Mattia Faraoni VS Charles Joyner 2 - titolo mondiale di kickboxing a Roma - Kombatnet News

Mattia Faraoni VS Charles Joyner 2: sfida per il titolo mondiale di kickboxing

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Mattia Faraoni VS Charles Joyner 2: sfida per il titolo mondiale di kickboxing

Mattia Faraoni combatterà contro Charles Joyner il 26 novembre a Roma per il titolo mondiale dei pesi massimi ISKA di kickboxing.

Il fighter romano, classe 1991, avrà finalmente l’occasione di affrontare l’austriaco Charles Joyner sui 5 round, dopo l’annullamento del match a giugno all’ultimo minuto a causa di un malore di Faraoni, che ha fatto preoccupare tutto il mondo dei fighter italiani.

L’evento, denominato “SuperFights Roma“, si terrà a Cinecittà World. L’evento avrebbe dovuto tenersi all’Atlantico Live di Roma ma i biglietti erano esauriti già 15/18 giorni prima quindi si è deciso di spostare la location. La serata avrà come partner Tsunami Nutrition, già fornitore ufficiale delle nazionali di Fight1, Leone Sport, Wide SRL e “The Shadow Project“, ONLUS che assiste le donne vittime di violenza promossa dalla campionessa del mondo Gloria Peritore.


Locandina dell'evento Faraoni VS Joyner 2 - La resa dei conti - Superfights Roma - Kombatnet News
La locandina dell’evento Faraoni VS Joyner 2 – La resa dei conti

Non so che dire, sono emozionato come un bambino” ha dichiarato Mattia Faraoni alla stampa: “Appena il mio manager Di Blasi mi ha annunciato che la ISKA aveva dato l’ok per disputare nuovamente il titolo, sono ripartito carico a pallettoni ad allenarmi. A chi mi chiede come sto ora, la risposta è facile, raga venite a vedermi quando mi alleno! Sto benissimo e lo vedrete voi stessi e Joyner sul ring il 26 novembre“.

Acquista i guantoni da boxe / kickboxing Leone 1947 Black Edition su Amazon - Kombatnet
Clicca qui per acquistare i guantoni da boxe / kickboxing Leone 1947 Black Edition su Amazon

Il presidente di Fight1 Carlo Di Blasi ha dichiarato inoltre: “Mattia oggi è in forma splendida e davvero ci aspettiamo che il match tanto atteso non deluda le aspettative, anzi, talvolta, più lunga è l’attesa è maggiore poi il piacere“.

Il pre match è già popolato di una (abbastanza composta) serie di battibecchi sui social, tra trash talking e dissing, dove Joyner accusa Faraoni di scarsa professionalità e l’atleta romano gli risponde seduto sulla tazza del water


Parlando del cambio di categoria dai pesi cruiser ai massimi Joyner ha detto:

“Probabilmente è un vantaggio per lui perché ha dimostrato di non essere così disciplinato e professionale… così non dovrà preoccuparsi di tenere d’occhio il peso”.

Ha poi continuato: “Guardando ai suoi match precedenti credo che non abbia mai combattuto con nessuno al mio livello e con le mie caratteristiche. Il mio obiettivo è quello di cogliere al volo le opportunità quando arrivano e farmi esperienza con match difficili ora. Già a giugno sentivo di essere all’altezza del titolo mondiale e ora, dopo essermi allenato duramente in palestra, sento di essere ad un livello ancora superiore”.


Faraoni gli risponde, ovviamente, nonostante l’inglese stentato, con la sua solita ironia, dal bagno di casa sua:A me il trash talking nun me piace… però, chi per stima rivà… volevo solo rispondere: professionale? Io non è che mi sono divertito l’altra volta, per i problemi dovuti al taglio del peso. Ho combattuto contro un certo Alex Pereira, a casa sua, ed ho perso per split decision. Pensi di essere superiore anche a lui? Stai calmo… ci vediamo sabato” ed ha concluso… tirando lo sciacquone.

Il match di giugno si sarebbe dovuto tenere durante la rassegna Superfights Tsunami al Pala Pellicone di Roma, trasmesso in esclusiva da DAZN in live streaming e on demand. Con la tristezza nel cuore, Faraoni è salito sul ring ed ha letto il responso medico che non lasciava scampo: nessun match, pena addirittura il rischio di morte.

Dopo accurati esami ed un periodo di preoccupazioni che sembrava non finisse mai, finalmente i medici hanno dato l’ok per la ripresa delle attività agonistiche e si sono nuovamente aperte le possibilità di vedere i due pesi massimi sul ring contendersi la cintura.


Charles Joyner, già campione del Commonwealth, campione del Sud Pacifico, due volte campione australiano, campione dell’Oceania e campione del mondo WKF, è un avversario duro ed ostico, dalla prestanza fisica notevole: alla precedente cerimonia del peso tenutasi di fronte al Colosseo sovrastava il già alto Faraoni (188 cm) di una testa intera.

Face to face tra Mattia Faraoni e Charles Joyner davanti al Colosseo a Roma - Kombatnet News
Face to face tra Mattia Faraoni e Charles Joyner davanti al Colosseo a Roma

Nella card della serata di novembre sono attesi nomi di livello, come Roberto Oliva, già detentore del titolo intercontinentale ISKA, Mustapha Haida e Christian Guiderdone, già campioni del mondo ISKA and Eddy Ruiz, campione del mondo IMTF.

Sarà possibile acquistare i biglietti su Boxol.


Clicca qui per acquistare la borsa da palestra Leone 1947 su Amazon
Clicca qui per acquistare la borsa da palestra Leone 1947 su Amazon

Leggi anche:

Kombatnet DAZN Logo
Iscriviti ora a DAZN!

Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Share this page

Partecipa!

Welcome to Kombatnet!
Join the world's largest community of combat disciplines!

Commenti

No comments yet

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...
Suntukan Panantukan Pangamot Pakamot Sumbagay Mano Mano - Kombatnet

Suntukan

Il Suntukan è la componente di striking delle arti marziali filippine. Nella regione insulare centrale delle Filippine di Visayas è conosciuto come Pangamot, Pakamot, Sumbagay o come Mano-mano e spesso indicato nei circoli di arti marziali occidentali della scuola di Dan Inosanto come Panantukan. Sebbene sia chiamata anche boxe filippina, questo articolo riguarda l'arte marziale filippina e non deve essere confuso con lo sport occidentale della boxe praticato nelle Filippine. Leggi tutto l'articolo...