Pocket stick o Kubotan?

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Pocket stick o Kubotan?

Il pocket stick (olisi palad, dos puntas, tabak malit, dulo dulo, nell’eskrima ha diversi nomi) é un’arma originaria delle filippine, utilissima nel combattimento a corta distanza per colpire le parti vulnerabili del corpo.

Il kubotan è un’arma ideata da un maestro giapponese nel metà 900 che deriva a sua volta dallo yawara, arma giapponese molto simile al pocket stick filippino.

La differenza tra pocket stick e kubotan sta esclusivamente nell’impugnatura. Sembrerebbe una cosa da poco, ma non lo é.


Il pocket stick si impugna al centro invece il kubotan da un lato, cosa che permette di ridurre in modo particolare gli angoli d’attacco e contrattacco. Quando si va a colpire con il pocket stick si può dare un colpo di ritorno senza ruotare la mano.
Però devo riconoscere che alcune scuole di difesa personale utilizzano il kubotan come un pocket stick e questo é molto positivo.

In ambito legale, il kubotan in Italia si può portare e ne fanno anche dei portachiavi. Però a mio modesto parere dipende dalla struttura di quest’ultimo. Se avesse un punteruolo da un lato potresti (in caso le forze dell’ordine ti fermassero) avere dei problemi.

Il lato positivo di entrambe le armi é che vanno a creare un metodo di lavoro molto efficace per la difesa personale, poiché è possibile adattare le tecniche di quest’ultime ad una semplice biro.


Autore: Advanced Eskrima System

Perché scegliere Advanced Eskrima System?
• Innovativa non nella creazione di nuove tecniche o figure, in tremila anni di storia marziale è stato oramai codificato di tutto e l’uomo continua ad avere due braccia e due gambe, ma nella realizzazione di un nuovo sistema didattico, di apprendimento e di scelta delle tecniche più consone ed efficaci al raggiungimento dell’obbiettivo;

• innovativa per l’approccio marziale tradizionale dell’insegnamento e il conseguente apprendimento delle tecniche selezionate, attraverso la ripetizione continua delle tecniche fondamentali, usando diverse formule;

• marziale perché si vogliono anche mantenere quei principi filosofici, mentali e spirituali che hanno contraddistinto le arti da combattimento per secoli;

• semplicità, efficacia e veridicità sono i pilastri fondamentali nella scelta ed applicazione delle tecniche utili allo scopo fondamentale, fronteggiare un aggressore;

• obbiettivo ultimo dell’A.E.S. sarà creare competenze tali da far si che il praticante abbia un’ottima difesa a mani nude e con le armi, che siano da percussione o da taglio. Così facendo avrà buone possibilità di difendersi in diverse circostanze. Analisi e studio degli aspetti psicologici e tattici sono parte integrante del Sistema.

Seguiteci anche su:

➡ Facebook: https://www.facebook.com/AdvancedEskrimaSystem/

➡ Instangram: https://www.instagram.com/advanced_eskrima_system

➡ Blog: https://advancedeskrima.com

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento