Coronavirus e futuro degli SDC

Coronavirus e futuro degli SDC

➡️ Segui Davis Sperindei su Kombatnet!

Come sappiamo bene è in corso una situazione d’emergenza e tra i tanti settori che ne sentono la crisi il nostro (palestre, fitness e sport in generale) rappresenta uno di quelli che probabilmente sarà più danneggiato.
In particolar modo gli sport da combattimento e le arti marziali sono per definizione “sport da contatto” difficili da praticare senza un diretto accostamento ad altre persone.

Si parla del fatto che la riapertura delle palestre dovrà essere graduale. Ospitando non più di tot. persone per metro quadrato che dovranno svolgere attività entro limiti di tempo, con chiusura degli spogliatoi e doccia a casa.


Francamente non è mia intenzione ribadire ciò che è già stato detto e quanto già sta accadendo, ma stimolare un interessante spunto di riflessione. Essendo questo un problema a lungo termine come potrà avere influenza nella nostra quotidianità di allenatori, amatori e agonisti?
Questa parte di sport troverà il modo di adattarsi a questo indesiderato cambiamento o soffocherà?

Ovviamente è inimmaginabile un mondo senza sport e palestre!
Inoltre già in tanti hanno dato una parziale risposta attivando lezioni online: c’è chi usa la diretta su Facebook, chi utilizza altre piattaforme con classi private ed altri metodi ancora.
Ma tutto questo non è remunerativo per i più, ed ha lo scopo di rimanere in contatto col cliente e di mantenerlo fidelizzato e magari attirare nuove persone (perché no!?).

Ripeto: molti istruttori non sono pagati come se fosse una lezione privata che si svolge in palestra, ma tutti abbiamo bisogno di mangiare… Quindi, io personalmente non escludo che in un futuro (anche quando il COVID sarà debellato) alcuni potrebbero impegnarsi per continuare con delle “classi da casa”, in cui si paga un mensile e si seguono delle lezioni online.


La mia è solo una speculazione, un’ipotesi come ce n’è potrebbero essere tante altre. Le alternative sono innumerevoli.
La domanda che voglio proporre è: come si evolverà il mondo dello sport ed in particolar modo quello degli sport da combattimento?
Come ci si adatterà a questo cambiamento?

Autore: Davis Sperindei

Atleta nella disciplina del K1 PRO/1° Serie nella federazione FIKBMS, Italia.

Laureato alla triennale di Scienze della Nutrizione.
Studente alla magistrale di Biologia Molecolare, Sanitaria e della Nutrizione.
Atleta ed allenatore presso Activa Kombat - Profighting Pesaro.
Vincitore torneo Venum 2016 Cat. -67Kg

Condividi questa pagina

Partecipa!

Benvenuto in Kombatnet!

Unisciti alla più grande community mondiale di discipline da combattimento!

Commenti

Ancora nessun commento