letteralmente "Un punto pieno") è il punteggio più alto che un combattente possa ottenere nei contest di arti marziali giapponesi basate sul punteggio (Ippon/Waza-ari), solitamente Kendo, Judo, Karate o Jiujitsu. Nello Judo, un Ippon può essere ottenuto per un atterramento perfetto o per l'immobilizzazione a terra con o senza sottomissione. Per le proiezioni, i quattro criteri per garantire un Ippon sono forza, velocità, atterramento sulla schiena e controllo tecnico del movimento fino all'atterraggio. Leggi tutto l'articolo...
Il Gouren lotta tradizionale bretone - Kombatnet Wiki

Gouren

Il Gouren è uno stile di lotta popolare francese molto diffuso in Bretagna soprattutto all'inizio del ventesimo secolo e che gode oggi di un revival internazionale. Oggi il Gouren è presieduto dalla Fédération de Gouren che ha un accordo con la Fédération Française de Lutte (French Wrestling Federation): viene inoltre praticato in incontri internazionali organizzati dalla FILC (Fédération Internationale des Luttes Celtiques) in Cornovaglia, in Scozia ed in New Orleans (USA). In Francia è possibile ottenere tramite la Federazione Gouren un Diploma Statale per facilitatori sportivi e dal 1998 è consentito portare il Gouren come disciplina facoltativa al diploma di maturità. Leggi tutto l'articolo...
Sherlock Holmes Bartitsu arte marziale autodifesa Barton-Wright - Kombatnet Wiki

Bartitsu

Il Bartitsu è un metodo di autodifesa ed arte marziale sviluppato in Inghilterra tra il 1898 ed il 1902 che combina elementi di pugilato, Jujutsu, combattimento con il bastone e Savate (boxe francese). Nel 1903 è stata resa nota come "Baritsu" da Sir Arthur Conan Doyle, autore dei racconti su Sherlock Holmes. Sostanzialmente scomparsa lungo tutto il ventesimo secolo, il Bartitsu sta conoscendo un revival dal 2001 circa. Nel 1898, Edward William Barton-Wright, un ingegnere inglese che aveva trascorso i tre anni precedenti in Giappone, tornò in Inghilterra e annunciò la creazione di una "Nuova Arte dell'Autodifesa". Questa arte, sosteneva, combinava i migliori elementi di una gamma di stili di combattimento in un insieme unificato, da lui chiamato Bartitsu. Leggi tutto l'articolo...
Young Corbett III Ralph Giordano Raffale Giordano - Kombatnet Wiki

Young Corbett III

Ralph Giordano (nato Raffaele Giordano, 27 maggio 1905 - 15 luglio 1993), meglio conosciuto come Young Corbett III, fu un pugile italo-americano che conquistò la cintura di campione del mondo dei pesi welter nel 1933 e divenne campione del mondo dei pesi medi NYSAC nel 1938. Mancino, non aveva "il colpo del KO" ma era noto per la sua grande velocità e determinazione sul ring. Corbett è considerato uno dei più grandi mancini di tutta la storia del pugilato ed uno dei più grandi "counterpunchers". Verrà inserito nella Fresno County Athletic Hall of Fame nel 1959, nella Italian American Sports Hall of Fame nel 1982 e nella International Boxing Hall of Fame nel 2004. Leggi tutto l'articolo...
Irma Testa pugilato femminile italiano Italia boxe campionessa Olimpiadi europei - Kombatnet Wiki

Irma Testa

Irma Testa è una campionessa di pugilato italiana di Torre Annunziata, Napoli, che combatte nei pesi leggeri. Soprannominata "Butterfly" per la sua agilità ed eleganza in combattimento, è stata la prima atleta italiana a partecipare ad un'Olimpiade nel pugilato ai Giochi di Rio de Janeiro 2016, e la prima a guadagnare una medaglia nel pugilato femminile aggiudicandosi il bronzo ai Giochi di Tokyo 2020. È stata campionessa europea 2019 nei pesi piuma. Irma Testa è considerata tra le pugili under 20 più forti del mondo. Leggi tutto l'articolo...