Ryan Garcia Batte Devin Haney E Scuote Il Mondo Della Boxe - Kombatnet

Ryan Garcia batte Devin Haney e scuote il mondo della boxe: “Davvero pensavate fossi pazzo?”

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Ryan Garcia batte Devin Haney e scuote il mondo della boxe: “Davvero pensavate fossi pazzo?”

Ryan Garcia ha lasciato il mondo a bocca aperta battendo Devin Haney ai punti per decisione non unanime contro tutti i pronostici sabato sera al Barclays Center di Brooklyn, New York.

L’evento, trasmesso in diretta su DAZN pay-per-view, avrebbe dovuto essere valido per il titolo WBC Junior Welterweight ma “King Ry“, al culmine di un periodo di apparente pazzia sui social, si è presentato alla cerimonia del peso con una birra in mano ed ha fatto segnare ben 3.2 libbre in più sulla bilancia, per il quale è stato condannato a pagare una multa di 1.5 milioni di dollari al suo avversario ed è stato privato della possibilità di vincere il titolo. Questo non ha fermato l’irriverente ed istrionico Garcia che ha dimostrato il suo valore sul ring mandando al tappeto per ben tre volte il campione in carica e si è aggiudicato una stupefacente vittoria.

Il pugile californiano ha iniziato il match in modo esplosivo, andando a segno su Haney con un potente gancio sinistro che lo ha fatto vacillare. Il campione ha cercato di mantenere la calma e di ricostruire il suo ritmo, utilizzando il jab per mantenere la distanza ma “The Flash” ha mantenuto la pressione ed è andato a segno più volte, concludendo il round in vantaggio​​.


Nel secondo roundTank” ha iniziato a usare il jab in modo più efficace, cercando di rallentare Garcia e riuscendo a concludere il round in vantaggio.

Il terzo round è stato più statico ed i due hanno legato spesso; tra i clinch Haney ha colpito Garcia con un gancio che lo ha costretto a indietreggiare frustrato ed incoraggiando Haney a dare il meglio di sé.

Haney ha iniziato a prendere il controllo del match al quarto round, mostrando intelligenza sul ring e colpi precisi. Garcia ha fatto fatica a trovare il suo ritmo, subendo i colpi di un Haney continuava a spingere in avanti, mantenendo la pressione​.


Al quinto round Haney ha mostrato la sua abilità di gestione del ring riuscendo ad andare a segno al corpo più volte e mantenendo il controllo del ring, segnando un altro round a suo favore​​ nonostante i tentativi di risposta di Garcia.

Garcia ha risposto con decisione nel round seguente ma Haney è riuscito a riprendersi e ha contrattaccato con forza, continuando a pressare. Garcia ha cercato di mantenere il ritmo, ma Haney è rimasto concentrato e ha continuato a segnare punti​​.

Il settimo round ha segnato la svolta decisiva: Garcia ha colpito Haney con un gancio sinistro devastante, mandandolo al tappeto. Anche se Haney si è ripreso, Garcia ha continuato ad attaccare e portandosi avanti sui cartellini, nonostante un colpo irregolare durante un momento di pausa che gli è costato una penalità di un punto. Haney è riuscito a chiudere il match in palese difficoltà, resistendo a fatica fino alla fine del round​​.


L’ottavo round è stato più tranquillo: Haney ha cercato di ricomporsi, mentre Garcia ha testato le sue condizioni fisiche. Entrambi i pugili hanno preso un approccio più cauto, cercando di evitare errori che potessero costare loro cari​​.

Haney ha dimostrato di essere ancora nel match nel nono round ed è riuscito ad andare a segno su Garcia con colpi precisi e riprendendo il controllo del combattimento. Garcia ha tentato di rispondere, ma Haney ha mantenuto la calma e ha continuato a segnare punti. Haney sembrava più sicuro di sé e ha vinto il round​​ ma in quello seguente Garcia ha risposto in modo spettacolare, colpendo Haney con un altro potente gancio sinistro, mandandolo nuovamente al tappeto. Haney è sembrato in seria difficoltà, ma è riuscito a resistere al pressing di Garcia, ricorrendo ai clinch per guadagnare tempo​​.

King Ryan - Kombatnet
King Ryan – Kombatnet

Un altro knockdown è stato segnato da Garcia con un altro gancio sinistro che ha mandato Haney al tappeto per la terza volta. Quando si è rialzato Haney sembrava visibilmente provato, e Garcia ha iniziato ad indicare a gesti, chiedendo che il match fosse interrotto. Nonostante tutto, Haney ha resistito fino alla fine del round, forse protetto anche da un arbitro compiacente​​.


Ryan Garcia manda al tappeto Devin Haney - Kombatnet
Ryan Garcia manda al tappeto Devin Haney – Kombatnet

Il dodicesimo round è stato caratterizzato da numerosi momenti in clinch ed Haney ha cercato di evitare i colpi di Garcia. Negli ultimi 30 secondi Garcia ha iniziato a provocare Haney, sapendo di essere in vantaggio sul punteggio e la campana ha segnato il momento nella storia in cui si scriveva il suo incredibile successo, nonostante un giudice abbia segnato un pareggio. Al momento del gong i cartellini hanno segnato 112112, 114110, 115109.

La folla è andata in delirio and Haney ha segnato la sua prima sconfitta in carriera mentre Garcia ha messo a tacere tutte le voci che lo davano per impazzito: al netto delle sue follie, è stato sicuramente capace di dimostrare il suo valore sul ring.

Come da copione, i due hanno mostrato rispetto reciproco sul ring post match e Garcia ha stretto le mani ai membri del team avversario. “Davvero pensavate fossi pazzo?” ha detto Garcia ai microfoni, riferendosi alle sue follie sui social nel periodo precedente al match, ammettendo poi di avere un problema di alcoolismo: “Ho bevuto ogni sera“.


Haney ha ringraziato Allah per averlo aiutato durante il match ed ha chiarito di non avere nessun problema fisico in seguito all’ipotesi di una mandibola rotta.

I ringraziamenti di Devin Haney ad Allah dopo il match contro Ryan Garcia - Kombatnet
I ringraziamenti di Devin Haney ad Allah dopo il match contro Ryan Garcia – Kombatnet
Devin Haney chiarisce di non avere la mandibola rotta dopo il match contro Ryan Garcia - Kombatnet
Devin Haney chiarisce di non avere la mandibola rotta dopo il match contro Ryan Garcia – Kombatnet

Haney ha combattuto indossando un paio di scarpe custom realizzate per lui dal brand “The Surgeon” e denominate “Fear of God – Mock Knit High“, fatte a mano.

Scarpe Fear of God Mock Knit High The Surgeon Devin Haney - Kombatnet
Scarpe Fear of God Mock Knit High The Surgeon Devin Haney – Kombatnet

Ad ogni modo che cosa sia successo dietro le quinte per aver fatto decidere a Garcia di rinunciare alla cintura non è dato sapere: quello che è sicuro è che la sua immagine ne esce ingigantita all’inverosimile e le possibilità di altri big match crescono esponenzialmente, forse prevedendo anche una salita nei pesi welter.


Anche un rematch con Davis potrebbe essere possibile, ma se dovesse accadere la bilancia della borsa sarà inclinata diversamente, così come quella del peso: De La Hoya ha prospettato un catchweight, dati anche i problemi di Garcia a combattere nelle 140 libbre. “Ho provato di tutto, non riesco a fare un cazzo nei 140, non riesco più a starci” ha detto il vincitore.

De la Hoya nell’intervista post-match ha detto che Barrios potrebbe essere il favorito, in quanto detentore della cintura ad interim della categoria. Quale sarà il futuro del giovane Garcia, speriamo tutti che sia lontano dall’alcool e dagli eccessi sui social, veri o finti che siano: sicuramente la distanza dagli eccessi potrà portarlo più vicino all’agognata cintura.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Ti invieremo una mail di conferma: controlla la tua casella e clicca sul link al suo interno!

Leggi anche:

Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.


Share this page

Partecipa!

Welcome to Kombatnet!
Join the world's largest community of combat disciplines!

Commenti

No comments yet

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...