Fighters e NFT - La blockchain incontra gli sport da combattimento - Rose Namajunas Lympo - Kombatnet

Fighters e NFT: la blockchain incontra gli sport da combattimento

ENTRA IN KOMBATNET

Iscriviti ora a Kombatnet – Social Network

SOLO ARTI MARZIALI E COMBAT SPORTS

Fighters e NFT: la blockchain incontra gli sport da combattimento

Quanto desiderereste possedere, oggi, un guantone firmato di Muhammad Ali? O una fotografia di voi assieme a Rocky Marciano, magari autografata? Quanto potrebbe valere sul mercato (valore affettivo a parte)?

Vi agevolo il compito: i guantoni usati da Muhammad Ali contro Joe Frazier nel “Fight of the Century” del 1971 sono stati battuti all’asta nel 2016 per 606,375 dollari. L’acquirente, il collezionista Jeff Rosenberg, li ha acquistati solo due anni prima per 388,375 dollari. Il giorno seguente l’acquisto gli venne chiesto di rivenderli, ma rifiutò, sapendo che pochi mesi prima i guantoni usati da Ali nel suo match contro Sonny Liston erano stati battuti per 836,500 dollari. E ci ha visto lungo: solo due anni dopo li ha rivenduti guadagnando esattamente 218,000 dollari.

Guantoni di Muhammad Ali - Fighters ed NFT blockchain incontra sport combattimento - Kombatnet

Oggi il mondo del collezionismo ha abbracciato il mondo delle blockchain e degli NFT ed in poco tempo ha costruito un mercato da 7 miliardi di dolari.


Ma che cos’è una blockchain? Che cos’è un NFT?

Semplificando, una blockchain non è altro che un registro distribuito di transazioni, sicuro ed immutabile.

Immaginatevi che ogni volta che acquistate un guantone ogni persona del mondo registri il passaggio di proprietà dal titolare del negozio a voi.


Se il titolare del negozio decidesse di truffarvi e dichiarasse pubblicamente che voi avete rubato i guantoni dal suo negozio, magari cancellando i dati della ricevuta fiscale (lo “scontrino“, per intenderci), senza blockchain potrebbe anche riuscire ad ottenere ragione di fronte alla legge: come potete dimostrare il contrario?

Con una blockchain di mezzo invece la truffa sarebbe impossibile, perché dovrebbe cancellare la transazione da tutti i registratori fiscali del mondo… impresa ovviamente impossibile.

Esistono tante blockchain (chiamateli “registri” se volete) che hanno dato origine a numerosi “asset” digitali (per “asset” si intende un bene, come un lingotto d’oro, per intenderci). Alcuni di questi asset hanno nomi che sono quotidianamente sulla bocca di tutti, perché si propongono come vere e proprie “monete” (“coin“) digitali e sicuramente ne avrete sentito parlare: i loro nomi sono Bitcoin, Ethereum, Cardano, Dogecoin, Tether, Monero. Esistono anche delle “sottomonete“, spendibili solo ed unicamente all’interno di un circuito preciso (una blockchain): sono i Token e potete immaginarli come… dei buoni spesa per il supermercato. Potete usarli, ma unicamente all’interno di un supermercato. Al Lidl non potete pagare con i buoni spesa dell’Eurospin, per intenderci.


Oltre alle criptovalute (coin e token che siano) c’è un terzo elemento che sta emergendo dalle blockchain e sfrutta la loro solidità per garantire il possesso di un bene, proprio come se fosse un atto notarile di proprietà: si tratta degli NFT, termine che sta per Non Fungible Tokens (ossia letteralmente “token non intercambiabili“), ossia dei token non fatti per essere scambiati sul mercato come monete virtuali ma “semplicemente” esistenti come riprova del possesso di un bene. Un euro può essere scambiato per un euro: sono identici e questa transazione avviene continuamente… vicino ai carrelli del supermercato. Un guantone di Ali non è come un guantone di Marciano. Possiamo accordarci sul prezzo, ma si tratta di beni distinti che vanno valutati singolarmente.


Muhammad Ali NFT cards - Kombatnet
Gli NFT di Muhammad Ali sono disponibili sulla WAX Blockchain, in partnership con la fotografa Christina Jansen e la NFT Agency di Dublino dMerch.io

Immaginate ora di avere acquistato i famosi guantoni di Muhammed Ali: che cosa certifica il possesso di quel bene? Facile, tutta una catena di documenti che accertano i vari passaggi di proprietà. E se ci fosse, in quella catena, qualche vizio di forma? Se qualche erede stabilisse che qualche passaggio a monte del vostro acquisto, c’è stato un evento che legalmente ne avrebbe dovuto impedire il passaggio di proprietà (magari tra due precedenti collezionisti)? Rimarreste… con il cerino in mano. Bene, con gli NFT questo è impossibile per loro stessa natura (come spiegato sopra) e soprattutto si prestano alla perfezione a garantire il possesso di un bene digitale, come un file.

Semplificando: è possibile creare dei files che siano posseduti ufficialmente da una sola persona, aumentandone il valore come oggetto da collezione. Gli artisti digitali possono creare (eventualmente su commissione) i propri files, definirne il possesso tramite un NFT e vendere questo NFT al miglior acquirente come oggetto da collezione (collectible).


Questo è possibile grazie agli smart contracts, che semplificando sono dei programmi che consentono l’interazione tra un utente, il suo wallet (portafoglio) digitale e la blockchain. Per comprare un NFT non dovete fare altro che acquistare dei token (tipicamente con la criptovaluta Ethereum, o spesso basati su di essa) e con questi pagare l’NFT. Alcune piattaforme consentono anche l’acquisto del NFT in moneta FIAT (Euro, Dollaro o altra moneta corrente che sia).


Il mondo dello sport si è già mosso e la NBA ha già lanciato sul mercato i propri collectibles, guadagnando e facendo guadagnare ai loro atleti sotto contratto svariati milioni di dollari.

DAZN si è già mossa facendo un sacco di soldi (2.8 milioni di euro circa) con la vendita di NFT legati al match Canelo-Saunders.

Canelo Saunders NFT - Kombatnet

La NFT-Japan Inc. e la Rizin Fighting Federation, una nota promotion giapponese di MMA, hanno annunciato il lancio della “Rizin Fighting Collection“, un marketplace digitale dove scambiare NFT sulla blockchain IOST.


Rizin Fighting Collection NFT - Kombatnet

La UFC non vuole essere da meno ed ha lanciato anch’essa i suoi NFT, apprestandosi a fare cassa con cifre a sei zeri: potete trovare gli NFT ufficiali della UFC sulla piattaforma crypto.com.

Tuttavia i fighter vedranno molti meno quattrini dei loro colleghi del basket: è infatti già avviata una class action per richiedere un adeguamento delle percentuali percepite dai fighter, ritenute molto più basse di tutte le altre categorie.


Molti di loro si sono così lanciati nell’imprenditoria digitale legata alle criptovalute: sono molti gli atleti che hanno deciso di lanciare i propri asset digitali collezionabili e facendo cassa autonomamente sfruttando la loro immagine.


Joanna Jędrzejczyk ha lanciato da poco la sua prima collezione digitale tramite fanadise.com, piattaforma tramite la quale si possono collezionare, comprare, vendere NFT ed anche scommettere su di essi. Sul sito jjchampnft.com è possibile al momento acquistare solo uno dei quattro NFT disponibili, per 50 dollari: gli altri sono già tutti sold out.


La GLORY ha stretto una partnership con Fandem, una azienda che si occupa di blockchain e marketplaces NFT ed ha annunciato la nascita di glorysmacks.com, un marketplace per acquistare e vendere NFT dei fighter sotto contratto con la promotion come Rico Verhoeven, Semmy Schilt, Israel Adesanya.

Sul sito americano della Panini è possibile acquistare gli NFT della campionessa UFC Holly Holm, di Arnod Allen, Cain Velasquez, di Vicente Luque, Stipe Miocic, Kamaru Usman, Aljamain Stegling, Nate Diaz, Zhang Weili, Gilbert Burns, Jorge Masvidal, Donald Cerrone e tanti altri, acquistandoli direttamente o partecipando all’asta relativa.



Il marchio Panini rievoca quella che era una pratica comune nelle scuole e nei campetti d’Italia di qualche decennio fa, il famoso rito dello “scambio delle figurine” (ed alcuni di quegli album valgono oggi cifre impensabili sul mercato). Concettualmente, si tratta della trasformazione digitale di quello stesso procedimento… con cifre ben più grandi alle spalle.

NFT Holly Holm - Kombatnet

Il campione UFC Francis Ngannou ha attuato una collaborazione con l’artista BossLogic pubblicando un set di collectibles acquistabili sulla piattaforma di digital art MakersPlace per cifre che partono da 999 dollari.

Francis Ngannou NFT - Kombatnet

La splendida e bravissima campionessa Rose Namajunas è già live sulla piattaforma NFT Lympo, dove è possibile acquistare numerosi NFT di sportivi famosi.


Rose Namajunas NFT Lympo

Anche Alain Ngalani si è unito da poco alla schiera di fighter che creano i propri NFT: in un post di qualche giorno fa il fighter camerunense residente ad Hong Kong, attualmente sotto contratto con la ONE Championship, ha lanciato la sua partnership con Legacy Artx, formalmente “The World’s First Registered Celebrity NFT Agency“. Si tratta di una collezione di animazioni digitali edite in numero limitato, acquistabili utilizzando la criptovaluta Ethereum sul noto NFT Marketplace OpenSea, dove chiunque può creare e vendere a 0 fee i propri NFT.

Come potete notare sono tantissimi i fighter che hanno capito le potenzialità dei nuovi mercati aperti dalla rivoluzione delle blockchain e delle criptovalute: ancora più attente sono le promotion che stanno alle loro spalle, che hanno intuito la quantità di denaro movimentabile grazie a queste nuove transazioni economiche digitali.


Volete provare a creare anche voi il vostro NFT? Non è facilissimo ma non è nemmeno scienza missilistica. Esistono centinaia di tutorial in rete, leggetevene un po’ poi dirigetevi su OpenSea (o sul marketplace che preferite) e caricate il vostro “file da collezione”. Da lì, il percorso non è più “tecnico” ma solamente di marketing. Se siete dei fighter noti probabilmente potete sfruttare la vostra immagine ed il vostro nome facendola fruttare tramite gli NFT e potreste anche aver modo di guadagnarci cifre considerevoli. Oppure potete dedicarvi alla compravendita di asset digitali di fighter noti: chissà che un giorno non valgano quanto i famosi guantoni di Ali.


Si tratta di argomenti molto lontani dall’ottica dei fighter nostrani, che spesso – purtroppo – faticano a utilizzare anche solo un cellulare: si dimenticano forse che nel lontano 1966 il grande Muhammad Ali, “The Greatest“, utilizzava senza problemi quel perverso marchingegno moderno appena nato chiamato “televisione”, facendo conoscere a tutto il mondo il suo famoso “Ali Shuffle“. Se fosse vivo, Ali sarebbe il primo ad utilizzare la blockchain e gli NFT, salendo sul treno che passa prima di chiunque altro.

La storia, come sempre, ci consegna i nomi di chi si è saputo evolvere.


Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!
Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento

Kombatnet Wiki

Enciclopedia del combattimento

Duilio Loi pugile - Kombatnet Wiki

Duilio Loi

Duilio Loi è stato un pugile italiano, inserito nella International Boxing Hall of Fame assieme a Nino Benvenuti nella lista dei più grandi pugili di sempre. In 14 anni di carriera come pugile professionista è stato campione d'Italia, campione d'Europa e campione del mondo. Nato a Trieste il 19 aprile 1929 da padre sardo proveniente da Cagliari, capo macchinista di navi mercantili, e madre di Trieste, Loi ha trascorso la sua vita fino all'adolescenza a Genova ed a 16 anni ha cominciato a frequentare la palestra di Dario Bensi. Leggi tutto l'articolo...
Andy Ruiz Jr campione pesi massimi pugilato - Kombatnet News

Andy Ruiz Jr.

Andrés Ponce Ruiz Jr. è un pugile professionista americano, già campione indiscusso dei pesi massimi avendo sconfitto Anthony Joshua e avendo vinto i titoli WBA (Super), IBF, WBO ed IBO nel 2019 diventando il primo pugile maschio di origini messicane a vincere un campionato del mondo dei pesi massimi. A ottobre 2021 era considerato il quinto peso massimo migliore del mondo da ESPN, il sesto secondo la Transnational Boxing Rankings Board e BoxRec, il settimo da The Ring magazine. Leggi tutto l'articolo...
Ernesto Hoost kickboxing K-1 kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Ernesto Hoost

Ernesto Hoost è un ex kickboxer olandese, 4 volte campione del mondo di K-1. È considerato uno dei più grandi kickboxer di tutti i tempi. Ha debuttato nel 1993 al K-1 World Grand Prix arrivando secondo. Si è ritirato 13 anni dopo, il 2 dicembre 2006 dopo la finale del K-1 World Grand Prix al Tokyo Dome, in Giappone per poi tornare nel 2014 con due vittorie incredibili a 48 anni. Hoost ha battuto giganti del combattimento com'è Peter Aerts,  Francisco Filho, Sam Greco, Jérôme Le Banner, Mark Hunt, Mirko Cro Cop, Andy Hug, Ray Sefo, Musashi, Mike Bernardo, Stefan Leko. Leggi tutto l'articolo...
Francisco Filho Karate Kickboxing K-1 - Kombatnet Wiki

Francisco Filho

Francisco "Chiquinho" Alves Filho è un karateka e kickboxer brasiliano considerato tra i più grandi fighter del pianeta. Ha battuto campioni di livello mondiale come Andy Hug, Sam Greco, Stefan Leko, Ernesto Hoost, Peter Aerts e Remy Bonjasky. Leggi tutto l'articolo...
Andy Hug karate kickboxing kickboxer heavyweight champion - Kombatnet Wiki

Andy Hug

Andreas "Andy" Hug è stato un karateka e kickboxer svizzero, considerato uno dei più grandi pesi massimi di sempre. Hug era rinomato per la sua abilità ed agilità nel calciare, difficilmente riscontrabile nei pesi massimi ad alti livelli. Ha affrontato numerose volte degli avversari molto più pesanti e alti di lui: con un peso di poco meno di un quintale ed alto "solo" 1.80 m ha sopperito con velocità e preparazione atletica alla massa mancante. Andy Hug era mancino e questo spesso causava problemi ai suoi avversari, che subivano uno dei suoi tipici calci ad ascia, tra i quali si ricorda il suo marchio di fabbrica chiamato "Hug Tornado" che consisteva in un calcio girato basso dove il tallone colpiva la coscia. Leggi tutto l'articolo...
Ippon Judo Karate Jiujitsu Kendo Kumite - Kombatnet Wiki

Ippon

Ippon (一本, letteralmente "Un punto pieno") è il punteggio più alto che un combattente possa ottenere nei contest di arti marziali giapponesi basate sul punteggio (Ippon/Waza-ari), solitamente Kendo, Judo, Karate o Jiujitsu. Nello Judo, un Ippon può essere ottenuto per un atterramento perfetto o per l'immobilizzazione a terra con o senza sottomissione. Per le proiezioni, i quattro criteri per garantire un Ippon sono forza, velocità, atterramento sulla schiena e controllo tecnico del movimento fino all'atterraggio. Leggi tutto l'articolo...
Il Gouren lotta tradizionale bretone - Kombatnet Wiki

Gouren

Il Gouren è uno stile di lotta popolare francese molto diffuso in Bretagna soprattutto all'inizio del ventesimo secolo e che gode oggi di un revival internazionale. Oggi il Gouren è presieduto dalla Fédération de Gouren che ha un accordo con la Fédération Française de Lutte (French Wrestling Federation): viene inoltre praticato in incontri internazionali organizzati dalla FILC (Fédération Internationale des Luttes Celtiques) in Cornovaglia, in Scozia ed in New Orleans (USA). In Francia è possibile ottenere tramite la Federazione Gouren un Diploma Statale per facilitatori sportivi e dal 1998 è consentito portare il Gouren come disciplina facoltativa al diploma di maturità. Leggi tutto l'articolo...
Sherlock Holmes Bartitsu arte marziale autodifesa Barton-Wright - Kombatnet Wiki

Bartitsu

Il Bartitsu è un metodo di autodifesa ed arte marziale sviluppato in Inghilterra tra il 1898 ed il 1902 che combina elementi di pugilato, Jujutsu, combattimento con il bastone e Savate (boxe francese). Nel 1903 è stata resa nota come "Baritsu" da Sir Arthur Conan Doyle, autore dei racconti su Sherlock Holmes. Sostanzialmente scomparsa lungo tutto il ventesimo secolo, il Bartitsu sta conoscendo un revival dal 2001 circa. Nel 1898, Edward William Barton-Wright, un ingegnere inglese che aveva trascorso i tre anni precedenti in Giappone, tornò in Inghilterra e annunciò la creazione di una "Nuova Arte dell'Autodifesa". Questa arte, sosteneva, combinava i migliori elementi di una gamma di stili di combattimento in un insieme unificato, da lui chiamato Bartitsu. Leggi tutto l'articolo...
Young Corbett III Ralph Giordano Raffale Giordano - Kombatnet Wiki

Young Corbett III

Ralph Giordano (nato Raffaele Giordano, 27 maggio 1905 - 15 luglio 1993), meglio conosciuto come Young Corbett III, fu un pugile italo-americano che conquistò la cintura di campione del mondo dei pesi welter nel 1933 e divenne campione del mondo dei pesi medi NYSAC nel 1938. Mancino, non aveva "il colpo del KO" ma era noto per la sua grande velocità e determinazione sul ring. Corbett è considerato uno dei più grandi mancini di tutta la storia del pugilato ed uno dei più grandi "counterpunchers". Verrà inserito nella Fresno County Athletic Hall of Fame nel 1959, nella Italian American Sports Hall of Fame nel 1982 e nella International Boxing Hall of Fame nel 2004. Leggi tutto l'articolo...
Irma Testa pugilato femminile italiano Italia boxe campionessa Olimpiadi europei - Kombatnet Wiki

Irma Testa

Irma Testa è una campionessa di pugilato italiana di Torre Annunziata, Napoli, che combatte nei pesi leggeri. Soprannominata "Butterfly" per la sua agilità ed eleganza in combattimento, è stata la prima atleta italiana a partecipare ad un'Olimpiade nel pugilato ai Giochi di Rio de Janeiro 2016, e la prima a guadagnare una medaglia nel pugilato femminile aggiudicandosi il bronzo ai Giochi di Tokyo 2020. È stata campionessa europea 2019 nei pesi piuma. Irma Testa è considerata tra le pugili under 20 più forti del mondo. Leggi tutto l'articolo...