Luana Pinheiro Matheus Nicolau Francis Ngannou i fighter UFC stanno convertendo i loro guadagni in Bitcoin - Kombatnet News

Luana Pinheiro, Matheus Nicolau, Francis Ngannou: i fighter UFC stanno convertendo i loro guadagni in Bitcoin

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Luana Pinheiro, Matheus Nicolau, Francis Ngannou: i fighter UFC stanno convertendo i loro guadagni in Bitcoin

Luana Pinheiro diventerà la prima fighter donna di MMA (e la prima latinoamericana) sotto contratto UFC a convertire le entrate dai propri match in Bitcoin attraverso una partnership con Bitwage.

Pinheiro seguirà le orme del suo ragazzo Matheus Nicolau che si era già affidato a Bitwage a marzo per i suoi pagamenti: non solo, anche il manager di Nicolau, Vinìcius Las Casas ha deciso di farsi pagare in Bitcoin. Sono gli ultimi ad unirsi al nuovo trend di atleti professionisti che vengono pagati in Bitcoin, come i giocatori di calcio Achara Ifunanyachi ed Alex Crognale o il pluricampione NBA Andre Iguodala, che ha dichiarato di voler investire una buona parte del suo stipendio di 2.6 milioni di dollari in Bitcoin. A gennaio anche il campione UFC dei pesi massimi Francis Ngannou ha annunciato di voler convertire metà della borsa ottenuta ad UFC 270 in Bitcoin tramite Cash App.

Bitwage è un servizio di pagamenti digitale che consente di convertire automaticamente il proprio stipendio (o qualsiasi entrata) in Bitcoin (o altre criptovalute). Come ogni banca Bitwage ti fornisce un numero di conto corrente sul quale farti accreditare le tue entrate dal datore di lavoro: non appena arriva lo stipendio (in moneta FIAT, come euro o dollaro) il sistema lo converte automaticamente in Bitcoin e ti fornisce le credenziali del wallet per poterlo gestire. L’utente può scegliere di convertire il 100% o una porzione del suo stipendio in Bitcoin o altra criptovaluta. In caso si scelga di allocarne solo una parte, la rimanenza verrà accreditata regolarmente nella moneta corrente.


Si tratta di un passo significativo per contrastare la svalutazione e le problematiche delle monete FIAT in questo periodo di alta inflazione e di tensioni geopolitiche globali che si riflettono sulle economie locali: ovviamente le criptovalute sono soggette a volatilità, ma questo accade anche per molti altri strumenti di investimento e per valute locali.

Il provider di servizi ha stretto una partnership con Luana Pinheiro rendendola la prima fighter di MMA sotto contratto con la Ultimate Fighting Championship (UFC) ad essere pagata in Bitcoin, secondo un comunicato stampa inviato a Bitcoin Magazine.

La Pinhero è quindicesima nel ranking femminile UFC dei pesi paglia con uno score di 10 vittorie, una sconfitta e zero pareggi ed ha appena infilato otto vittorie consecutive: il suo fidanzato Matheus Nicolau, settimo nel ranking maschile UFC dei pesi mosca, ha un record di 18 vittorie e 2 sconfitte.


Entrambi hanno adottato quello che viene chiamato “Bitcoin Standard” (termine che ha sempre più diffusione e ricorda il “Gold Standard” di nixoniana memoria) e non si preoccupano troppo delle fluttuazioni di mercato della nuova moneta digitale basata su blockchain:

“Non penso che avrò problemi con il Bitcoin che sale e scende di valore”, ha detto la Pinheiro. “Se non fosse volatile non salirebbe neanche. Pensa a questo: ci vuole una media di 10-15 anni perché un praticante di Brazilian Jiu Jitsu ottenga una cintura nera. Il lasso di tempo di riferimento in questo contesto è lungo uguale, se non di più”.

Nicolau ha fatto eco alle idee della sua compagna ma ha anche fatto presente di dover pensare a lungo termine, non solo per il suo futuro ma anche per quello della sua futura famiglia:


“Mi fa molto piacere che Luana si sia unita a me in questo progetto del Bitcoin Standard e sono più che sicuro che delle azioni coraggiose compiute oggi saranno una grande vittoria in futuro, per entrambi” ha detto Nicolau. “Noi due facciamo così: agiamo insieme, uniti ed in sincrono, perché è quello che siamo. Mai sopra, mai sotto, sempre uno di fianco all’altra”.

“Lavoro duro per guadagnare i miei soldi: le MMA sono uno sport impegnativo. Tuttavia sento che se da una parte combatto bene e guadagno denaro, dall’altra mi pare di perdere potere d’acquisto. Così ho pensato di staccarmi da questo sistema, perché a mio avviso Bitwage offre la soluzione ai problemi di svalutazione grazie ai Bitcoin”.

Secondo la Pinhero è stata l’esperienza positiva del suo compagno a spingerla ad entrare anche lei nel progetto Bitcoin Standard ed ha affermato di non essere disposta a rinunciare alle grandi possibilità di guadagno date da un investimento in Bitcoin (la FOMO, “Fear Of Missing Out“, è ricorrente in ogni tipo di investitore, NdA).


“E non dimenticate che vengo dal Brasile, quindi conosco ‘una cosa o due’ riguardo l’inflazione ed i suoi effetti”, ha detto Pinheiro. “Sono nata nel 1884, quando è stato introdotto il Real brasiliano con un rapporto di 1:1 con il Dollaro statunitense. Ora il rapporto è di 5 BRL per 1 dollaro. È ora di iniziare ad utilizzare i Bitcoin”.

Nicolau vede di buon occhio le scelte della sua compagna riguardanti i Bitcoin ed il desiderio di farlo in un momento in cui il Bitcoin è ai minimi in modo da sfruttare la probabile (per molti certa) risalita della criptovaluta e guadagnare dal rialzo di valore. “Si tratta di una scelta oculata da cintura nera” ha detto Nicolau ed ha chiosato riguardo il prezzo da pagare di chi è indeciso o scettico sui Bitcoin:

“L’opportunità è una dea impertinente, che non spreca tempo con chiunque non sia preparato”.


Questa pagina può contenere link in affiliazione con Amazon: Kombatnet riceve una commissione su ogni acquisto idoneo generato.

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Gianfranco Rosi - Kombatnet

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi (nato il 5 agosto 1957 ad Assisi) è un ex pugile italiano, due volte campione del mondo  WBC (1987-1988) e IBF (1989-1994) nei pesi superwelter. Leggi tutto l'articolo...
Mike Tyson e Cus D'Amato - Kombatnet

Cus D'Amato

Constantine "Cus" D'Amato (17 gennaio 19084 novembre 1985) è stato un manager e allenatore di boxe americano che ha guidato e plasmato le carriere di pugili come  Floyd Patterson, José Torres e Mike Tyson, tutti inseriti nell'International Hall of Fame della boxe. Diversi allenatori di boxe di successo, tra cui Teddy Atlas e Kevin Rooney, sono stati istruiti da D'Amato. D'Amato era un sostenitore dello stile di boxe "peek-a-boo", in cui il pugile tiene i guanti al viso con guardia molto chiusa e schiva lateralmente per entrare nella guardia avversaria e connettere alla corta distanza, stile che fu criticato da alcuni perché si credeva che un attacco efficiente non potesse essere lanciato da quella posizione. Leggi tutto l'articolo...
Guido Vianello - Kombatnet

Guido Vianello

Guido Vianello è un pugile italiano che combatte nei pesi supermassimi. Conosciuto anche come The Gladiator, è nato a Roma il 9 maggio 1994. Nel 2016 si è qualificato per le Olimpiadi di Rio de Janeiro prendendo il posto di Roberto Cammarelle che si è ritirato dal pugilato nell'aprile 2016. Vianello è diventato professionista nel 2018, unendosi alla Top Rank Boxing. Leggi tutto l'articolo...
Gus Lesnevich - Kombatnet

Gus Lesnevich

Gus Lesnevich Gustav George Lesnevich (22 febbraio 1915-28 febbraio 1964) è stato un pugile americano, detentore del titolo di campione del mondo dei pesi massimi leggeri (era alto 1,75 m). Durante gli anni quaranta del Novecento regnò assieme a grandi campioni in un'epoca d'oro per la nobile arte, condividendo la scena con nomi come Joe Louis, Rocky Graziano e Sugar Ray Robinson. Leggi tutto l'articolo...
Martine Michieletto - Kombatnet

Martine Michieletto

Martine Michieletto è una kickboxer e thaiboxer italiana, campionessa ISKA di K-1 nei pesi piuma e già campionessa WKU di Muay Thai, vincitrice ad ONE Fight Night 11 contro Amber Kitchen. Ad ottobre 2022 è classificata come la sesta migliore donna kickboxer pound-for-pound da Beyond Kick. Nata il 21 settembre 1991 ad AostaMichieletto ha praticato atletica a livello  agonistico per molti anni. Ha iniziato a praticare sport da combattimento nel 2010 sotto la guida del M° Manuel Bethaz nell'ASD Fighting Club Valle d'Aosta, passando professionista solo due anni dopo e combattendo agevolmente sotto ogni regolamento (K-1Fight CodeMuay Thai Full Rules). Leggi tutto l'articolo...
Chatri Sityodtong - Kombatnet

Chatri Sityodtong

Chatri Trisiripisal, noto durante il suo periodo da fighter anche come Chatri Sityodtong e Yodchatri Sityodtong, è un imprenditore thailandese e istruttore di arti marziali che vive a Singapore, fondatore e CEO di ONE Championship. Leggi tutto l'articolo...
Giacobbe Fragomeni - Kombatnet

Giacobbe Fragomeni

Giacobbe Fragomeni, nato il 13 agosto 1969 a Milano, è un ex pugile italiano, campione del mondo 2008 WBC nei pesi massimi leggeri. Leggi tutto l'articolo...
Krav Maga - Kombatnet

Che cos'è il Krav Maga?

Il Krav Maga, che in ebraico significa "combattimento a contatto" (קרב מגע, pronunciato /ˌkrɑːv məˈɡɑː/ KRAHV mə-GAH), è un sistema di combattimento sviluppato per le Forze di Difesa Israeliane (IDF). È noto per il suo focus su situazioni reali e la sua estrema efficienza, derivando da una combinazione di tecniche utilizzate in aikido, judo, karate, pugilato e lotta. Leggi tutto l'articolo...
Sandro Lopopolo - Kombatnet

Sandro Lopopolo

Sandro Lopopolo, all'anagrafe Alessandro Lopopolo, è stato un pugile italiano, medaglia d'argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 e Campione del Mondo dei pesi superleggeri. Leggi tutto l'articolo...
Nicolino Locche - Kombatnet

Nicolino Locche

Nicolino Locche (2 settembre 1939 - 7 settembre 2005) è stato un pugile argentino di Tunuyán, Mendoza, che ha detenuto il titolo mondiale dei pesi welter junior dal 1968 al 1972. Locche è spesso citato come uno dei migliori pugili difensivi di tutti i tempi ed è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame nel 2003. Leggi tutto l'articolo...