Tu batterai il cancro io batterò George Foreman storia di Muhammad Ali piccolo Jimmy Gene Kilroy - Kombatnet

“TU BATTERAI IL CANCRO, IO BATTERÒ GEORGE FOREMAN”: la storia di Muhammad Ali ed il piccolo Jimmy

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

“TU BATTERAI IL CANCRO, IO BATTERÒ GEORGE FOREMAN”: la storia di Muhammad Ali ed il piccolo Jimmy

Gene Kilroy ha un sacco di storie da raccontare sul suo grande amico Muhammad Ali. Qualche storia riguarda la sua irriverenza e la sua propensione a non rispettare lo status quo (specialmente quando si trattava del colore della pelle), altre riguardano il suo grande genio e la sua intelligenza dentro e fuori dal ring. Altre ancora ci raccontano la sua grandezza, non solo come pugile, ma anche umana, lontano dai guantoni e dai riflettori.

Kilroy, di origini irlandesi, è stato il manager finanziario di Ali per decenni ed un suo grande amico fino alla morte del campione nel 2016.

In una intervista con Shane Hannon di Off The Ball ha parlato della sua amicizia con Ali dalla sua casa in Las Vegas, Nevada e di varie storie, alcune delle quali veramente toccanti, come quella del piccolo Jimmy.


Intervista a Gene Kilroy, business manager di Muhammad Ali

Jimmy era un bambino malato terminale di cancro che adorava Ali.

“Il ragazzino è arrivato al training camp, era una calda giornata estiva e portava un cappello. Ali si stava allenando ed il padre è venuto da me a dirmi ‘Mio figlio vorrebbe incontrare Ali… ha il cancro, è parecchio grave’. Ho detto ‘Okay’ e l’ho portato ad incontrare Ali, che si è messo a sedere con il ragazzino”.

Ali gli ha chiesto ‘Come mai porti il cappello?’ ed il ragazzino gli ha risposto ‘Ho la leucemia. Faccio la chemioterapia. Lo devo portare, ho perso tutti i capelli. Sono venuto qui per dirti quanto mi rendi felice’. Ali ha abbracciato il ragazzino e gli ha sussurrato all’orecchio: ‘Non ti preoccupare, batterai il cancro ed io batterò George Foreman’. Il ragazzino ha detto ‘spero tu abbia ragione… spero tu abbia ragione'”.


“In quella occasione ho scattato una foto, che Ali ha autografato ed io ho inviato al padre. Due settimane dopo purtroppo mi ha chiamato dicendo ‘Mio figlio è allo University of Pennsylvania Hospital, non ce la farà. Volevo solo ringraziarvi per ogni cosa’. Quando l’ha saputo Ali ha detto ‘Andiamo all’ospedale’, siamo saliti in auto e si è messo a guidare come un pazzo per la strada. Abbiamo guidato da Deer Lake all’ospedale, una corsa di due ore. Durante il viaggio mi ha detto ‘Non sai mai quanto sei fortunato quando i tuoi figli sono sani, bisogna ringraziare Dio. Il ragazzino sta cercando di farcela… spero che ce la faccia'”.

“Quando siamo arrivati all’ospedale avevo il numero della stanza: tutti ci hanno assalito per parlare con Ali ma li abbiamo ignorati e siamo volati in ascensore fino alla stanza del ragazzino. Jimmy era lì, bianco come un lenzuolo, con gli occhi blu. Appena ci ha visti ha esclamato ‘Sapevo che saresti venuto Ali, lo sapevo!’. Muhammad ha risposto ‘Ricorda cosa ti ho detto: tu batterai il cancro ed io batterò George Foreman!’. Jimmy lo ha guardato e gli ha dato per scherzo un pugno da KO in viso, poi ha replicato: ‘No, champ, io incontrerò Dio e gli dirò che sei mio amico’. La stanza si è gelata. È stato così toccante, avevo le lacrime agli occhi, tutti avevamo le lacrime agli occhi. Anche Ali piangeva”.

“Non abbiamo parlato molto in macchina al ritorno. Immagina: vai da Dio e gli dici che sei un amico di Muhammad Ali. Pensa che grande complimento ha ricevuto quel giorno”.


“Una settimana dopo, ho avuto una chiamata dal padre: il ragazzino era morto. L’ho riferito ad Ali, dicendogli che sarei andato al funerale. Ali ha detto ‘no, sarei troppo triste’ . Così sono andato al posto suo. Quando sono arrivato lì, nella bara avevano messo quella foto: ‘Tu batterai il cancro, io batterò George Foreman’. Questo era Ali“.

Leggi la storia di Muhammad Ali:

Acquista i libri su Muhammad Ali:


Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...