Holly Holm premiata con l’inserimento nella International Boxing Hall Of Fame - Kombatnet News

Holly Holm premiata con l’inserimento nella International Boxing Hall Of Fame

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Holly Holm premiata con l’inserimento nella International Boxing Hall Of Fame

La campionessa UFC Holly Holm è stata insignita di una delle più grandi onoreficenze che un pugile possa ottenere: l’inserimento nella International Boxing Hall of Fame (IBHOF) durante l’edizione “Trilogy” per gli anni 2020, 2021 e 2022 che si è tenuta dal 9 al 12 giugno 2022 a Canastota, New York.

La International Boxing Hall of Fame è una iniziativa di Ed Brophy nata nel 1990 per onorare i campioni del mondo di pugilato originari di Canastota, Carmen Basilio e suo nipote Billy Backus con un museo che ricordasse le gesta dei grandi sportivi. Il progetto è cresciuto a tal punto da ricevere candidature da tutto il mondo e l’evento che celebra l’inserimento di nuovi pugili è diventato una serata di gala di alto livello. Essere inseriti nella International Boxing Hall of Fame è un riconoscimento di prestigio per i risultati ottenuti nel mondo della nobile arte: i pugili professionisti tuttavia devono attendere cinque anni dal ritiro per poter risultare candidati all’inserimento.

Prima che Holly Holm diventasse campionessa UFC and una delle più grandi fighter al mondo di MMA, “The Preacher’s Daughter” ha dominato il mondo del pugilato e per questo la settimana scorsa è stato celebrato il suo inserimento nella IBHOF.


La Hall ha introdotto per la prima volta pugili donna solo quest’estate, dopo aver saltato le cerimonie del 2020 e del 2021 a causa della pandemia and Holly Holm, insieme a Christy Martin, Laila Ali, Lucia Rijker e Regina Halmich sono diventate così le prime pugili di sesso femminile ad essere inserite nella Hall of Fame.

Assieme a loro sono stati inseriti nella lista i pugili Floyd Mayweather Jr., Roy Jones Jr., Miguel Cotto, James Toney e Shane Mosley

All’inizio Holly Holm ha pensato ad uno scherzo ed ha ignorato la chiamata da Canastota. In quel momento era a casa di suo padre, tra le montagne di Albuquerque in New Mexico, in convalescenza per la sua operazione al ginocchio. Dopo aver controllato i numerosi messaggi vocali, però, ha notato che alcuni provenivano da Ed Brophy, che gestisce la Hall a Canastota


“Lì per lì ho ignorato pure quelli, stavo facendo altro, non gli ho dato peso. Poi le mie caselle di posta ed i social hanno cominciato a riempirsi di messaggi di congratulazioni. È a quel punto che ho cominciato a capire che forse era meglio richiamare Ed per capire cosa stesse succedendo… così ho scoperto che ero stata inserita nella International Boxing Hall of Fame e sono rimasta a bocca aperta”

I pugili inseriti nella edizione Trilogy della International Boxing Hall of Fame - Kombatnet News
I pugili inseriti nella edizione Trilogy della International Boxing Hall of Fame

Durante la cerimonia, durata sei ore, tenutasi domenica 12 giugno al Turning Stone Resort Casino di Verona, New York, si sono susseguiti alcuni tra i più grandi campioni della storia del pugilato femminile e maschile sul palco e ad ogni fighter è stato regalato un anello per l’occasione.

Holly Holm ha con fatica trattenuto le lacrime durante il suo discorso, raccontando di non essere nata in una famiglia di pugili ma di essersi subito innamorata della nobile arte non appena messo piede in palestra. Ha ringraziato quindi tutte le persone che le sono state intorno durante la sua crescita come sportiva, tra le quali il suo primo coach di pugilato, suo padre, ed il suo storico coach di MMA Mike Winkeljohn, del quale ha detto “ha sempre creduto in me, qualsiasi cosa facessi”.


“Ci sono un sacco di persone che entrano ed escono dalla tua via in questo sport e sappiamo bene che tra manager, promoter, coach, spesso sono con te per la loro gloria personale. Devo riconoscere, invece, che sono stata circondata da un sacco di persone che hanno voluto il meglio per me. Ho avuto un sacco di amore e supporto disinteressato. Il mio successo è un lavoro di gruppo”.

Holly Holm in posa con il padre di fronte alla locandina della sua elezione come membro della International Boxing Hall of Fame - Kombatnet News
Holly Holm in posa con il padre di fronte alla locandina della sua elezione come membro della International Boxing Hall of Fame

“Ce l’hai fatta!” ha detto il campione dei pesi welter Kamaru Usman dopo aver sentito la notizia. “Questo è il culmine di tutto il duro lavoro di tutta una vita. Grazie per tutti gli anni di intrattenimento che hai regalato non solo a me ma al resto del mondo. Congratulazioni”.

Già candidata nel 2017 alla International Women’s Boxing Hall of Fame, Holly Holm ha ottenuto questo importante riconoscimento grazie alla sua eccezionale carriera pugilistica che inizia nel 2002 e arriva fino al 2013


Durante tutto questo periodo l'”orgoglio di Albuquerque” ha raggiunto un invidiabile record pugilistico di 38 match, con 33 vittorie (delle quali 9 per KO), 2 sconfitte e 3 pareggi. Nonostante questo già ottimo risultato, più che il numero di match svolti e vinti sono stati il “chi” ha battuto e la durata del dominio attraverso tre categorie di peso che l’ha consacrata come una delle più grandi pugili di sempre.

Titolare di vittorie su campionesse del calibro di Christy Martin, Anne Sophie Mathis, Jane Couch, Ann Saccurato, Chevelle Hallback, Mary McGee, Mia St. John e Mary Jo Sanders, Holly Holm ha vinto titoli mondiali in tre divisioni di peso, guadagnandosi il titolo “Female Fighter of the Year” della prestigiosa rivista “The Ring” negli anni 2005 e 2006.

Holly Holm è salita per l’ultima volta sul ring nel maggio 2013, quando ha difeso con successo le cinture dei suoi titoli IBA e WBF vincendo per decisione unanime contro Mary McGee.


Nel 2013 poi si è ritirata dal pugilato professionistico ed è scesa dal ring per entrare nell’ottagono, venendo arruolata in UFC nel 2015 ed iniziando la sua scalata innarrestabile fino alla vittoria della cintura per il titolo mondiale a novembre ad UFC 193, una vittoria che ha sconvolto il mondo delle MMA femminili ottenuta battendo Ronda Rousey che ha segnato l’inizio della fine del suo nonché della sua carriera nelle MMA.

Holly Holm ha battuto Ronda Rousey ad UFC 193 sconvolgendo il mondo delle MMA

Ancora oggi, a 40 anni, Holly Holm continua ad essere una seria contendente al trono per la sua categoria in UFC ed è considerata la sesta migliore combattente al mondo pound-for-pound nonché la prima nella sua categoria

A maggio 2022 Holly Holm ha dichiarato ai reporter che ha ancora qualche combattimento in UFC da contratto ma vedrebbe di buon occhio anche un ritorno al pugilato, se potesse combattere contro la campionessa Katie Taylor.


“Potrebbe essere il mio quarto titolo in una quarta categoria di peso contro la migliore del mondo” ha detto la Holm, “e proverebbe che posso tornare a combattere ai livelli più alti. Se la cosa mi intriga? Certamente”.

Share this page

Partecipa!

Welcome to Kombatnet!
Join the world's largest community of combat disciplines!

Commenti

No comments yet

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Chi è Ryan Garcia - Kombatnet Wiki

Ryan Garcia

Ryan Garcia è un pugile americano, già detentore del titolo WBC Interim dei pesi leggeri nel 2021. A maggio 2022 era considerato il sesto miglior pugile al mondo tra i pugili attivi nei pesi leggeri dalla rivista The Ring, dalla Transnational Boxing Rankings Board and ESPN, mentre BoxRec lo considerava il decimo. Leggi tutto l'articolo...
Waza-ari Judo Karate punteggio scoring Ippon - Kombatnet

Waza-ari

Il Waza-ari (in giapponese 技あり) è il secondo punteggio più alto che un fighter possa ottenere nelle arti marziali giapponesi basate su ippon o waza-ari, tipicamente Judo, Karate o JuJutsu. Leggi tutto l'articolo...
Michelle Manu Lua Kapu Kuialua - Kombatnet Wiki

Lua (Kapu Kuialua)

Il Kapu Kuialua, chiamato anche Kapu Kuʻialua, Kuʻialua o Lua è un'antica arte marziale hawaiana basata sulla rottura delle ossa, leve articolari, proiezioni, pressioni e striking (calci, pugni, gomitate, ginocchiate). Comprende anche l’utilizzo di varie armi, analisi della strategia sul campo di battaglia, combattimento in mare aperto e uso delle armi da fuoco introdotte dagli europei. Leggi tutto l'articolo...
Trainer Gae Ajarn Gae Muay Thai Thailandia - Kombatnet Wiki

Trainer Gae

Suthat Muangmun, meglio noto come Trainer Gae (Ajarn Gae in thailandese)  è un noto allenatore thailandese di Muay Thai, conosciuto per aver preparato campioni da tutto il mondo, molti dei quali hanno vinto importanti cinture internazionali e mondiali. Tra i suoi allievi si annoverano nomi come Superbon, Marvin Vettori, Ramazan Ramazanov, Dzhabar Askerov, Madsua Lamai Gym. Suthat Muangmun è stato per sei anni l'head trainer e matchmaker per la Elite Boxing in Thailandia. Leggi tutto l'articolo...
Collar-and-elbow - Kombatnet Wiki

Collar-and-elbow

Lo stile di lotta denominato Collar-and-elbow (in Irlandese "Coiléar agus Uille" o "Brollaidheacht") è uno stile di lotta nato in Irlanda, caratterizzato dall'utilizzo di una giacca tipica durante il combattimento. È stato praticato in varie zone del mondo con una forte componente etnica irlandese conseguente alla diaspora dall'isola nordeuropea, come gli Stati Uniti e l'Australia. Recentemente gode di una rinnovata attenzione grazie a campionati organizzati da neonate federazioni che ne ripropongono tecniche e regolamenti aggiornati. Leggi tutto l'articolo...
Mattia Faraoni - Kombatnet Wiki

Mattia Faraoni

Mattia Faraoni è un kickboxer e pugile italiano che combatte nei pesi massimi, pluricampione italiano e medaglia di bronzo sia ai mondiali che agli europei WAKO. Leggi tutto l'articolo...
Adimurai - Kombatnet Wiki

Adimurai

L'Adimurai è una antica arte marziale indiana che ha origine a Kanyakumari, conosciuta anche come Capo Comorin, regione nel sud dell'India. È stata praticata in origine nel distretto Kanyakumari dell'antico Tamilakam (l'attuale stato indiano del Tamil Nadu) così come nella Provincia Settentrionale dello Sri Lanka in altre aree vicine nel sudest del Kerala ed è considerata una delle discipline marziali più significative dell'India. Leggi tutto l'articolo...
Che cosa è lo Judo - Arti marziali - Sport da combattimento - Kombatnet Wiki

Judo

Lo Judo (柔道) è un'arte marziale e sport da combattimento giapponese, disciplina olimpica dal 1964, creato nel 1882 da Kanō Jigorō per distinguersi dai suoi predecessori (principalmente il Tenjin Shinyo-ryu jujutsu ed il Kitō-ryū jujutsu) con una enfasi sul "randori" (ossia il combattimento libero) al posto del "kata" (le forme) eliminando poi le tecniche di percussione (striking) e l'utilizzo delle armi. Lo Judo è salito alla ribalta per la sua superiorità in combattimento sopra le precedenti scuole di jujutsu nei tornei tenuti dal Tokyo Metropolitan Police Department (警視庁武術大会, Keishicho Bujutsu Taikai) diventando così l'arte marziale primaria adottata dal dipartimento. Un praticante di Judo si chiama Judoka (柔道家) e veste una uniforme tipica chiamata Judogi (柔道着). L'obiettivo dello Judo da competizione è proiettare un avversario, immobilizzarlo con una presa o sottometterlo con una leva o uno strangolamento. Mentre i colpi e l'utilizzo delle armi erano inclusi in alcune forme (kata) non sono comunemente utilizzate e sono considerate illegali nella pratica competitiva dello Judo. L'organismo che regola lo Judo a livello internazionale è la International Judo Federation ed i praticanti competono nel circuito internazionale professionale IJF. Leggi tutto l'articolo...
Engolo NGolo arte marziale africana - Kombatnet Wiki

Engolo

L'Engolo, o N'Golo, è una disciplina da combattimento rituale diffusa in vari gruppi etnici attorno al fiume Cunene nel sud dell'Angola, principalmente legata alla popolazione Mucupe. La parola Kikongo "Engolo" significa "forza", "potenza". Lo stile di combattimento dell'Engolo include calci, schivate, spazzate, con enfasi su posizioni acrobatiche con una o entrambe le mani a sorreggere il corpo mentre sferra un calcio. Leggi tutto l'articolo...
Chi è il pugile Saul Canelo Alvarez - Kombatnet Wiki

Saul "Canelo" Álvarez

Santos Saúl Álvarez Barragán, noto come Canelo Álvarez o Saúl Álvarez, è un pugile professionista messicano considerato uno dei più grandi pugili viventi. Nato il 18 luglio 1990, Canelo ha vinto più volte il titolo di campione del mondo in più classi, dai pesi medi ai massimi leggeri, oltre ad aver unificato i titoli in tre classi di peso ed essere stato campione lineare in due di esse. Álvarez è il primo e l'unico pugile della storia a diventare campione indiscusso nei pesi supermedi, avendo detenuto le cinture WBA (Super), WBC e The Ring magazine dal 2002 e quelle IBF e WBO dal 2021. Leggi tutto l'articolo...